Stradine strette, case intonacate di bianco, piccoli ristoranti in riva ad un mare di cristallo, fanno di Maratea una delle mete balneari più note e frequentate della Basilicata. Sul piccolo borgo e sulle sue spiagge domina monte San Biagio, dove si trova la famosa, enorme, statua del Cristo redentore, uno dei simboli più celebri di Maratea.

Maratea e il mare: le spiagge più belle

Maratea ha un piccolo, incantevole porto dove trascorrere le serate estive, ma anche tante spiagge bellissime, tutte caratterizzate da un mare limpido e da fondali spettacolari, che oltre ad essere il paradiso degli amanti dello snorkeling, spesso hanno portato alla luce anche reperti storici di età Greco-Romana.

La costa della Basilicata è varia, alterna aspre scogliere rocciose a spiagge di sabbia finissima: per un'estate indimenticabile a Maratea si ha davvero solo l'imbarazzo della scelta.

Cala Jannita, ad esempio, è famosa per la sua sabbia scura di origine vulcanica, ma la secca di Catrocucco è altrettanto affascinante, grazie alla sua meravigliosa piscina naturale formata dalle rocce. Santa Teresa invece è un'ampia spiaggia di sabbia soffice bagnata da un mare azzurrissimo che la rende una tra le più amate dai turisti. Ugualmente grande, e molto amata dalle famiglie, anche la spiaggia di Fiumiciello è dotata di una sottile sabbia dorata a di un mare meraviglioso, come del resto tutte le località del Golfo di Policastro.
Da Maratea si possono facilmente organizzare escursioni alla scoperta di una costa di rara bellezza che include anche piccole cale semi nascoste e raggiungibili solo via mare.

Maratea: cosa vedere

Il centro di Maratea è un incantevole borgo dove fare delle tranquille passeggiate, magari fermandosi ad ammirare le varie botteghe artigiane o ad assaggiare la cucina locale nei numerosi ristoranti tipici.

Il cuore della città è Palazzo de Lieto, un'elegante edificio settecentesco che spesso ospita mostre ed eventi culturali. Molto nota anche la Fontana della Sirena, raffinata costruzione in pietra considerata una delle mete più note (e romantiche!) della città.

Impossibile recarsi a Maratea senza fare almeno una passeggiata su Monte San Biagio, dalla cui vetta si gode un panorama mozzafiato. Qui si trovano diversi punti d'interesse, tra cui gli affascinanti ruderi di Maratea Vecchia, la Basilica di San Biagio e soprattutto la famosa statua del Cristo Redentore, realizzata dallo scultore Bruno Innocenti nel 1965, che con i suoi 21 metri d'altezza veglia su Maratea ormai da decenni.

Marina di Maratea ha inoltre una piccola grotta in prossimità del mare, Grotta delle Meraviglie, che merita decisamente il nome che le è stato dato. All'interno, infatti, si trovano spettacolari stalattiti e stalagmiti dalle forme incredibili e dalle affascinanti trasparenti. La grotta non è grande e si può visitare facilmente a piedi poiché poco profonda e ben attrezzata con scale e passerelle.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti