Esplora per categorie

Arte e cultura della Sardegna

La Sardegna ha attraversato un intenso percorso storico, alle iniziali culture indigene si aggregarono molteplici apporti di civiltà provenienti dal mondo mediterraneo. I ritrovamenti e le preziose testimonianze del passato sono raccolte e custodite in numerosi musei e nei parchi archeologici sparsi sul territorio.

Il Neolitico fu il periodo in cui si rilevano le prime manifestazioni artistiche. Numerosi ritrovamenti delle tipiche statuine della Dea Madre e di ceramiche incise con disegni geometrici testimoniano le espressioni artistiche della preistoria sarda. Il connubio tra le popolazioni nuragiche e i mercanti provenienti da ogni parte del Mediterraneo portò ad una raffinata produzione di gioielli in oro e ceramiche.

Cibo e sapori della Sardegna

La cucina sarda è molto varia ed è basta su ingredienti derivati sia dalla pastorizia, dalla pesca che dell’agricoltura. Molto diffusi come antipasti sono i prosciutti di cinghiale e di maiale, le salsicce, accompagnati da olive e funghi. I piatti tipici sono: i malloreddus, i culurgiones, i cui ingredienti cambiano da paese a paese, il pane frattau, la fregula, la zuppa gallurese e le lorighittas.

Di grande tradizione sono anche il pane, i dolci e i formaggi. Molto conosciuti ed espostati in tutto il mondo sono il Fiore Sardo, il Pecorino Sardo ed il Pecorino Romano.

Luoghi e itinerari della Sardegna

La Sardegna è la seconda isola del Mediterraneo, ed è formata per più dell'80% da territorio montuoso e collinare. Il restante del territorio è occupato da zone pianeggianti. La pianura più estesa è il Campidano che separa i rilievi centro settentrionali dai monti dell'Iglesiente.

Le coste regalano paesaggi incantevoli e scorci meravigliosi immersi nella natura incontaminata. Da non perdere in Sardegna: L’Arcipelago della Maddalena, Le grotte di Nettuno, L’asinara, Castelsardom Cala Goloritzé.

Storie e tradizioni della Sardegna

La Sardegna è stata sin dagli albori della civiltà un attracco frequentato da chi navigava il mar Mediterraneo in cerca di sbocchi commerciali. La posizione strategica ha permesso all’isola di raccogliere abbondanti testimonianze delle presenze delle maggiori potenze coloniali antiche. La regione ha attraversato tre periodi storici: il periodo nuragico, quello giudicale e quello del Regno di Sardegna.

Tantissime le tradizioni e feste che affermano la forte identità culturale della Sardegna. Le feste popolari più conosciute sono: sant’Efisio a Cagliari, la Faradda di li candareri (proclamato patrimonio orale e immateriale dall'UNESCO nel 2013) a Sassari, la Cavalcata sarda a Sassari.

Molte tradizioni sarde sono state proclamante patrimonio dell’umanità dall’UNESCO: Il nuraghe e le espressioni della civiltà nuragica, il canto a tenore, il canto della Sibilla, la Faradda di li candareri.