L’8 novembre è la Giornata Mondiale dei Guinness World Record in cui si celebrano i primati nelle più svariate categorie. Riconoscimenti di questo genere non mancano all’Italia e ad italiani.

Il Guinness World Record è un libro edito annualmente dal 1955 che raccoglie tutti i record del mondo.

L’idea di collezionare ogni possibile tipo di primato venne a sir Hugh Beaver, l’allora amministratore delegato del birrificio Guinness di Dublino. Il 4 maggio 1951, durante il ricevimento che seguì una battuta di caccia, osservò come alcuni pivieri dorati fossero riusciti a fuggire grazie alla loro velocità; nacque così una discussione tra i presenti tesa a definire se il piviere dorato fosse o meno l’uccello più veloce d’Europa.

Sir Hugh pensò che queste discussioni dovessero essere molto frequenti ed ebbe l’idea di creare un libro nel quale chiunque potesse soddisfare la propria curiosità in fatto di record. Così si rivolse ai gemelli Ross e Norris McWhirter, specializzati in record d’atletica, e gli affidò la prima edizione del Guinness dei Primati.

Il libro uscì il 27 agosto 1955 ed ebbe un successo immediato. Ancora oggi, dopo la scomparsa dei McWhirter, risulta essere il libro soggetto a copyright più venduto al mondo ed il terzo in assoluto dopo la Bibbia e il Corano. Avendo venduto più di 100milioni di copie in 100 paesi diversi è il libro stesso un record!

Per quanto riguarda l’Italia, non manca certo di brillare all’interno di questo riconoscimento, soprattutto quando si tratta di battere record culinari. Noi di Visit Italy abbiamo selezionato i 10 che più ci hanno lasciato senza parole!

Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto.

Thomas Jefferson

10. La zucca più grande del mondo (Redda in Chianti, Toscana)

20211108120123zucca-record-mondo-2021-foto-facebook-lo-zuccone-2.jpeg

Si tratta di uno degli ultimi record raggiunti in Italia. A Radda in Chianti, in provincia di Siena, il contadino Stefano Cutrupi con la sua zucca di ben 1.226 chili ha vinto il record per la zucca più grande del mondo. Una grande gioia raggiunta dopo 14 anni di cure, superando così il record che era stato fino a poco prima detenuto dal belga Mathias Willemijns con 1.190,50 chili. 

Crediti Foto: Lo Zuccone

9. Il teatro più piccolo del mondo (Vetriano di Pescaglia, Toscana)

20211020153312teatrino-di-vetriano.jpg

Sempre in Toscana, a Vetriano di Pescaglia, in provincia di Lucca, c’è il teatro più piccolo del mondo. È grande solo 71 metri quadrati ma è completamente equipaggiato di tutto ciò che un teatro pubblico deve avere: sipario, balconata e 75 posti a sedere. Fu ricavato da un fienile dell’ottocento, restaurato nel 1997 e inserito nel FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano). 

Credits Photo: fondoambiente.it

8. Pizze da record (Roma, Napoli, Reggio Emilia e Rivarolo Canavese)

20211020155322pizza lungomare napoli.jpg

La pizza si sa è uno dei piatti più amati in Italia, fiore all’occhiello che per anni ci ha anche permesso di metterci alla prova nel Guinness dei primati.

Il primo tentativo viene fatto nel 2012 a Roma, dove viene realizzata Ottavia, la pizza più grande del mondo: oltre 9.000 kg di farina, 100% gluten free. Composta da 5.234 lastre d’impasti, Ottavia ha ricoperto un’area di oltre 1.261,65 mq per 40m di diametro. Condita con 4.000 kg di pomodoro, 4.000 kg di mozzarella per pizza, 190 kg di olio, 675 kg di margarina, 250 kg di sale marino, e un peso complessivo di 23.250 kg.

Non manca sicuramente la variante dei pizzaioli di Napoli che nel 2016, durante l’evento del Pizza Village, riempiono la passeggiata sul Lungomare Caracciolo con ben 1.853,88 metri d’impasto, raggiungendo il record di pizza più lunga del mondo. Tale record purtroppo gli viene deturpato l’anno dopo dalla cittadina americana di Fontana, vicino Los Angeles, che batte Napoli con una pizza di 1.930 metri.

I pizzaioli napoletani però non si danno per vinti e l’anno seguente controbattono vincendo il record per la pizza fritta più lunga del mondo: 7,15 metri raggiunti con 80 kg d’impasto e condita con ricotta, fiordilatte, ciccioli, pomodoro e pepe.

Nel 2019 a Reggio Emilia, il pizzaiolo emiliano Giuseppe Mario Amendola vince il record per pizzaiolo più veloce del mondo (una pizza margherita in 24 secondi).

Ultimo record nel mondo della pizza è stato raggiunto quest’anno (2021) a Rivarolo Canavese (Torino) che ha realizzato 38 metri di pizza in pala (la tipica pizza romana, diversa dalla napoletana), aggiudicandosi il premio di pizza in pala più lunga del mondo.

7. Il panettone più grande del mondo (Milano, Lombardia)

20211020164811Panettone più grande al mondo Milano.jpg

In occasione del Natale, a dicembre 2018, nella splendida Galleria Vittorio Emanuele II, Milano taglia il panettone più grande del mondo, firmato dal maitre chocolatier Davide Comaschi: 332,2 kg di peso, un diametro di 115 cm e un'altezza di un metro e mezzo. Per realizzarlo ci sono voluti cento ore e un team di sei professionisti che hanno utilizzato: 49.500 gr di farina, 37.800 gr di burro, 25.200 gr di zucchero, 25.000 gr di cioccolato fondente, 22.500 gr di uvetta, 22.500 gr di arancio candito, 22.500 gr di acqua, 18.000 gr di tuorli, 15.000 gr di panna, 7.000 gr di prezioso cioccolato Ruby (il cioccolato naturalmente rosa), 5.100 gr di miele, 2.000 gr di cioccolato bianco, 810 gr di sale, 540 gr di aroma naturale arancia, 360 gr i aroma naturale limone, 225 gr di vaniglia.

Il panettone è un tipico dolce natalizio, nato a Milano e consumato in tutta Italia. Ne esistono tante varianti, ma tradizionalmente consiste in un morbido pane dolce cotto in forno e spesso condito con uvetta e canditi.

Credits photo: milanotoday.it

6. La zeppola più grande del mondo (Napoli, Campania)

20211020171212zeppola più grande del mondo.png

In Italia il 19 marzo si festeggia la Festa del Papà. Simbolo di questa ricorrenza è la zeppola di San Giuseppe, un dolce tipico napoletano che è una sorta di frittella con farina, zucchero, uova, burro e olio d’oliva, arricchita da crema pasticciera, zucchero a velo ed amarena.

Nel 2019, in occasione della festività, nello storico Caffè Gambrinus, lo chef Stefano Avellano prepara la zeppola più grande del mondo. In totale la super zeppola pesa 84 chili, un diametro di circa un metro e una copertura di 25 chili di crema e amarene. Una vera bomba di golosità!

Credits photo: vocedinapoli.it
In copertina Credits photo: Scuola di giornalismo Suor Orsola Benincasa i
n convenzione con l'Ordine Nazionale dei Giornalisti

5. Il tiramisù più lungo del mondo (Milano, Lombardia)

20211020172940Tiramisu-Record.jpg

Nel 2019 Milano si aggiudica un nuovo record realizzando il tiramisù più lungo del mondo. Il tiramisù è uno dei dessert più diffusi in tutta Italia, a base di biscotti savoiardi, caffè, crema al mascarpone, uova e cacao.

Questo dolce da record misura 273,5 metri ed è stato preparato da 30 pasticceri, con 50mila savoiardi, 500 kg di mascarpone, 300 litri di caffè, 65 kg di zucchero, 60 kg di tuorlo d'uovo, 70 kg di albume d'uovo, 65 kg di cacao amaro. Con tali quantità ed ingredienti la città meneghina è riuscita a battere il precedente primato di 266,9 metri raggiunti l’anno precedente nel Friuli Venezia Giulia.

Le 15mila porzioni uscite fuori sono poi state distribuite tra le mense di Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna. Insomma, un evento goloso ma anche solidale!

Credits photo: milanoweekend.it

4. Il profiterole più grande del mondo (Latina, Lazio)

20211021091921Il_profiterole_piu_grande_del_mondo-Mirkoricciguinness.jpg

Il profiterole è un dessert, nato in Francia ma ampiamente consumato in Italia. Si ottiene dall’insieme di più bignè ripieni di crema pasticcera, crema chantilly, panna o gelato e ricoperti con crema di cioccolato.

Nonostante l’origine del dolce sia francese, il record però è made in Italy. Infatti il 15 settembre 2019 a Latina si realizza il profiterole più grande del mondo: 430 kg di dolce al cucchiaio, allestito con 9.000 bignè, 200 kg di crema chantilly e 200 kg di glassa al cioccolato. Battendo alla grande il precedente record svizzero di Airola (253 kg).

3. La preparazione di più caffè in un’ora (Napoli, Campania)

20211021095000record-caffe.jpg

Il record è stato stabilito dal barista napoletano Francesco Costanzo, che in un’ora ha preparato 703 caffè con le macchine a leva.

L’evento si è svolto il 23 settembre 2019 in Piazza Municipio a Napoli. Un totale di 703 caffè convalidati, regolarmente serviti in tazzine da 25 ml con piattino e cucchiaino. A questi vanno poi aggiunti 23 altri caffè che il giudice supervisore gli ha scartato.

Credits Photo: napolitoday.it

2. La pasta sfoglia più lunga del mondo (Forlimpopoli, Emilia Romagna)

20211021100620sfoglia più lunga del mondo forlimpopoli.jpg

Nell’agosto del 2020, a Forlimpopoli, in provincia di Forlì – Cesena, in Emilia Romagna, durante la Festa Artusiana, che celebra i 200 anni dalla nascita del gastronomo e letterato Pellegrino Artusi, si realizza la pasta sfoglia tirata al mattarello più lunga del mondo. 177,72 metri che stracciano il record precedente di 125 metri realizzati l’anno prima al Fico Eataly World, il parco tematico del cibo di Bologna.

Oltre 100 sfogline e sfoglini (gli addetti a “tirare la sfoglia” a mano): dalla signora di 96 anni alla ragazza di 16. Tempo mezz’ora e le sfoglie erano già tutte tirate.

Credits Photo: forlitoday.it

1. L'opera d'arte più lunga del mondo (Massa, Toscana)

20211021102756dale-e-il-guinness-world-record.jpg

È un italiano ad aver realizzato nel maggio 2021 l’opera d’arte più lunga del mondo. Si tratta dell’artista Luca Fruzzetti, in arte Dale, e la sua è l’opera d’arte più lunga del mondo realizzata da un solo individuo. Il lavoro si chiama “The Walk of Peace” (La Passeggiata della Pace) ed è stato realizzato, in piena pandemia, a Massa per una lunghetta certificata di 5.310 metri, superando il precedente primato statunitense di 3.300 metri.

L’opera nasce non solo per il raggiungimento di un record ma anche per lasciare un importante messaggio di speranza per l’arte, la cultura e non solo! Per la realizzazione ci sono voluti mesi di lavoro ed oltre sessanta volontari. L’opera ha ricoperto tutto il lungomare che va da Fonte dei Marmi a Massa: un arcobaleno nel quale volano leggiadre farfalle. L’opera vuole trasmettere positività e leggerezza, ma anche tante altre simbologie: dall’empatia alla diversità, dalla sostenibilità ambientale all’inclusione.

Durante questi mesi l’opera ha fatto il giro d’Italia, adornando alcuni dei posti più significativi delle città d’Italia: Il Colosseo di Roma, il Museo di Dante a Firenze, il Palazzo delle Esposizioni di L’Aquila, la Rocca di Fontanello a Parma e tanti altri. Fino in ultimo a superare i confini nazionali con l’esposizione all’EXPO di Dubai.

Credits Photo: vocepuana.com


E tu, cosa ne pensi: li conoscevi questi record? Qual è il tuo preferito?

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti