Portofino non ha bisogno di presentazioni: borgo glamour e romantico ma con un animo marinaro. Ecco 7 cose da fare e 3 da da evitare secondo noi. 

Sebbene questo borgo di pescatori della Riviera Ligure sia piuttosto piccolo, le cose da fare a Portofino certamente non mancano. Anzi, può accadere che, avendo a disposizione solo un giorno o magari un weekend, sia difficile scegliere tra la moltitudine di attività proposte da questo angolo paradisiaco.

Perché, in effetti, proprio di paradiso stiamo parlando.

Chiunque sia stato a Portofino non dimentica la sua prima volta qui. Il borgo sembra scintillare, mentre riposa quieto sul fianco del promontorio. L’ondeggiare del mare e l’allegro affaccendarsi dei pescatori porta il visitatore ad una dimensione sognante che si vorrebbe non terminasse mai.

Se quindi la bella Portofino ti incuriosisce, ecco 7 cose da fare e 3 cose da non fare, per godere al meglio della visita a questo straordinario borgo.

Cosa vedere a Portofino: 7 cose che ti suggeriamo di fare assolutamente

portofino

Iniziando dal numero 7 fino al numero 1, ecco le 7 cose da fare e visitare a Portofino per apprezzare al meglio la città.

Seguiranno poi i nostri consigli su cosa non fare mai in questo magnifico borgo.

7. Cosa fare, o meglio, come arrivare a Portofino: noi non abbiamo dubbi

Gioiello al centro del jet set internazionale, Portofino però conserva ancora il suo spirito marinaro. E quale miglior modo di iniziare la propria visita a Portofino se non dal suo mare?

Per avere un colpo d’occhio straordinario su tutta la piccola baia, il borgo, il porticciolo e le verdi colline che avvolgono il tutto, non c’è modo migliore che arrivare proprio dalle onde. Lo scenario che si srotola davanti agli occhi è davvero incomparabile.

Inoltre, arrivare con i battelli del servizio pubblico è piuttosto facile. Da maggio a settembre (o ottobre), infatti, ne partono quotidianamente dalla vicina Santa Margherita Ligure, ma anche da Rapallo, Sestri Levante e Chiavari. La compagnia che si occupa di questo servizio è il Consorzio Servizio Marittimo del Tigullio.

Gli orari dei battelli vanno sempre verificati prima della partenza, perché potrebbero essere variati a causa di mare agitato o perturbazioni.

6. Visitare il simbolo di Portofino: la piazzetta centrale

piazzetta di portofino

Piazza Martiri dell’Olivetta è in realtà nota a tutti semplicemente come la ‘piazzetta di Portofino’.

Un luogo davvero molto piccolo che però riporta il visitatore alle memorie del passato. Per di qua infatti sono passati personaggi del calibro della principessa Soraya, Liz Taylor e Richard Burton, Ernest Hemingway, Clark Gable. Nel cuore del Novecento, infatti, questo luogo era già il cuore della Dolce Vita italiana tanto da meritarsi il titolo odierno di ‘Locale Storico’.

Passeggiare per Piazza Martiri dell’Olivetta, incoronata da caffè, bar, gelaterie e ristoranti, sarà una sorta di appuntamento con la storia e con la Vecchia Hollywood.

E se ti sembra di averla già vista da qualche parte, è proprio vero: la piazzetta è stata location di film come The Wolf of Wall Street con Leonardo DiCaprio e Murder Mystery con Jennifer Aniston e Adam Sandler.

5. Visitare la Chiesa di San Martino nel cuore del centro storico

La Chiesa di San Martino (o del Divo Martino) si trova nella parte più antica del borgo di Portofino.

Essa stessa è molto antica perché, dedicata a San Martino di Tours, fu edificata nel 986 sul luogo di un’antica cappella. Proprio nello stesso anno venne venduta ai monaci della vicina Abbazia di San Fruttuoso.

Quando nel Cinquecento vennero portate le reliquie dei Santi martiri Dorotea, Cassiano e Vincenzo venne finalmente consacrata.

L’esterno della chiesa, e il sagrato stesso, mostrano i caratteri di uno stile romanico piuttosto vivo: di particolare interesse, però, è anche una visita all’interno dove si trovano svariati elementi settecenteschi.

Una tappa imperdibile per apprezzare ancora di più l’antica storia del borgo.

4. Un breve trekking fino a Castello Brown

Portofino Castello di Brown

Gironzolando nei dintorni della piazzetta, vedrai una stradina che si inerpica sulla collina che abbraccia il borgo da sud: si tratta della Salita San Giorgio.

Cosa ti consigliamo di fare se sei in visita a Portofino? Se hai un po’ di tempo ti suggeriamo di seguire questa strada. Troverai ad un certo punto la piccola Chiesa di San Giorgio sulla destra, anch’essa in stile romanico, e poi potrai proseguire in un sentiero che via via si inerpica tra la vegetazione mediterranea e regala meravigliosi scenari nel blu.

Potrai decidere se arrivare fino a Castello Brown, oppure se osservarlo da lontano. Il panorama è a dir poco mozzafiato e il Castello si presenta all’occhio del visitatore in tutta la sua massiccia mole quattrocentesca. Un tempo era chiamato Castello San Giorgio e fungeva da fortezza, finché Sir Montague Yeats Brown non la trasformò in ricca residenza nobiliare nell’Ottocento.

La sua posizione strategica lo rese inespugnabile per secoli. Si pensi che pure l’ammiraglio Andrea Doria, che pure riuscì a sottomettere gran parte della Riviera Ligure, non riuscì a conquistare Portofino.

Oggi il Castello, con le sue numerose sale, è di proprietà del Comune ed è visitabile. Non perderti la sontuosa terrazza panoramica: un vero e proprio balcone spalancato nel blu.

3. Continuare il trekking fino al Faro

Il faro di Portofino si trova a circa 40 metri sul livello del mare ed è attivo dal 1910.

Si erge sul promontorio come guida per i naviganti ma anche come una sorta di divisorio tra il Golfo del Tigullio e il Golfo Paradiso.

Il faro non è visitabile al suo interno, ma il percorso che si snoda nella vegetazione e la visuale che si spalanca sul Mar Tirreno saranno un’impagabile ricompensa. Con un po’ di fortuna, da qui si possono vedere i delfini e, talvolta, anche le balene.

Per arrivare qui è sufficiente proseguire sullo stesso sentiero che ti ha portato a Castello Brown. Il percorso dalla Chiesa di San Giorgio al Faro è di circa 1 km in salita. Vale certamente la pena.

2. Cosa fare a Portofino la sera: nel cuore dell’elegante movida ligure

cosa fare a portofino la sera

Se hai la possibilità di rimanere a Portofino anche la sera, ti consigliamo senza dubbio di rimanere nella zona del porto.

La piazzetta infatti si anima già all’ora dell’aperitivo, uno dei momenti preferiti della giornata in Italia. Qui inoltre è il luogo dove trovare diversi locali e ristoranti dove gustare i piatti tipici locali, come la farinata di ceci, il minestrone alla ligure, il pesto alla genovese (strepitoso) e ogni tipo di piatto a base di pesce.

Se sei alla ricerca di qualcosa di più movimentato, come una discoteca, ti suggeriamo di spostarti nella vicina località di Paraggi a Santa Margherita Ligure.

Per inciso, Paraggi è anche ritenuta la ‘spiaggia di Portofino’, in quanto il borgo non ne possiede una vera e propria. Le acque di Paraggi, di un azzurro intenso, faranno dimenticare facilmente il chilometro e mezzo che la separa da Portofino!

1. Esplorare il Parco Naturale Regionale di Portofino

cosa fare nei dintorni di portofino

In questo promontorio si ramificano più di 80 km di sentieri che sono principalmente suddivisi tra i comuni di Portofino, Santa Margherita Ligure e Camogli.

Alcuni di questi sentieri sono facilmente praticabili in autonomia, mentre per altri è necessaria la presenza di un’esperta guida ambientale.

In questo parco la natura è rigogliosa ed esplode nelle forme tipiche della macchia mediterranea: castagni, noccioli, pini e ulivi. Anche la fauna è particolarmente abbondante, con esemplari di merli, ghiandaie e anche rapaci come il falco pellegrino.

Nel sito ufficiale del Parco sono illustrati e classificati tutti i percorsi in base anche alla durata e alla difficoltà: non resta che partire!

Esplorate le 7 cose da preferire in un viaggio a Portofino, ecco le 3 cose che invece sarebbero da evitare.

3 cose da *NON* fare durante un viaggio a Portofino

3. Arrivare a Portofino in auto

Ti abbiamo suggerito di arrivare a Portofino dal mare, ma anche in treno, in bus oppure a piedi, percorrendo uno dei sentieri del Parco Naturale, è una buona idea.

Non ti consigliamo invece di arrivare in auto. Si tratta sicuramente della modalità più dispendiosa con cui visitare il borgo, ma anche di quella più stressante. Infatti, trovare parcheggio qui, soprattutto in alta stagione, è davvero complicato.

Nel caso tu stia facendo un tour in auto, ti consigliamo di lasciare la macchina a Santa Margherita Ligure (o altri porti vicini) e prendere il battello o il bus!

2. Dimenticarsi di essere all’interno di un ambiente naturale protetto

parco naturale di portofino

Portofino è una delle perle più preziose della Riviera Ligure anche perché il suo mare e il suo promontorio sono parte di aree naturali protette.

Quando visiti i boschi o ti avventuri per mare, non dimenticare di seguire le semplici regole che ti permettono non solo di rispettare l’ambiente che ti circonda, ma anche di vivere la tua vacanza in totale sicurezza!

1. Esplorare solo il centro storico di Portofino

Portofino è magica e rappresenta per molti l’idea del glamour e della vita da star hollywoodiane. I suoi scorci da sogno fanno pensare che non esista al mondo un luogo più spettacolare di questo.

Quello che noi ti suggeriamo è di non limitarti solo ai luoghi più iconici del centro storico. Se hai tempo, prendi spunto dalla nostra classifica e avventurati nella parte antica del borgo, oppure esplora le meraviglie del Parco Naturale!

Portofino è un luogo così magnetico che non vorrai più andartene via.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti