Tra le Colline del Prosecco sorge un luogo segreto, che sembra uscito dalle favole: Refrontolo. Scopriamolo assieme.

Con la rubrica Gemme nascoste in Italia, vi vogliamo portare alla scoperta dei posti e dei luoghi meno conosciuti ma non per questo meno straordinari d’Italia. Oggi faremo tappa a Refrontolo, nella provincia di Treviso, in Veneto. Questo paesino si trova immerso in un paesaggio unico, quello delle Colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene, patrimonio Unesco dal 2019. Già il suo toponimo ci descrive la sua posizione; infatti, il nome deriva dall’unione dei due termini “Ronco” e “Frontulo” il cui significato è quello di "luogo abitato tra i boschi".

Refrontolo è solo uno dei luoghi da visitare nel meraviglioso territorio delle Colline del Prosecco, in cui potrete scoprire non solo paesaggi e borghi unici ma anche sapori e profumi prelibati, dopotutto è proprio qui che viene prodotto uno dei vini italiani più conosciuti al mondo! Vediamo insieme che tesori nasconde questo paesino trevigiano.

Refrontolo e la Strada del Prosecco

Il piccolo comune di Refrontolo sorge a una trentina di chilometri a nord di Treviso, lì dove il paesaggio è dominato da dolci pendii ricoperti da infiniti filari di viti: le Colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene. Refrontolo è posto in un belvedere collinare di fronte al pianoro Quartier del Piave e la sua zona è famosa per la produzione del vino rosso Refrontolo Passito DOCG. Il monumento che caratterizza questo territorio è un antico mulino ad acqua situato lungo la via che collega Refrontolo all’abitato di Rolle: il Molinetto della Croda.

Refrontolo è uno dei luoghi toccati dal percorso principale della Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene. La Strada è nata nel 2003 e comprende oltre all’originaria Strada del Vino Bianco tre ulteriori percorsi in grado di valorizzare tutto il territorio, i suoi diversi paesaggi viticoli e le tante attrattive, anche storico-artistiche, disseminate lungo le colline tra Conegliano e Valdobbiadene. Questa zona sa regalare non solo splendidi e variegati paesaggi ma anche buon cibo e ottimi vini.

Molinetto della Croda

Il monumento più particolare di Refrontolo è il suo antico mulino ad acqua. Il Molinetto della Croda, situato nella valle del Lierza, rappresenta uno dei più suggestivi angoli della Marca Trevigiana che nei suoi quasi quattro secoli di storia ha incantato migliaia di visitatori.

Rappresenta un caratteristico esempio di architettura rurale del secolo XVII e oltre al mulino comprende anche un alloggio per la famiglia custode, una stalla e un granaio. Dopo aver vissuto anni di degrado, nel 1991 il mulino è stato acquistato dal comune di Refrontolo che ha proceduto a un accurato restauro trasformandolo in un museo della molitura

Cosa vedere a Refrontolo e dintorni

Refrontolo è il luogo ideale per avventurarsi, a piedi o in bici, lungo i vari percorsi escursionistici che circondano la zona, lungo i quali sarà possibile concedersi una pausa in uno dei numerosi agriturismi della zona per poter assaggiare le prelibatezze del territorio. 

Oltre al Molinetto della Croda il centro storico di Refrontolo ospita splendide residenze, tra le quali Villa Battaglia Spada. Da Refrontolo si possono raggiungere facilmente Cison Valmarino, con il suo CastelBrando, e Follina, con la sua Abbazia di Santa Maria, due dei Borghi più belli d’Italia. Ovviamente come poter perdersi le due città simbolo di questa zona, Valdobbiadene e Conegliano, magari percorrendo i sentieri che marcano la Strada del Prosecco. Per concludere non vi resta che raggiungere Treviso, una delle città d’arte venete più belle. 

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti