tickets banner

In Italia il vino può diventare un’esperienza straordinaria. Aldilà delle degustazioni, eccole le più insolite ed originali selezionate per te. 

Placide degustazioni all’ombra di cipressi, la possibilità di vendemmiare nelle campagne o di seguire una delle numerose Strade del Vino italiane. Sono solo alcuni assaggi delle tante esperienze che l’Italia dedica allo spumeggiante mondo del vino.

In quest’articolo, al di là delle esperienze più note, vorremmo condurti alla scoperta di quelle più insolite e che ti faranno scoprire un mondo fatto non solo di delizioso vino, ma anche di musei, di favolosi hotel e momenti di grande relax e romanticismo.

Iniziamo?

Le 5 esperienze più insolite legate al mondo del vino in Italia

In questo articolo, non parleremo di degustazioni o di vendemmie. O meglio, non saranno loro il fulcro dell'esperienza.

Raccoglieremo infatti qui solo le esperienze più particolari, quelle che, solo a leggerle, vorresti poterle bere in un sorso.

5. Vinoterapia (o Wine Therapy) e i bagni nel vino

Chianti, Lambrusco, Cabernet, Merlot: se ti dicessimo che potresti goderti un giorno alla SPA in compagnia di questi deliziosi vini?

Si tratta di un’idea che già antichi Greci e Romani ebbero prima di noi, e pare che pure Caterina Sforza ne apprezzasse i benefici.

L’uva, infatti, ha proprietà antiossidanti, rilassanti e tonificanti. Tramite un processo particolare, i chicchi d’uva, compresi i semi e le bucce, vengono usati per produrre creme, oli e fanghi.

E, quindi, tra peeling e massaggi, certamente la pelle di chi prova la wine therapy ne esce rinnovata. In alcune strutture, è persino possibile fare il bagno nel vino opportunamente trattato. Che ci sia un reale beneficio o un placebo: ma è davvero così importante saperlo?

4. In forma tra le vigne con il personal wine trainer

Esattamente. Tra le esperienze più insolite legate al vino figura la possibilità di allenarsi, anziché nello spazio chiuso di una palestra, nella bellezza dei filari di vigne.

Il personal wine trainer è l’insegnante che propone esercizi volti a riprendere l’elasticità dei movimenti, dopo la sedentarietà dei mesi d’ufficio. Non solo fitness, ma anche sessioni di yoga.

Tra le vigne, infatti, vi è la serenità di un ambiente dove si odono solo i suoni della natura e la bellezza di un panorama che certamente non si vede nella vita d’ogni giorno.

Il plus di questa esperienza? Una deliziosa degustazione di vini a fine allenamento.

3. Una visita al WIMU, il Museo del Vino di Barolo

Vi sono molti Musei dedicati al vino in Italia. Uno di questi è forse il più interattivo e si trova a Barolo, il simbolo del territorio delle Langhe, Patrimonio UNESCO.

Qui, nelle sale del Castello Falletti, si potrà assaporare la storia del vino, ma anche degli uomini e delle donne che hanno contribuito alla sua fama. I Marchesi Falletti, la Vedova delle Bollicine… Ogni sala del museo racchiude storie, e quante storie, permettendo di avventurarsi nel mondo del vino in un viaggio interattivo.

Non manca poi la possibilità di degustare il vino nell’enoteca che si trova proprio nelle cantine del Castello.

2. Di nuovo in Piemonte, alle Cattedrali sotterranee di Canelli, Patrimonio UNESCO

Il piccolo paese di Canelli, provincia di Asti, con i suoi 10 mila abitanti, è rimbalzato in cima agli interessi di tutti gli appassionati di vino nel 2014, quando l’intera area di Langhe-Roero e Monferrato venne dichiarata Patrimonio UNESCO.

Quello che colpisce di Canelli, però, non è visibile sulla superficie. Bisogna scendere verso il cuore della terra, dove si trovano le Cattedrali Sotterranee.

Si tratta di un grande capolavoro di ingegneria: delle cantine scavate nel sottosuolo che si diramano in sale e cunicoli sotto il suolo di Canelli. Qui viene lasciato fermentare il vino di Canelli ad una temperatura costante, tra i 12 e i 15 gradi.

E, naturalmente, alla fine del proprio viaggio sotterraneo, non può mancare un assaggio di queste famose bollicine. Cin cin!

1. Una notte di-vina: tra le esperienze più sorprendenti legate al vino

dormire in botte di legno

A coronare questo ventaglio di esperienze insolite, abbiamo scelto lei. Un’intera notte da trascorrere all’interno di una botte di legno.

L’esperienza non soltanto è confortevole, ma può avere veri risvolti di lusso e design. Le botti, infatti, sono state ricostruite e adattate in modo da poter ospitare una vera e propria stanza d’albergo con tutti i comfort.

Di proposte ce ne sono davvero per tutti i gusti, ma il comune denominatore è sempre uno: la possibilità di alloggiare in una location che non ha eguali, lasciandosi trasportare nel sonno dal profumo del legno e del vino.

Quali tra queste esperienze ispirate al mondo dell’uva e del vino ti piacerebbe vivere?

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti