Un viaggio a passo lento lungo i cammini d’Italia, tra paesaggi favolosi, storia, cultura e spiritualità.

tickets banner

Scoprire e riscoprire l'Italia attraverso percorsi secondari e inediti, a volte antichi e storicamente celebri, è un'esperienza coinvolgente.

Passeggiare per i cammini d’Italia è un nuovo modo di viaggiare che consente, a chiunque, di spingersi oltre le consuetudini dell’ennesima scorciatoia e traiettoria turistica.

Vecchie rotte commerciali, sentieri, mulattiere ed antiche vie religiose ricche di storia, antichi sapori e spiritualità: questi sono i cammini d'Italia che incontrerai attraversando lo stivale a piedi.

I cammini d'Italia da nord a sud

Cammini d'Italia

Sempre più viaggiatori scelgono un tipo di viaggio sostenibile, lento e che permetta di entrare a contatto con il territorio e la sua gente.

Col diffondersi di questa nuova tendenza, molti enti locali e regionali, associazioni ambientali ed anche numerosi gruppi di escursionisti ed appassionati di cammini, hanno iniziato a promuovere passeggiate ed escursioni lungo le antiche vie che da secoli attraversano il nostro territorio collegando borghi, città e luoghi meravigliosi.

Spesso queste antiche vie sono molto lunghe e si spingono oltre confine collegando l'Italia ad altri paesi europei. Un esempio è la famosa via francigena, il cui tragitto originario partiva da da Canterbury ed arrivava fino a Roma.

Oggi, grazie al lavoro di tanti appassionati volontari e degli enti locali, una gran parte degli antichi cammini d'Italia è stata recuperata e resa fruibile. Per la maggior parte dei cammini ci sono siti web dedicati, con tutte le informazioni sulle singole tappe, gli alloggi, le tracce gpx e spesso dei contatti di referenti in loco, a cui chiedere consigli su come organizzare il viaggio e cosa vedere.

Viaggiare camminando, è incontrare la gente del posto, è seguire il ritmo dei propri respiri liberando corpo e mente dalle preoccupazioni, ed ammirando la vastità della bellezza che ci circonda. Da nord a sud, andiamo alla scoperta dei cammini più belli d’Italia. Sei pronto a scegliere il tuo cammino?

Cammini d'Italia: a piedi in Val D'Aosta

trekking in val d'Aosta

Camminare in Val D'Aosta – Ph. Credit: eryka- ragna-unsplash

A nord-ovest, al confine con Francia e Svizzera, la val d'Aosta, la regione più piccola d'Italia, è caratterizzata da un territorio montuoso dove i camminatori e gli amanti della montagna in primis, potranno ammirare le alte cime del Monte Rosa, monte Bianco, Cervino e Gran Paradiso.

Il paesaggio incantato di questa regione, è arricchito da castelli, borghi montani, santuari ed il capoluogo Aosta, la Roma delle alpi.

Chi sceglie di scoprire la val d'Aosta in cammino, può percorrere il Cammino Balteo, un percorso ad anello, di 23 tappe, per un totale di 350 km.

L'itinerario si sviluppa a media e bassa quota, tra i 350 e i 1900 metri s.l.m, e lungo sentieri, strade sterrate e pochi tratti asfaltati, attraversa oltre 40 comuni della regione.

Questo cammino, percorribile in tutte le stagioni, vi porterà nel cuore del territorio valdostano tra boschi, pascoli, vigneti, importanti siti archeologici, castelli, borghi ed antiche tradizioni locali.

In base alla vostra preparazione fisica ed ai vostri interessi, potrete organizzare il viaggio secondo le vostre esigenze o percorrere solo alcune tappe del cammino Balteo.

L'altro cammino principale che passa per la Val D'Aosta e prosegue verso sud, è la via Francigena. Il percorso della via Francigena in val d'Aosta si sviluppa in 5 tappe e parte dal Colle del Gran San Bernardo a più di 2000 metri e scende lungo la valle verso Aosta.

In questo percorso sarete sempre circondati dalle Alpi ed incontrerete castelli, antichi edifici di epoca romana, borghi, ed avrete anche modo di assaggiare ottimi prodotti e vini locali.

Piemonte

In Piemonte i cammini si snodano dalle alte vette delle Alpi fino alla pianura ed alle dolci colline delle Langhe e del Monferrato.

La varietà del territorio piemontese offre un'ampia scelta di cammini e la possibilità di arricchire il viaggio con visite a centri storici e città di grande importanza storico-culturale come per esempio Torino, la prima capitale d'Italia.

Chi vuole aggiungere al cammino un'esperienza eno-gastronomica con degustazioni di vino, può scegliere Il grande cammino del Monferrato, un percorso ad anello di 18 tappe, per un totale di 382 km.

Questo itinerario che interessa le campagne delle provincie di Asti ed Alessandria, vi porta alla scoperta delle colline dell'alto e basso Monferrato , con i suoi borghi e cittadine storiche, i castelli e gli innumerevoli vitigni dove vengono prodotti gli ottimi vini piemontesi.

In base al tempo a disposizione è possibile scegliere quale parte del percorso percorrere o in alternativa, fare itinerari più brevi di 5-7 tappe, ispirati ad un vino in particolare.

Un altro cammino molto antico che porta al santuario mariano più conosciuto ed importante delle Alpi, è il Cammino di Oropa.

Questo percorso parte dalla cittadina di Santhià nel vercellese, ed in 4 tappe da circa 15 – 20 km l'una, sale al santuario di Oropa dove fin dall'antichità, migliaia di pellegrini andavano a venerare la Madonna nera.

Si tratta di un percorso che raggiunge i 1143 metri di quota gradualmente, e per questo è ideale per i camminatori alla loro prima esperienza. Può essere percorso a piedi, in bici ed anche a cavallo, e si sviluppa tra piccoli borghi, santuari e la pace della natura.

In Piemonte potrete anche percorrere l'Alta via del Sale, un percorso che si sviluppa ad alta quota (1800 - 2100 m.) e che collega le alpi piemontesi al mare ligure, regalando splendidi panorami sulle cime alpine.

Questo itinerario rientra nella più ampia via del Sale, un antico tracciato utilizzato per trasportare il sale dalle località marine liguri all'entroterra padano e piemontese.

I cammini della Liguria

Liguria

In Liguria potrai camminare tra mare e montagna passando per splendidi borghi. Questa regione è ricca di sentieri che portano alla scoperta di tante aree con una grande biodiversità.

Dalla costa all'entroterra fino alle montagne, si ammira una grande varietà di paesaggi e panorami.

Chi vuole attraversare la regione da ovest ad est, può avventurarsi sull'Alta via dei Monti Liguri, un itinerario che si sviluppa attraverso le Alpi e gli Appennini Liguri.

Da Ventimiglia nei pressi del confine francese, in 43 tappe, potrete arrivare a Ceparana, località vicino alla Toscana.

Questo cammino viene spesso scelto dai ciclisti perché i sentieri in montagna sono anche percorribili in mountain-bike.

Chi invece preferisce camminare a quote più basse muovendosi lungo la costa, può scegliere il panoramico Sentiero Italia che in 30 tappe attraversa la regione.

Un'alternativa interessante è quella di abbinare una parte del cammino a delle giornate di mare o visite culturali alle città costiere liguri.

Inoltre, chi volesse iniziare il cammino in Liguria e terminarlo in un'altra regione, può scegliere degli itinerari lungo la via del Sale o lungo la Via Postumia che collega Genova ad Aquileia, attraversando ben 6 regioni del Nord Italia!

Leggi anche il nostro articolo sulle escursioni in Liguria.

Lombardia

Il Sentiero del Viandante - Lombardia

La Lombardia, regione conosciuta per la sua importanza economica, si sviluppa tra le Alpi e la Pianura Padana e per la sua posizione strategica, è sempre stata una terra di passaggio per ragioni commerciali e militari, difatti da qui passano diverse strade costruite in epoca romana.

In Lombardia troverete montagne, la pianura, laghi, borghi, città d'arte come Milano, Pavia, Mantova e potrete scegliere tra itinerari storici, religiosi e culturali.

Chi è interessato ad un cammino non troppo impegnativo, dai panorami suggestivi sul lago di Como, può percorrere il Sentiero del Viandante che in 5 tappe, per un totale di 50 km, collega la città di Lecco a Colico.

Durante il percorso potrete ammirare bellissimi panorami lacustri e visitare borghi pittoreschi.

Un altro cammino suggestivo è il Cammino di Carlo Magno che in 8 tappe, per un totale di 160 km, vi porta da Bergamo a Ponte di Legno, passando anche per la Val Camonica, sito Unesco per le sue antiche incisioni rupestri.

In questo percorso culturale-naturalistico avrete modo di godervi la natura tra boschi, panorami lacustri ed alpini, oltre a visitare borghi pittoreschi come Lovere e Bienno.

Chi desidera scoprire le montagne lombarde, più precisamente le Alpi Orobiche, può scegliere la via Priula, un itinerario di 4 tappe che partendo dalla Val Brembana in provincia di Bergamo, raggiunge la bassa Valtellina in provincia di Sondrio.

Alla scoperta del Veneto

Gli itinerari del Veneto

La regione Veneto, famosa per iconiche città d'arte come Verona e Venezia, offre ai camminatori paesaggi che vanno dalle vette dolomitiche alla costa adriatica, passando per i colli Euganei ed i colli Berici.

Come primo cammino citiamo il Cammino di Sant'Antonio, un cammino di fede che ripercorre i luoghi più importanti della vita di sant'Antonio da Padova.

Il percorso inizia a Camposampiero in provincia di Padova ed in 22 tappe, conduce al Santuario de la Verna in Toscana congiungendo 2 luoghi legati a due santi molto importanti in Italia: Sant'Antonio e San Francesco.

L'itinerario completo è lungo 430 km ed attraversa 3 regioni, passando per città d'arte quali Rovigo, Ferrara e Bologna, e territori di grande bellezza come i colli Euganei.

Chi invece vuole esplorare le montagne venete può percorrere il Cammino delle Dolomiti, un percorso ad anello di 30 tappe, per un totale di 500km.

Questo cammino che si sviluppa nella provincia di Belluno, vi porterà a scoprire le meravigliose Dolomiti, pittoreschi borghi e la storia e le tradizioni di questi splendidi luoghi.

Trentino Alto Adige

Trentino alto adige

A nord-est, ai confini con l'Austria, il Trentino Alto Adige è una regione prevalentemente montuosa dai panorami stupendi.

Qui camminerete sulle meravigliose Dolomiti, tra boschi, vallate, laghi alpini, vigneti e borghi montani, fino ad arrivare alle sponde nord del lago di Garda.

Uno dei cammini più emozionanti di questa regione è il Sentiero della Pace, un percorso di 28 tappe lungo più di 500 km, che si svolge prevalentemente in alta quota.

Si tratta di un cammino storico-militare che attraversa i luoghi della Prima Guerra Mondiale dove si fronteggiarono i soldati dell'esercito italiano ed austriaco.

Camminando nella natura maestosa il camminatore incontra trincee, monumenti commemorativi e i resti di ciò che lasciarono i soldati. Il percorso, presenta delle parti molto impegnative, ed invita ad una profonda riflessione.

Di grande interesse storico-culturale sono il Sentiero di San Vili e la Via Vigilius. Questi percorsi si intrecciano e si sviluppano tra le province di Trento e Bolzano e ripercorrono i luoghi di San Vigilio, vescovo che evangelizzò questi territori.

La Via Vigilius si compone di 8 tappe che possono anche essere percorse come escursioni giornaliere. L'itinerario attraversa il poco conosciuto altopiano della Val di Non e tra malghe, boschi, chiesette montane arriva nei pressi di Trento.

Friuli Venezia Giulia

Ai confini con Austria e Slovenia, il Friuli Venezia Giulia è una regione di scambi culturali e paesaggi incantevoli.

Qui trovate tutto: montagne, mare, borghi sul mare e borghi montani, lagune, castelli ed antiche tradizioni.

Camminare in questa regione vi darà la possibilità di godere di una meravigliosa natura e di visitare città d'arte ed attrazioni storico-culturali di pregio.

Un cammino suggestivo che attraversa la regione, è il Cammino Celeste.

Questo itinerario di 200km, da Aquileia, importante città fondata dai romani e sito Unesco dal 1998, in circa 10 giorni, conduce al santuario mariano del Monte Lussari.

Si tratta di un percorso che dal mare conduce alla montagna attraversando borghi, prati, colline fino ad arrivare alle foreste delle belle Alpi Giulie.

E' un'esperienza di grande spiritualità, a contatto con la natura e con le culture e tradizioni dei popoli che si incontrarono e si incontrano in questo territorio.

Un altro cammino scenico e molto più impegnativo è la Traversata Carnica, un itinerario di circa 180 km che da San Candido in Trentino, attraversa le montagne venete, le alpi carniche e le alpi Giulie, fino a Coccau, un paesino nel Tarvisiano, vicino al confine sloveno.

Infine, abbiamo la Via del Tagliamento, il tratto friulano dell'antica via Romea Allemagna che dal centro Europa passava per il Friuli ed arrivava fino all’antica città romana di Concordia Sagittaria, in Veneto.

Questo itinerario segue il corso del fiume Tagliamento passando per praterie, boschi ed antichi borghi di interesse artistico-culturale.

Cammini ed escursioni sulle Dolomiti

Le splendide Dolomiti, con i loro panorami mozzafiato, sono il paradiso dei camminatori in tutte le stagioni. Qui si possono fare cammini più o meno lunghi, di grande bellezza.

Di seguito segnaliamo alcuni percorsi ma ricordate che in qualsiasi luogo delle Dolomiti, sarà possibile camminare circondati da un paesaggio indimenticabile!

Come primo percorso segnaliamo l'itinerario alle tre cime di Lavaredo, tre famose vette rocciose nelle Dolomiti di Sesto, in Val Pusteria.

Si tratta di un percorso ad anello di circa 10 km, percorribili in circa 4 ore. Non è particolarmente faticoso e non presenta grandi dislivelli.

Durante questo percorso che si snoda su sentieri ben mantenuti, ammirerete le 3 cime ed incontrerete anche dei laghi alpini e qualche rifugio dove bere un drink con un meraviglioso panorama.

Spostandoci di valle, in val Gardena, troviamo l'Alpe di Siusi, l'altopiano più esteso d'Europa.

L'alpe è circondato da montagne imponenti come il Massiccio dello Sciliar, il Catinaccio ed il gruppo del Sassolungo.

Qui, tra panorami mozzafiato sulle Dolomiti e i paesini dell'Alpe di Siusi, troviamo 450 km di itinerari di tutti i livelli, per camminatori, ciclisti ed amanti della natura.

Infine, non può mancare un'escursione al famoso lago di Braies, il più grande lago delle Dolomiti.

Questo lago alpino circondato dalle Dolomiti, è incantevole e colpisce per i suoi colori freddi e caldi. E' d'obbligo la bella passeggiata ad anello intorno al lago, per ammirarne la bellezza da tutti gli angoli.

Se sei un camminatore esperto o un amante della montagna che vuole vivere la montagna al cento per cento, sulle Dolomiti hai a disposizione diversi cammini di più giorni.

Emilia Romagna

Emilia Romagna

L'Emilia Romagna è una regione che vi stupirà per la cordialità e la simpatia della sua gente sempre pronta ad accogliere i viaggiatori a braccia aperte.

Il paesaggio di questa regione spazia dal mare agli Appennini passando per borghi e castelli, regalando tanti panorami diversi e belli.

Uno dei cammini d'Italia più famosi è la Via degli Dei, un itinerario che attraversa l'Appennino tosco-emiliano collegando le città di Bologna e Firenze.

Il tracciato di 130 km, percorribili in 5-7 giorni, attraverso vallate, colline e boschi, vi porterà alla scoperta di luoghi ricchi di arte, storia, cultura e tradizioni culinarie.

Leggi anche il nostro articolo sulla Via degli Dei.

Un altro itinerario che si sviluppa nei territori dell'Appennino tosco-emiliano e delle Alpi Apuane, è la via Vandelli che collega Modena alla città di Massa, sul litorale toscano.

Questo percorso di 170 km, percorribili in 7 giorni, vi porterà a scoprire luoghi di grande bellezza come la Garfagnana e il Frignano, oltre a città d'arte e monumenti di pregio come i palazzi ducali di Modena e Massa, e la Rocca di Castelnuovo.

Da Bologna parte anche un altro cammino che collega Emilia Romagna e Toscana: la via della lana e della seta.

Questo percorso di 130 km, percorribili a piedi in 6 tappe, collega Bologna, per secoli capitale della seta, a Prato, la città della lana.

Questo itinerario è anche percorribile in mountain-bike in 3 giorni.

Toscana

La Toscana è una delle regioni più conosciute ed amate dai viaggiatori stranieri per le sue città d'arte e per il suo splendido paesaggio di montagne, colline e mare.

In Toscana i camminatori hanno a disposizione diversi tracciati perché in questa regione si intrecciano vari cammini antichi che dall'Europa scendevano fino a Roma.

Un Cammino d'Italia molto suggestivo ed emozionante è il Cammino della linea Gotica.

Si tratta di un percorso che taglia l'Italia del centro-nord in orizzontale ed in 26 tappe collega la Versilia in Toscana, con la provincia di Pesaro Urbino nelle Marche.

Questo tracciato lungo circa 500 km e percorribile anche in mountain bike, ripercorre i luoghi in cui durante la seconda guerra mondiale si scontrarono gli alleati ed i tedeschi.

Coloro che amano la lingua italiana possono avventurarsi lungo il Cammino di Dante, un percorso naturalistico-culturale che in 20 tappe, ripercorre i luoghi dove visse il grande letterato Dante Alighieri.

Partendo da Firenze, città natale di Dante, passando per gli splendidi panorami del Mugello, del Casentino e dell'Appennino tosco-romagnolo, si arriva a Ravenna, la città in cui il Poeta morì.

Un altro cammino ricco di storia, cultura e natura è Il cammino di San Jacopo che vi darà anche la possibilità di visitare alcune delle più importanti città d'arte toscane.

Infine ricordiamo anche la splendida via degli Abati che da Pavia in Lombardia, conduce a Pontremoli in Toscana, passando anche per Bobbio, borgo medievale inserito nella lista dei Borghi più belli d'Italia.

Lazio

Un vecchio proverbio italiano dice che tutte le strade portano a Roma... ed è proprio così!

Fin dall'antichità il Lazio, è attraversato da percorsi che hanno come destinazione finale Roma.

Ma oltre alla capitale, questa regione, tra borghi montani, boschi, villaggi di pescatori, montagne e mare, ha molto da offrire ai camminatori.

Chi cerca un cammino tra natura, storia ed archeologia, può percorrere il Cammino Tuscia 103 che attraversa la provincia di Viterbo.

Con i suoi 110 km questo cammino ci porta alla scoperta dei borghi medievali e dei siti etruschi dell'alto Lazio, collegando il fiume Tevere al mar Tirreno e le città di Orte e Tarquinia.

Anche La via Francigena del Lazio, ripercorrendo l'ultima parte del tragitto che i pellegrino facevano per raggiungere Roma, ci permette di conoscere i territori di questa bella regione, in particolare la Tuscia, antico nome della regione degli Etruschi, e la provincia di Viterbo.

Questo itinerario conduce in luoghi di grande bellezza ed importanza storica come il borgo di Acquapendente, Bolsena ed il suo lago, la città di Montefiascone e Viterbo, la città dei Papi.

Nel Lazio inoltre si trovano diversi itinerari che ripercorrono i luoghi ed i passi di 2 santi molto importanti: San Benedetto e San Francesco.

Questi cammini attraversano le regioni centrali d'Italia in particolare Lazio ed Umbria.

Umbria

L'umbria, regione del centro Italia famosa per essere il luogo natale di San Francesco, accoglie i camminatori tra le sue vie di pace.

Assisi è la città simbolo del Santo e meta principale di molti cammini in Umbria.

Camminare in Umbria significa riscoprire borghi, antiche chiese e tranquilli eremi circondati da una natura ricca di spiritualità.

Un percorso straordinario nella parte sud-occidentale dell'Umbria è il Cammino de borghi Silenti, un itinerario ad anello di 91 km, percorribili a piedi o in bicicletta.

Il percorso si sviluppa ai piedi dei Monti Amerini in un'area naturalistica molto bella dove i camminatori tra boschi di castagni, lecci e querce, attraverseranno la provincia di Terni passando per 13 borghi, tra cui anche il borgo di Montecchio tra i più belli d'Italia.

Il cammino raggiungere le cime del Monte croce di Serra e di pian dell'Ara da dove ammirerete paesaggi stupendi.

Un cammino molto bello e di grande spiritualità è il Cammino Francescano della Marca che ripercorre le orme di Francesco tra Umbria e Marche.

E' un percorso di 167 km che attraversa i bellissimi paesaggi dell'Appennino Umbro-Marchigiano ed il parco nazionale dei Sibillini, toccando città e borghi di grande bellezza tra cui Spello, Foligno ed Ascoli Piceno.

Un altro cammino di intensa spiritualità è il Cammino di San Benedetto che si snoda lungo i luoghi importanti della vita di San Benedetto da Norcia.

L'itinerario parte da Norcia e termina all'abbazia di Monteccassino nel Lazio.

Durante il percorso i camminatori ammireranno antiche abbazie, monasteri, piccoli borghi e regioni di grande bellezza naturale e non toccate dal turismo di massa.

Marche

Marche

Le Marche è una delle regioni meno conosciute del centro Italia che vi stupirà per i suoi splendidi paesaggi tra colline ed il mare Adriatico.

L'entroterra è attraversato dai monti Sibillini e da rilassanti colline coltivate mentre la costa adriatica è caratterizzata da vivaci cittadine di mare, spiagge sabbiose ed il bel promontorio del Conero.

Anche le Marche sono attraversate da cammini religioso-culturali come il Cammino Francescano della Marca ed i percorsi dei Cammini Lauretani che da diversi luoghi conducevano i pellegrini al Santuario di Loreto che fino all'800 è stato il più importante santuario dedicato a Maria.

Un cammino suggestivo che vi porterà alla scoperta dell'entroterra marchigiano da nord a sud, è il Cammino dei Cappuccini.

In questo percorso di quasi 400km divisi in 17 tappe, si ripercorrono i luoghi dei frati cappuccini visitando antichi conventi ed eremi.

Si tratta di un cammino di grande interesse storico-culturale ed un'esperienza completa a contatto con la natura ed i frati cappuccini, che in alcuni casi ospitano anche i pellegrini nei loro conventi e li accompagnano in qualche tappa.

Un cammino che unisce natura, storia, tradizioni e sapori è il Grande Anello dei Borghi Ascolani, un percorso ad anello che in 7 tappe, attraversa i suggestivi borghi collinari della provincia di Ascoli Piceno.

Questo itinerario di difficoltà medio-alta, tra sentieri e mulattiere, avvolti in una splendida natura, vi porterà alla scoperta di antichi ponti, ruderi di castelli, importanti luoghi di spiritualità e borghi abbandonati.

Un altro cammino che vi porterà alla scoperta di luoghi fuori dal turismo di massa è il Cammino dei Forti, un percorso di 120 km percorribili in 5 giorni, che si sviluppa nella provincia di Macerata.

L'itinerario ad anello inizia a San Severino Marche, ed attraverso boschi, colline e territori montuosi, conduce i camminatori alla scoperta di borghi di pregio ed antichi e suggestivi forti.

Abruzzo

Camminare in Abruzzo

Trekking in Abruzzo - Ph. Credit - Federico di Dio - Unsplash

L'Abruzzo, regione che si sviluppa tra il mare Adriatico e gli Appennini, è nominata Regione verde d'Europa in quanto una buona parte del suo entroterra è occupato da parchi.

In questa regione si cammina tra mare e montagna, valli e boschi, circondati da panorami meravigliosi, alla scoperta di antiche tradizioni.

Un cammino particolare e suggestivo è il Tratturo Magno, un itinerario che ripercorre l'antica via (tratturo) che i pastori percorrevano con i loro greggi per spostarsi dalle montagne alle zone più miti.

Il Tratturo Magno era la via principale che collegava l'Aquila in Abruzzo, a Foggia in Puglia.

Questo cammino naturalistico-culturale, tra borghi, campi e luoghi sacri, ci porta alla scoperta delle antiche tradizioni pastorali italiane.

Un altro cammino che ci racconta una parte della storia d'Italia è il Cammino dei Briganti.

Questo itinerario ci parla della storia dei Briganti, braccianti e contadini che si opposero con le armi all'appena formato Regno d'Italia e si nascosero in queste zone remote.

Un percorso di 7 tappe che attraversa le province di Rieti e l'Aquila, passando per un territorio veramente particolare con la sua natura selvaggia, i suoi colori, i suoi piccoli borghi lontani dal caos cittadino, e le sue tradizioni culinarie.

Itinerari nel Sud Italia: Molise

Il Molise, piccola regione del sud Italia che si affaccia sul mar Adriatico, stupisce per il suo entroterra collinare e montuoso, dove i camminatori incontreranno borghi antichi e suggestivi paesaggi fuori dal turismo di massa.

Anche il Molise è attraversato dalle antiche vie usate dai pastori, i tratturi.

Questi antichi percorsi arrivavano fino al Tavoliere delle Puglie, la vasta pianura a nord della regione Puglia, dove le greggi si fermavano per passare l'inverno.

Il Molise è anche attraversato da cammini culturali e di grande spiritualità, come il Cammino del Perdono, un percorso che unisce l'Abruzzo alla Puglia, passando per il Molise.

Questo cammino ripercorre le tracce dell'eremita Pietro da Morrone, che nacque in Molise e venne eletto papa nel XIII secolo.

Gran parte del percorso si sviluppa lungo i tratturi molisani, passando per boschi, foreste, piccoli borghi, antichi santuari e conventi.

In Molise passano anche la Via Francigena del sud che raggiungeva i porti pugliesi e la via di San Francesco – con le Ali ai piedi – che unisce Lazio e Puglia, passando per i luoghi dell'omonimo santo.

Il cammino San Francesco – con le ali ai piedi -, si sviluppa in Molise per 7 tappe e tocca borghi suggestivi nel silenzio della natura incontaminata.

Campania

Costiera Amalfitana - Campania

La Campania, è una regione famosa per le sue attrazioni storico-culturali, le città d'arte, Napoli in primis, i siti archeologici come Pompei ed i bellissimi paesaggi e borghi della penisola Amalfitana e della penisola Sorrentina.

In questa regione si cammina tra panorami bellissimi, avvolti dall'allegria e dalla generosa ospitalità della gente.

I camminatori rimarranno colpiti dagli splendidi panorami che ammireranno lungo l'Alta via dei Monti Lattari, un cammino di 4 giorni tra mari e monti.

Il cammino è impegnativo ma la fatica sarà ripagata da viste stupende sul Vesuvio, la valle Metelliana, il golfo di Salerno e la Costiera Amalfitana.

Per chi ha meno tempo a disposizione e si trova in zona, consigliamo il Sentiero degli Dei, un bellissimo percorso di circa 10 km che da Bomerano raggiunge la parte alta di Positano, regalando panorami bellissimi su tutta la costa.

Proseguendo verso sud, nel Parco Nazionale del Cilento, potete seguire il Cammino di san Nilo, un itinerario suddiviso in 8 tappe, che vi porterà alla scoperta del basso Cilento e della storia dei Santi bizantini, in particolare Nilo da Rossano.

Lungo questo cammino naturalistico e spirituale, ammirerete la natura del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni passando per 13 incantevoli borghi, fino a raggiungere le spiagge di Palinuro.

Inoltre, non mancano importanti attrazioni storico-culturali come i bellissimi templi dorici dell'antica città di Paestum!

Puglia

Cammino in Puglia

La Puglia, chiamata anche “il tacco“ d'Italia, è una regione molto amata dai visitatori per i suoi splendidi paesaggi, le spiagge e le sue innumerevoli attrazioni storico- culturali.

Questa regione bagnata dal mar Adriatico e dal mar Jonio, è sempre stata meta di pellegrinaggio perché dai suoi porti, i pellegrini si imbarcavano per raggiungere Gerusalemme.

In Puglia si cammina tra costa ed entroterra, passando per città d'arte, borghi, antiche case rurali, riserve naturali, in un bellissimo paesaggio caratterizzato dalla tipica macchia mediterranea fatta di querce, lecci e distese di ulivi.

I camminatori possono scegliere di percorrere una delle splendide vie del Cammino Materano (Via Peuceta e Via Ellenica), che hanno come meta finale Matera, in Basilicata.

La Via Peuceta, parte dalla città costiera di Bari e si addentra nell'entroterra pugliese attraversando distese di ulivi, boschi, e l'altopiano delle Murge fino a raggiungere le gravine che caratterizzano il paesaggio di Gravina di Puglia e Matera.

E' un percorso di 7 tappe alla scoperta di suggestivi borghi medievali, masserie, trulli, chiese rupestri, e dei sapori genuini dell'ottima gastronomia locale.

La Via Ellenica parte da Brindisi, altro importante porto pugliese, e si divide in 2 parti.

La prima parte (6 tappe) attraversa la splendida Valle d'Itria con i suoi pittoreschi borghi bianchi, fino a raggiungere Alberobello, la città dei trulli.

La seconda parte (8 tappe) da Alberobello e si addentra nell'affascinante terra delle Gravine, tra canyon, boschi, antichi villaggi e chiese rupestri.

Questo itinerario vi darà l'opportunità di visitare 2 siti Unesco: Alberobello e Matera.

Chi preferisce partire dall'entroterra e raggiungere il mare, può scegliere il Cammino del Salento, un percorso che si sviluppa nella parte più meridionale della Puglia: la penisola Salentina.

Il percorso parte dalla bella città barocca di Lecce ed in 6 tappe arriva a Santa Maria di Leuca, splendida località sul mare.

Un altro cammino storico- culturale bello ed interessante, è il cammino Federiciano che da Gioia del Colle in 7 tappe, conduce alla città costiera di Trani.

Questo percorso di 130 km segue le tracce di Federico II e tra sentieri ricchi di storia e cultura, vi porterà a visitare anche Castel del Monte, il castello Federiciano per eccellenza.

Basilicata

Cammino Materano - Basilicata

Cammino Materano - Basilicata - Ph. Credit: Cammino Materano Fbook page

La Basilicata o Lucania, è una regione del sud tra le meno conosciute che stupisce per la bellezza e la varietà dei suoi paesaggi, le sue tradizioni, e la spontanea accoglienza della gente.

In Basilicata troverete mare, colline, montagne, antichi borghi ed una cucina tipica semplice e gustosa.

Una delle mete più suggestive di questa regione è sicuramente Matera, destinazione finale delle vie del Cammino Materano.

Chi vuole attraversare la regione partendo dalla costa Tirrenica per arrivare alla costa Jonica, può scegliere il cammino Basilicata coast to coast.

Si tratta di un itinerario di 9 giorni che parte da Maratea, suggestivo borgo sul mar Tirreno, ed attraversa l'entroterra lucano passando per le Dolomiti Lucane, il Pollino, Matera ed altri luoghi suggestivi come Craco, la città fantasma.

Calabria

Calabria - Parco dell'Aspromonte

Calabria - Parco dell'Aspromonte - Naturaliter Fbook page

La Calabria , la punta dello Stivale, è una regione di grande bellezza che alterna i colori del mare alla natura selvaggia ed incontaminata del suo entroterra.

Questa regione, definita la culla della Magna Grecia, è una terra di antiche tradizioni, borghi nascosti e panorami bellissimi che arrivano fino alle coste siciliane.

Chi vuole ammirare le coste calabre e godere del bel mare di questa regione, può percorrere il Calabria coast to coast, un itinerario di 55 km percorribile anche in mountain bike, che in 3 giorni vi porta da Soverato sulla costa degli Aranci (mar Jonio), a Pizzo sulla costa degli Dei (mar Tirreno).

In questo percorso si cammina tra campi coltivati, viti, uliveti, boschi e piccoli borghi dove si ritrovano tradizioni antiche e dove è possibile assaporare l'ottima cucina locale.

Inoltre, una volta terminato il cammino, potrete rilassarvi in una delle belle località sul mare della costa degli Dei!

Un altro cammino di 1000 km circa che attraversa tutta la Calabria è il Cammino Basiliano, un itinerario che vi porta a scoprire le tante anime di questa regione ed il suo territorio variegato.

Il percorso si sviluppa tra valli, centri storici ed aree naturalistiche di grande pregio come il Parco del Pollino, il Parco della Sila ed il Parco dell'Aspromonte, raggiungendo la meta finale di Reggio Calabria, la città dello Stretto.

Infine, segnaliamo anche il bellissimo Sentiero dell'Inglese, l'itinerario a piedi che il pittore inglese Edward Lear fece nel XIX secolo e che lo portò alla scoperta della parte più meridionale della Calabria.

Questo percorso si snoda attraverso il Parco dell'Aspromonte tra boschi, cascate, fiumare e borghi antichi e suggestivi come Pentedattilo, Staiti e Bova.

Durante il cammino ammirerete bellissimi panorami su mare e monti e sarete inebriati dal profumo del bergamotto e delle piante della macchia mediterranea!

Sicilia

Sicilia - in cammino sull'Etna

Sicilia - in cammino sull'Etna - Ph. Credit: Naturaliter Fbook page

La Sicilia è senza dubbio una regione in grado di offrire un viaggio ricco di esperienze a 360°.

Questa isola circondata da uno splendido mare, ci regala paesaggi meravigliosi, città d'arte che testimoniano l'incontro tra culture diverse, borghi, monumenti antichi di straordinaria bellezza e una cucina tipica eccellente.

I camminatori possono percorrere la Magna via Francigena, un percorso di 183 km diviso in 9 tappe che attraversa l'isola collegando le due importanti città di Palermo ed Agrigento.

Questo cammino si sviluppa nell'entroterra siciliano passando per piccoli borghi, boschi, altopiani e masserie, fino a raggiungere Agrigento e la splendida Valle dei Templi.

Chi preferisce camminare in montagna può scegliere la Via Francigena per le Montagne Palermo Messina.

Si tratta di un itinerario di 22 tappe che collega Palermo a Messina, attraversando le catene montuose delle Madonie, dei Nebrodi, fino a raggiungere le cime dei monti Peloritani.

I camminatori scopriranno borghi e paesaggi montani, castelli normanni e città d'arte.

In Sicilia si trova il cammino più a sud d'Italia: il Cammino Ibleo.

Questo percorso naturalistico-culturale, porta alla scoperta della parte sud-orientale dell'isola, attraversando un vasto altopiano calcareo con canyon e muretti in pietra bianca, per poi raggiungere la Val di Noto con le sue belle città barocche come Modica e Ragusa Ibla.

Sardegna

La Sardegna, isola tanto famosa per le sue fantastiche spiagge e per il mare cristallino, ha un entroterra ricco di paesaggi diversi fra loro, borghi e siti archeologici, tutti da scoprire.

Percorrere i cammini sardi significa conoscere le diverse anime di questa regione, la storia e le sue antiche tradizioni.

Un itinerario che attraversa tutta la Sardegna da sud a nord è il Cammino di Santu Jacu, un cammino turistico-religioso che ripercorre i luoghi di culto dedicati a San Giacomo.

Si sviluppa in 60 tappe per un totale di 1600 km circa.

Trattandosi di un percorso lungo, ci sono almeno 4 varianti che vi porteranno ad esplorare delle zone specifiche della Sardegna, tutte ricche di attrazioni paesaggistiche e culturali di pregio.

Un altro percorso molto suggestivo che permette di girare tutta la Sardegna percorrendone la costa è il Cammino delle cento Torri, un percorso che si sviluppa lungo 8 itinerari che collegano le torri costiere dell'isola, offrendo viste e panorami mozzafiato.

Un cammino storico-religioso molto bello ed interessante, è il Cammino di Santa Barbara che attraversa la zona del Sulcis-Iglesiente-Guspinese, nella parte sud-ovest dell'isola.

Si tratta di un percorso di 500 km che parte e termina nella città di Iglesias e che attraversa i luoghi di devozione a Santa Barbara, la protettrice dei minatori.

E' un cammino che si sviluppa tra entroterra e costa e racconta la storia di questo territorio passando per villaggi abbandonati, vecchie miniere, gallerie costruite tra mare e montagna, mare cristallino e spiagge solitarie.

Se sei indeciso e non sai quale cammino scegliere, leggi anche il nostro articolo sui 10 cammini più belli d'Italia.

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti