Una passeggiata alla scoperta dei borghi più belli della Basilicata tra storia, cibo e tradizione.

La Basilicata è una delle regioni interne più misteriore dell'Italia e sul suo appennino a metà tra le sue province più grandi, Potenza e Matera, nasconde un mondo fatto di borghi e piccoli comuni dalla storia centenaria. 

Dallo Ionio al Tirreno, la Basilicata è uno scrigno colmo di tesori. Scopriamo insieme una parte di questi tesori!

I Sassi di Matera: la terra della cultura

La prima tappa sono probabilmente il posto più famoso della Basilicata: i Sassi di Matera. Hanno la conformazione di un borgo medieovale, ma i Sassi sono due quartieri di Matera, il Sasso Caveoso e il Sasso Barisano, formati da un particolare tipo di abitazioni ed edifici scavati nella roccia della Murgia materana. 

Il Sasso Barisano è particolare per le sue strade fregiate da stemmi scavati nella stessa roccia delle case ed è chiamato così per essere stato realizzato lungo la strada che porta a Bari. Il Sasso Caveoso, invece, deve il suo nome alla disposizione delle sue case che sembrano ricordare la cavea di un teatro greco-romano. Popolati fin dall'antichità, non sono più abitati dagli anni Cinquanta.

Separati dalla Civita e dalla bianca cattedrale di Santa Maria de Idris, insieme alla quale compongo il centro storico di Matera. Dal 1993 i Sassi sono iscritti nel patrimonio dell'umanità UNESCO.

Pisticci: la terra degli innamorati

Dopo i famosi Sassi di Matera, Pisticci è uno dei borghi più belli di tutta la regione. Con le sue vie candide e i suoi tetti rossicci, sembra quasi ricordare un paesino dell'Andalusia. Pisticci, però, non ha nulla da invidiare agli altri paesini, essendo unico nel suo genere, si estende dall'appennino lucano fino alla costa jonica, ma ciò che lo rende unico è il suo centro storico, posto su un'altura e composto da un mucchio di case bianche che circondando l'antico castello di San Basilio, costruito come masseria fortificata intorno al VII secolo, che divenne castello con la costruzione del torrione centrale. 

Pisticci è spesso scelto dagli innamorati per weekend romantici per i suoi luoghi panoramici che mettono in scena un paesaggio bucolico, unico nel suo genere. Tra questi luoghi c'è senza dubbio la passeggiata sugli archi di Terravecchia e la terrazza del melograno.

Craco: il borgo fantasma

Craco è uno splendido comune fantasma della Basilicata. Negli anni sessanta il paese viene abbandonato in seguito ad una frana, ma oggi è possibile visitarlo. La vista di Craco è quella di un borgo medioevale dove il tempo sembra essersi fermato. 

Nonostante la frana e l'essere disabitato, Craco resta un posto incantevole da visitare tanto che ha spesso attirato l'attenzione del mondo del cinema.

Clicca qui per saperne di più su Craco

Calciano - Il paese degli ulivi

Lungo quelle che sono definite le piccole Dolomiti Lucane sorge un borgo normanno dalle sembianze bucoliche: Calciano. Il piccolo comune è considerato la porta del parco Regionale di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane ed è meta turistica per la sua storia e per la sua cucina tipica. Tra i piatti tipici spiccano senz'altro le Lagane con fagioli o ceci e  i "Gnummridd", celebri involtini di agnello e capretto.

Ma tra le distese sconfinate del paesaggio delle Dolomiti Lucane, la fanno da padrona anche gli ulivi, e proprio qui a Calciano, nella valle del Basento, si trova uno degli antichi frantoi più importanti della Basilicata, l'antico frantoio Il Chiastrone. Qui circondati da ulivi ultracentenari si raccolgono diversi tipi di oli con tecniche tradizionali dai sapori delicati a quelli più intensi. Grazie al comfort climatico le coltivazione non richiedono trattamenti particolari e gli oli riescono ad essere genuini e puri. Passare in queste zone e fermarsi ad ammirare la bellezza degli ulivi millenari e provare la bontà di questi sapori, non ha prezzo.

Pietrapertosa: il cuore delle Dolomiti Lucane

Ultimo, ma non per importanza il bellissimo comune di Pietrapertosa. Situato sulle alture delle piccole Dolomiti Lucane, è circondate da questi banchi di roccia, noti come i calanchi, che ne disegnano il paesaggio circostante.

Pietrapertosa è stato inserito tra i borghi più belli di Italia. La sua conformazione particolare è dovuta al fatto che l'intero paese è costruito e incastonato nella roccia delle Dolomiti Lucane. L'intero paese si arrocca e si dirama intorno ad un un'unica via principale che porta al Castello Normanno-Svevo sul quale svetta u'arco naturale che fungeva da torre di avvistamento.

Questi sono solo alcuni dei borghi più belli della Basilicata, ma ce ne sono altre decine spostandosi verso il mare, come Metaponto, o spostandosi verso la Puglia con la bellissima Venosa, la città del poeta Orazio e dell'Aglianico del Vulture.

La Basilicata è una delle regioni più sottovalutate, ma nasconde dei tesori inestimabili. Cosa fai ancora lì? Vieni in Basilicata e godi delle sue bellezze.

Per poter ricominciare a visitare l'Italia, l'Italia deve ricominciare.

Caro lettore di Visit Italy, la nostra azienda ha come mission quella di rendere l'Italia la meta n°1 del turismo mondiale. Dopo l'emergenza Covid-19 le cose non saranno le stesse e, per riportare il turismo in Italia ai suoi fasti abbiamo bisogno del tuo aiuto. Se ti sta a cuore la rinascita dell'Italia, puoi partecipare alla nostra campagna donando un piccolo contributo. Grazie di cuore.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti