Festa di San Valentino in Italia: vuoi dei consigli per un giorno degli innamorati speciale nel Paese più romantico del mondo? Eccoti accontentato. 

tickets banner

Quando c’è l’amore di mezzo, tutti desideriamo una cosa sola: che i nostri momenti speciali siano perfetti e indimenticabili. L’Italia, nella sua grande bellezza, offre infinite possibilità a chi cerca quella romantica magia che resta nel cuore. Ecco perché noi di Visit Italy siamo convinti che il Belpaese sia la location ideale per celebrare una festa di San Valentino impeccabile sotto ogni punto di vista.

In questo articolo scoprirai cosa fare, dove andare e cosa regalare in occasione di San Valentino in Italia. Ti daremo anche dei consigli su come vestirti perché la tua dolce metà dica “wow”. Prima, però, iniziamo raccontando la storia di questa festa e chi fu San Valentino, il patrono degli innamorati. Sei pronto ad avventurarti in un viaggio virtuale fatto di cuori rossi e tanti sogni? Ti aspetta un articolo adatto ai romantici, ai non-convenzionali e a quelli più spericolati, a tutti quelli che desiderano un momento davvero speciale da incorniciare fra i ricordi per godersi un meraviglioso San Valentino in Italia.

Festa di San Valentino in Italia: le origini di questa romantica ricorrenza

Festa di San Valentino in Italia: le origini di questa romantica ricorrenza

Il 14 febbraio, in quasi tutto il mondo, si celebra San Valentino, la festa degli innamorati. Ma da dove ha origine questa usanza?

I suoi antenati sono i Lupercalia dei Romani che, in realtà, avevano ben poco di romantico: in tale occasione, il 15 febbraio, si praticavano riti arcaici di fertilità, dedicati al dio Fauno, che erano sfrenati, disinibiti e violenti. Intorno al 496 d.C., Papa Gelasio I decise di mettere fine a questa ricorrenza in aperto contrasto con la moralità cristiana e istituì una giornata dedicata all’amore romantico. Poi pensò bene di affidare la sua nuova creatura alla protezione di un santo adeguato a tale compito. La scelta cadde su San Valentino, martire decapitato nel 274 d.C. proprio il 14 febbraio. Ma perché proprio lui?

Valentino, vescovo di Terni, nacque nel 176 d.C. e la sua lunga vita conta vari episodi, avvolti dal mistero, che lo indicarono come il miglior candidato al “ruolo” di patrono degli innamorati. A quanto pare, egli fu il primo a celebrare il matrimonio tra un legionario romano e una donna cristiana, probabile ragione del suo martirio. Un’altra leggenda, invece, narra che Valentino donò una grossa somma di denaro a una ragazza povera la quale poté così sposarsi.

San Valentino in Italia: il giorno degli innamorati come lo conosciamo oggi

San Valentino in Italia: il giorno degli innamorati come lo conosciamo oggi

Molto probabilmente, Papa Gelasio I non aveva previsto frasi e lettere d’amore. Per queste dobbiamo aspettare il XV secolo quando Carlo Duca d’Orleans, rinchiuso nella Torre di Londra, citava Shakespeare e chiamava “dolce Valentina” la moglie nei bigliettini che le scriveva.

Anche l’appellativo “piccioncini” avrebbe origini storiche: in alcuni Paesi europei, durante il Medioevo, si credeva che l’accoppiamento degli uccelli iniziasse proprio il 14 di febbraio. Un’altra versione rimanda la nascita del termine al poeta inglese Geoffrey Chaucer che, nella sua opera “Parlamento degli Uccelli”, indicò come esempio di amore quello tra Riccardo II d’Inghilterra e Anna di Boemia: i fidanzatini perfetti. E, a quanto pare, fu proprio grazie al poeta inglese, e all’“amor cortese” celebrato nel suo circolo, che oggi i “piccioncini” di tutto il mondo si scambiano auguri, dolci parole, fiori e regali.

Dove andare a San Valentino: i posti più romantici per un San Valentino in Italia

Dove andare a San Valentino: i posti più romantici per un San Valentino in Italia

Iniziamo dalla città dell’amore per eccellenza: Verona, teatro della storia di Romeo e Giulietta. Alla casa di Giulietta, nel centro storico, le donne usano toccare il seno destro della statua della fanciulla Capuleti, ormai visibilmente consumato, in segno di buon auspicio. Altra città romantica per natura è Venezia, elegante e leggiadra come un ricamo che si specchia sull’acqua. Ecco tre modi diversi ma altrettanto infallibili per portarsi a casa un magico ricordo veneziano: avventurarsi fra le calli silenziose, scambiarsi un bacio sul ponte di Rialto fra il viavai dei turisti e concedersi un romantico giro in gondola per godersi in pace totale la bellezza della città.

Spostiamoci nella capitale. A Roma c’è un luogo dove gli innamorati attaccano un lucchetto e gettano la chiave nel fiume Tevere in segno di amore eterno: ponte Milvio. Questa usanza è legata al libro di Federico Moccia “Ho voglia di te” e ben presto ha contagiato altre città italiane e diversi luoghi nel mondo, tanto che oggi in Cina le coppie attaccano i loro lucchetti sulla Grande Muraglia. Avvolto in un’aura magica e pittoresca, anche il Lago d’Orta, in Piemonte, è ideale per una fuga romantica. Al centro di questo specchio d’acqua sorge l’isola di San Giulio e, sulle rive del lago, fanno capolino borghi antichi e porticcioli. Il risultato è un’autentica gemma incastonata tra il verde delle Alpi e il profumo dei boschi.

Tutto quello che ti abbiamo detto è molto bello ma… tu vorresti portare la tua anima gemella ad ammirare un meraviglioso panorama sul mare? Allora potresti scegliere Portofino in Liguria, Capri o la Costiera Amalfitana. O preferisci una città con un’atmosfera calda e coinvolgente come nessun’altra? Prenota subito un viaggio a Napoli e fatti trasportare dalla vitalità di un concerto improvvisato di fronte a qualche ristorantino dei Quartieri Spagnoli. Se invece vuoi immergerti nell’eleganza dell’arte italiana, allora il posto perfetto per te è Firenze.

Se desideri un luogo diverso da ogni altro, c’è Alberobello con i suoi trulli e se cerchi un posto che, per sua natura, infonda una sensazione di pace e di relax, le colline della Toscana ti aspettano. In Trentino Alto Adige, poi, potrai trascorrere una notte in un romantico igloo in mezzo a paesaggi innevati: un soggiorno con tanto di spa e cena gourmet sotto un cielo stellato. Insomma, qualunque cosa cerchi per il tuo San Valentino, qui in Italia c’è veramente l’imbarazzo della scelta. Usufruisci del ticket di Visit Italy per intraprendere con il partner o la partner un magnifico tour in gondola e degustare una prelibata cena.

Cosa fare a San Valentino: idee per romantici e spericolati

Allora. Partiamo dal presupposto che una cena romantica è una bella idea sempre e comunque, sia in un bel ristorantino che a casa, qualora volessi preparare una cenetta intima con le tue mani. Per un tocco di stile in più, puoi aiutarti decorando la tavola con qualche dettaglio romantico. Oppure potresti prenotare un tavolo nel locale del vostro primo appuntamento. Ma se la tua idea è quella di trascorrere un intero pomeriggio o la giornata insieme, puoi organizzare all’altra metà della tua mela un sacco di sorprese. In questo caso, capire quale sia l’idea migliore dipende dalla vostra indole: è tranquilla o spericolata?

Se amate rilassarvi esistono tantissimi tipi di massaggi di coppia offerti dalle spa e dai centri termali. Potresti prenotare un intero percorso relax che comprenda cocktail di benvenuto, ingresso alle terme e alla spa, massaggio di coppia e completare il tutto con una bella cenetta in camera. Ecco alcuni tipi di massaggi perfetti per l’occasione: rilassante con luci soffuse e musicoterapia, “hot stone” con pietre laviche su diverse parti del corpo, massaggio hawaiano con oli essenziali, thai o ayurvedico. E poi ci sono i candle massage, nella luce soffusa di una candela - magari al cioccolato - che si fonde in un caldo olio profumato.

Bello ma… vorresti qualcosa di più originale? Prova con una bella passeggiata a cavallo (magari sulla spiaggia) oppure – questo sì che sarebbe indimenticabile – un volo in mongolfiera. E, come ciliegina sulla torta, una notte in un castello. Proprio come nelle favole.

Se invece siete più dei “tipi da adrenalina”, beh… potreste condividere l’emozione di un volo in parapendio biposto, fare un giro in un circuito automobilistico alla guida di una supercar oppure un’escursione con i quadSe, poi, non hai molto budget da spendere ma sei un romanticone, non ti preoccupare. Portalo/a a sorpresa nel posto dove vi siete conosciuti e completa il tutto con una cena take-away a base del vostro cibo preferito. Ricordare come tutto è cominciato fa sempre il suo effetto. Regalati uno splendido weekend con la tua dolce metà al parco termale di Verona con il ticket di Visit Italy.

Cosa regalare a San Valentino per lui e per lei

Cosa regalare a San Valentino per lui e per lei

Tutte le idee che ti abbiamo dato finora possono anche essere dei bellissimi regali.

Abbiamo, però, anche altri consigli per andare oltre i soliti fiori, cioccolatini, orologi, gioielli e borse.

Un’idea molto romantica – e low budget – è “la capsula del tempo”: non è niente di più che una scatola dove man mano custodirete gli oggetti che hanno un significato profondo per voi, i ricordi di momenti belli trascorsi insieme e tutto ciò che, in qualche modo, racconta la vostra storia. Più passerà il tempo e più sarà emozionante aprirla e farsi trasportare con la mente ritrovando tutto ciò che contiene.

Un’altra opzione sicuramente apprezzata – tempo permettendo – è regalare all’altra persona un corso che riguardi le sue passioni. Aiutarci l’un l’altro a essere noi stessi e a valorizzarci è il modo migliore per dire “ti amo”.

Come vestirsi a San Valentino

Come vestirsi a San Valentino

Sicuramente il look ideale dipende dal programma della giornata. Quindi, a meno che non ti aspetti qualche avventura sportiva, questi sono degli outfit che possono andare bene in quasi tutte le altre occasioni. Iniziamo dai maschietti. No a look troppo sportivi, come tute, sneakers e felpe con cappuccio se non hai più vent’anni. Sì invece a pantaloni anche sportivi, giacca monopetto e camicia sbottonata sul collo. Per quanto riguarda le scarpe, ok a mocassini, classiche stringate e stivaletti classici in pelle o cuoio, ma non anfibi: sarebbero un po’ “troppo”. Puoi completare il tutto con un bell’orologio e una goccia di profumo, senza esagerare. Sono due dettagli che, se azzeccati, regalano molta sensualità e stile. Altra regola che ha un girone dell’Inferno riservato a chi non la rispetta: barba e capelli curati. Sempre.

E ora arriviamo alle femminucce. Vuoi un look romantico o desideri qualcosa di più sexy? In entrambi i casi ci si può sbizzarrire un bel po’ e, data l’occasione, giocare sul rosso. Indipendentemente dallo stile che preferisci, però, c’è un punto di partenza da tenere presente sempre: scegli abiti che valorizzino la tua figura. Sapere come individuarli fa davvero la differenza.

Un outfit romantico può giocare sulle tinte pastello e su materiali delicati come tulle e seta, con qualche dettaglio rosso come cintura o pochette. Sì ai gioielli che valorizzano il decolleté senza cadere in cose troppo vistose e sì ai tacchi sottili perché, si sa, “il tacco è femmina”. Un trucco e parrucco adeguati faranno il resto. Ricorda sempre che un look romantico non scopre più di tanto: più che altro lascia intuire.

Un outfit sexy, invece, permette di osare di più, ma attenzione a non cadere mai nella volgarità. Sì a gonne con lo spacco, corpini in tulle con una giacca aperta sopra e look attillati. Praticamente obbligatori i tacchi (alti) e si può giocare anche su qualche dettaglio o capo in pelle. I colori perfetti per questo stile sono il nero e, soprattutto in tale occasione, il rosso, ma occhio a non esagerare per non sembrare Jessica Rabbit. Una parte del corpo femminile molto sensuale che puoi scoprire senza essere volgare è la schiena. Quindi, se la location lo consente, potresti optare per un vestito con una scollatura posteriore e accollato sul davanti. Per prendere ispirazione, il web e le ultime sfilate di moda dei big del fashion system saranno una fonte inesauribile di idee. E di meraviglia. Bene, ora hai tutto quello che ti serve per trascorrere un San Valentino da sogno, ma ci sentiamo di darti un consiglio in più. Non dimenticarti l’ingrediente principale: l’amore. Se è questo ad essere speciale, tutto il resto verrà da sé.

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti