Il suggestivo Monferrato, regione piemontese patrimonio Unesco, ricco di storia, bellissimi castelli e prelibatezze enogastronomiche

Il fascino del Monferrato, tra vino e castelli

Immaginate di camminare in una bella giornata d’autunno, tra sentieri che percorrono dolci colline, in mezzo alle vigne, oppure tra boschi e borghi ricchi di storia e tradizioni. Tutto questo è il Monferrato, regione del Piemonte tra le province di Alessandria e Asti, patrimonio Unesco dal 2014, famosa in tutto il mondo per i paesaggi e i suoi prodotti enogastronomici. Qui si producono tra i migliori vini d’Italia, da gustare insieme ai piatti tipici, funghi, nocciole, formaggi e tartufi. Visitare il Monferrato è un’esperienza meravigliosa che appaga tutti i sensi. 


L’Alto e il Basso Monferrato, il Monferrato Casalese

La regione è divisa in tre aree. L’Alto Monferrato, al confine con la Liguria, è così detto per i suoi rilievi. Tra i centri maggiori troviamo Novi Ligure, Ovada e Acqui Terme, ognuno con importanti vitigni in cui si producono vini rossi, bianchi e spumanti. Ad Acqui Terme, come suggerisce lo stesso nome, potrete godere del relax di stabilimenti termali. Meritano una visita anche Gavi con il famoso Forte medievale, e Ponzone il quale, sviluppandosi sulla costa d una collina lunga ben 25km, gode di un bellissimo panorama sulle colline circostanti. Del Basso Monferrato fanno parte diversi comuni dove, oltre ai vini, si produce anche grappa. Il comune più importante è sicuramente Asti, bellissima città medievale, famosa per il palio e i tartufi, ricca di storia e di monumenti. In questa zona non perdetevi una visita agli “infernot”, piccole grotte scavate sotto le case, un tempo usate per conservare i cibi e come ritrovo, riscoperte di recente. A completare questa magnifica regione c’è il Monferrato Casalese, il cui paesaggio è formato dalla pianura percorsa dal fiume Po, dove sorgono le risaie più grandi d’Italia. Visitate Casale Monferrato, il suo bel centro storico e la torre civica. 


I castelli del Monferrato

Il Monferrato è anche noto per la presenza di numerosi castelli che dominano su tanti borghi. Esiste un percorso che parte da Ovada e tocca altri undici comuni, ognuno col suo castello: Molare, Cremolino, Prasco, Morsasco, Trisobbio, Orsara Bormida, Montaldo Bormida, Carpeneto, Roccagrimalda, Tagliolo Monferrato e Belforte Monferrato. Assolutamente da vedere sono anche i castelli di Sannazzaro, Razzano, Lajone, Gabiano e Piea. 


I vini del Monferrato

Grazie alla sua particolare conformazione del terreno ed al clima continentale, il Monferrato è un vero e proprio paradiso per gli amanti del vino. È difficile per i non esperti definire una geografia dei vini prodotti qui, quasi tutti DOC. In generale, possiamo dire che ad Acqui Terme si produce Dolcetto e Brachetto; ad Asti il Barbera, il Moscato e il Grignolino. Anche Ovada è la terra del Barbera, mentre Novi Ligure è nota per il suo Moscato, Cortese, Gavi e altri eccellenti vini bianchi secchi, frizzanti e spumanti.

NB: ogni zona produce generalmente i vini caratteristici di tutto il Monferrato, ma ognuno possiede delle particolarità. Ogni vitigno è un’eccellenza, ogni vino è un’emozione sempre nuova. Alla salute! 


Per poter ricominciare a visitare l'Italia, l'Italia deve ricominciare.

Caro lettore di Visit Italy, la nostra azienda ha come mission quella di rendere l'Italia la meta n°1 del turismo mondiale. Dopo l'emergenza Covid-19 le cose non saranno le stesse e, per riportare il turismo in Italia ai suoi fasti abbiamo bisogno del tuo aiuto. Se ti sta a cuore la rinascita dell'Italia, puoi partecipare alla nostra campagna donando un piccolo contributo. Grazie di cuore.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti