La bella stagione è alle porte, ma c’è chi già pensa più in là nel tempo. Da Nord a Sud, ognuna delle 21 regioni italiane offre almeno una meta dove poter trascorrere le proprie vacanze invernali come più si desidera.

Italia d'inverno

Innanzitutto, è importante sottolineare che - in generale - l’Italia offre inverni tendenzialmente miti. Quindi, niente paura per il freddo estremo! È anche vero, però, che ci sono alcune zone che regalano scenari paesaggistici imbiancati degni delle più belle regioni dell’Europa del Nord. Quindi, se non aspettate altro che cada la neve per poter ammirare scenari unici o praticare gli sport invernali che più preferite, vi indichiamo alcune mete italiane imperdibili.

Se, invece, non volete rinunciare al caldo e al relax neanche d’inverno, la soluzione ideale per voi sono le terme. C’è chi, poi, proprio non riesce a rinunciare al mare, neanche nella stagione fredda: per loro ci sono le meravigliose città costiere italiane. Ancora, un evergreen che non sconosce stagioni, ma che talvolta richiede che non ci siano 40 gradi all’ombra, sono i tour nelle città d’arte, di cui l’Italia è ben ricca. Infine, una parentesi a parte va dedicata al Natale e agli splendidi e tipici mercatini che addobbano le città italiane a festa.

Insomma, ce n’è per tutti i gusti! Scopriamo insieme alcune delle mete must-visit che l’Italia offre per il periodo invernale.


Italia innevata: non solo sci

In Lombardia, nelle le Alpi centrali, vale la pena fare visita a Livigno, una piccola cittadina che, da un passato povero e basato sull’attività agricola, si è trasformata in una meta turistica di prim’ordine.

Ciò che richiama maggiormente i turisti è, forse, la possibilità di scegliere tra diversi tipi di attività.

1.Tra le avventure da vivere almeno una volta, vi consigliamo l’arrampicata su ghiaccio (Ice climbing). Livigno è, infatti, nota per l’abbondante presenza di cascate di ghiaccio. La naturale formazione di queste strutture poste in verticale è dovuta alla particolare geomorfologia del territorio, caratterizzata proprio da ripidi pendii che, insieme alle basse temperature, danno vita alle famose cascate di ghiaccio. L’arrampicata sul ghiaccio non è un’attività pericolosa, ma va comunque fatta in sicurezza e accompagnata dall’aiuto di Guide Alpine esperte. Le cascate presentano difficoltà variabili, per cui – con le dovute cautele – anche i principianti possono cimentarsi in questo tipo di esperienza incredibile.

2.Bici e ghiaccio, è evidente, non si sposano per niente. Eppure, a Livigno è possibile pedalare sulla neve! Come? Con la Fat bike, una bicicletta con gomme oversize pensata proprio per coloro che non riescono a rinunciare a una bella pedalata, neanche sulle strade meno percorribili. Un’attività divertente da fare in gruppo o in autonomia per fare un tour del territorio accompagnati da guide esperte.

3.Avete sempre sognato di fare un’escursione romantica in slitta in Lapponia? Vi farà piacere sapere che non dovete andare così lontano. A Livigno, potrete vivere questo tipo di esperienza! Le slitte sono trainate da cavalli e non da renne, ma l’effetto è lo stesso! Consigliato anche per far divertire i bambini.

4. Gli spettacolari ed immensi paesaggi alpini acquisiscono un fascino unico se visti dall’alto nel loro insieme. Se vi sentite particolarmente coraggiosi, a Livigno potrete provare il parapendio sulle Alpi. Volando in tandem con degli istruttori, voi non dovrete far altro che aprire gli occhi e fotografare per sempre nella vostra mente una visione spettacolare e unica al mondo!

5. Come è facile immaginare, a Livigno non mancano impianti sciistici. La città offre piste adatte a tutte le esigenze e i principianti possono iniziare prendendo lezioni private con maestri specializzati. Qui, molte piste sono anche adatte allo sci di fondo, un approccio alla neve forse meno duro.

Al di là delle attività divertenti e avventurose da fare con la neve a Livigno, vi consigliamo di visitare le località localizzate sulle Dolomiti, una delle più belle catene montuose al mondo, inserita nel 2009 nella lista dei siti UNESCO come Patrimonio Naturale dell’Umanità. Estendendosi sull’arco alpino da ovest verso est, le Dolomiti abbracciano Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia che, oltre a rappresentare un paradiso per gli sportivi invernali, regalano paesaggi maestosi e unici al mondo.


Per una fuga dal freddo, scegliete le terme

Se non siete dei tipi sportivi e, invece, amate rilassarvi e godere del caldo anche quando fuori nevica, le terme sono la scelta giusta per voi. Oltre a rappresentare una valida alternativa alle vacanze sulla neve, le terme hanno anche virtù terapeutiche. Infatti, sin dall’antichità, è noto che le acque termali sono ricche di proprietà benefiche e curative, tra cui rafforzamento del sistema immunitario e purificazione della pelle con azione anti batterica.

In Italia, da Nord a Sud, ogni regione gode di diversi stabilimenti termali: avete solo l’imbarazzo della scelta.

Tra le sorgenti termali italiane più famose, vi consigliamo quelle di Ischia che, non a caso, si è meritata il titolo di isola del benessere.

Data la sua natura vulcanica, il territorio dell’isola più grande del Golfo di Napoli è costellato di sorgenti termali e fanghi. Già in epoca antica, negli anni dello splendore della Roma Imperiale, Ischia era famosa per questa sua caratteristica, al punto che vennero realizzate le Terme Pubbliche. Oggi, l’isola presenta centri termali moderni, emblema del cosiddetto Turismo della Salute. Sull’isola verde, infatti, potrete unire i benefici delle terme a quelli del clima e della spettacolare natura del territorio, rigenerando corpo e mente.


Mare d'inverno

L’idea di trascorrere dei giorni al mare d’inverno non è poi così azzardata, soprattutto in un Paese come l’Italia che offre un paesaggio costiero variegato e inverni miti.

Quindi, per chi proprio non riesce a rinunciare al mare, ecco qualche meta da visitare:

-Nonostante nell’immaginario comune sia una meta tipicamente estiva, vi sorprenderà visitare la splendida Costiera Amalfitana anche d’inverno. Le strade, il paesaggio e i borghi assumono tutt’altro aspetto, regalando un’esperienza di viaggio forse meno affannata rispetto alla stagione estiva grazie alla minor presenza di turisti balneari. Per i più temerari, - nelle giornate particolarmente assolate - non è esclusa la possibilità di un tuffo nelle splendide acque cristalline del luogo!

- Se siete in visita a Venezia, vi consigliamo una gita fuori porta nella vicina Caorle, grazioso borgo caratterizzato da casette colorate affacciate sul mare. Dopo una piacevole passeggiata o pedalata alla scoperta della cittadina, non può mancare uno squisito pranzo a base di pesce freschissimo, seguito da un’escursione al Santuario della Madonna dell’Angelo, dove le sfumature dei colori del tramonto regalano un’atmosfera favolistica;

-Visitando la Riviera di Conero, nelle Marche, rimarrete incantati dall’atmosfera che si respira in assenza del turismo balneare. Dalla costa ai colli dell’Infinito, la Riviera di Conero offre molte possibilità escursionistiche tra i verdeggianti boschi, con lo spettacolare paesaggio marittimo che fa da cornice. Le spiagge più belle e selvagge della zona, spesso anche di piccole dimensioni, d’inverno sono più facilmente raggiungibili. In caso di condizioni climatiche avverse, poi, si può cogliere l’occasione di visitare il grazioso borgo di Sirolo, che vanta il nome di perla dell’Adriatico. Dal suo centro storico, si può godere di una vista mozzafiato che abbraccia l’intreccio di vicoli del borgo e le spiagge incastonate nel Monte Conero.


Le città d'arte

Le città d’arte in Italia non mancano e non c’è un periodo ideale per visitarle. Tuttavia, vi possiamo consigliare alcune mete che è preferibile visitare evitando la calura estiva.

-La visita agli scavi di tutta l’area vesuviana interessata dall’eruzione del vulcano nel 79 a.C. che seppellì le antiche città romane di Pompei ed Ercolano, è tutta a cielo aperto. Quindi, programmarla in una soleggiata e piacevole giornata invernale potrebbe essere l’ideale per godere appieno di un tour che vi trascinerà completamente nel passato senza farvi rischiare un’insolazione;

-Se siete amanti del cioccolato, non potete perdervi Torino. Il capoluogo piemontese è la capitale italiana del cioccolato e, per questo, incontrerete tanti caffè storici dove gustare una deliziosa cioccolata calda o il famoso Bicerin (una miscela di caffè, cioccolato e panna) che vi riscalderà dopo una bellissima giornata trascorsa visitando le bellezze della città. Torino, infatti, è ricca di storia, arte e cultura. Vi affascineranno i suoi musei e gallerie d’arte, così come gli antichi palazzi, le maestose chiese e le bellissime piazze. Per il divertimento, poi, ci pensano le piste di pattinaggio sul ghiaccio che, con l’arrivo del freddo, adornano la città.

-Così come Pompei, anche Matera è sostanzialmente un museo a cielo aperto. La città dei Sassi è sempre meravigliosa, ma approfittare di una mite giornata d’inverno per visitarla vi farà evitare il sovraffollamento estivo e anche i raggi del sole che picchiano forte sui magnifici massi su cui la città sorge. La buona cucina e il buon vino lucani vi faranno compagnia in uno strabiliante tour nella città insignita del titolo di Capitale europea della cultura nel 2019.


Mercatini di Natale

Non è inverno senza il Natale e i tipici mercatini natalizi. Bancarelle di addobbi, dolci tipici, decorazioni e degustazioni di prelibatezze locali: i mercatini di Natale sono una vera e propria immersione nella festa e nelle tradizioni della città dove vengono allestiti.

Da Nord a Sud, in Italia sono presenti in tutte le più grandi città, ma anche nei piccoli borghi nascosti, dando a questi luoghi un tocco di magia.

Ad ogni modo, anche se è ancora presto per sentire nell’aria l’atmosfera natalizia, c’è un posto dove la tradizione più antica del Natale non conosce stagioni: nella viuzza di San Gregorio Armeno a Spaccanapoli, nel cuore della città partenopea, è sempre Natale. Se visitate Napoli durante il periodo natalizio, San Gregorio Armeno è proprio un must. Vi affascinerà camminare in questo vicolo costeggiato da botteghe che tramandano l’antica arte della costruzione dei presepi. Non c’è pecorella, pastore o ciuffo d’erba che non sia stato costruito, dipinto e appositamente collocato da mani esperte sui presepi. E poi, passeggiando, non saprete resistere agli odori dei dolci tipici natalizi proveniente dalle pasticcerie circostanti: struffoli, mustaccioli, pastiera e roccocò delizieranno il vostro palato!


Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo