Che ne dici di un viaggio in Toscana? Scopri con noi cosa vedere a Lucignano e dintorni, suggestivo borgo medievale della Valdichiana vicino Arezzo.

tickets banner

Se sei in cerca di una vacanza straordinaria in Italia, alla scoperta di paesaggi incantevoli, antichi borghi da visitare, storie e culture locali da vivere, la Toscana è sicuramente tra le regioni più iconiche di questa bellissima penisola. Il nostro viaggio oggi ci porta proprio in questa terra, più precisamente nel territorio della Valdichiana, alla scoperta di una splendida gemma chiamata Lucignano.

Questo borgo medievale, meglio conosciuto anche come ‘perla della Valdichiana’, è considerato una tappa immancabile per i viaggiatori. Perché? Beh, parti insieme a noi per Lucignano e scopri cosa vedere tra le sue mura: ti aspetta un’esperienza davvero unica, un tuffo tra la storia e l’arte di una regione fantastica!

Lucignano: cosa vedere nel borgo medievale

Visitare Lucignano è un’attività che vale assolutamente la pena inserire nel tuo itinerario di viaggio in Toscana, in particolare se stai organizzando una vacanza di almeno una settimana in questa magnifica regione. Il borgo, situato su una collina a circa 400 metri di altitudine sul confine sud-ovest della provincia di Arezzo, custodisce infatti molti tesori artistici e attrazioni caratteristiche che lo rendono a tutti gli effetti uno dei luoghi imperdibili della Toscana.

Pronti per visitare Lucignano? Ecco cosa vedere tra le mura della città:

- la Collegiata di San Michele Arcangelo;

- la Chiesa di San Francesco;

- l’Albero d’Oro di Lucignano;

- le mura cittadine e i vicoli storici;

- la Rocca di Lucignano.

La prima tappa del tour del centro storico di Lucignano è l’imponente Collegiata di San Michele Arcangelo, nel cuore della città. Si tratta della chiesa più grande di Lucignano, costruita nel corso del ‘500 (completata nel 1593), ed è sicuramente tra gli edifici più caratteristici del territorio.

La sua facciata, purtroppo mai del tutto completata dal punto di vista decorativo, si caratterizza principalmente per il suo grande portone e per le scalinate d’accesso; anche il campanile della Collegiata spicca sul panorama di Lucignano, con la sua altezza (la sua cima rappresenta il punto più alto del borgo) e il colore rossiccio dei suoi mattoni.

Al suo interno, la Collegiata custodisce opere d’arte sacra di artisti del rinascimento e del barocco, tra i quali Giacinto Gimignani, Matteo Rosselli e Andrea Pozzo, quest’ultimo autore del pregevole altare in marmo che precede l’antico crocifisso ligneo della chiesa risalente al tardo-medioevo.

Attraversando Piazza del Tribunale, il cuore pulsante del centro storico di Lucignano, si giunge alla prossima tappa in città: la Chiesa di San Francesco, una costruzione in stile gotico del ‘200 che si caratterizza dall’esterno per la sua suggestiva facciata realizzata secondo un disegno decorativo bicromo a trama orizzontale; particolarmente interessante è anche il portone d’ingresso, riccamente decorato.

L’interno della chiesa si presenta piuttosto sobrio rispetto ad altri edifici religiosi della stessa epoca, tuttavia custodisce pregevoli affreschi realizzati da artisti toscani del tardo medioevo: in particolare, tra le molte opere quella più conosciuta e ammirata è il Trionfo della Morte di Bartolo di Fredi, considerata una rappresentazione della Peste Nera.

Di fianco alla Chiesa di San Francesco c’è il Palazzo Comunale di Lucignano, un edificio medievale che ospita al piano terra il Museo Comunale, una vera perla da scoprire in questo borgo della Valdichiana. Tra le molte opere d’arte sacra custodite nel museo ce n’è una in particolare che attira la curiosità dei turisti, proprio per la sua unicità: è il cosiddetto Albero d’Oro di Lucignano.

Conosciuto anche come Albero della Vita o semplicemente Albero di Lucignano, questo capolavoro dell’oreficeria toscana è un reliquiario alto oltre 2 metri e mezzo realizzato a più riprese tra ‘300 e ‘400. Dal fusto centrale dell’albero si aprono dodici rami, sei per lato, il tutto sormontato da un Crocifisso e l’icona di un pellicano (un uccello ritenuto simbolico del sacrificio di Gesù). I rami sono arricchiti da foglie decorate, piccole teche per custodire le reliquie e rametti decorativi realizzati in corallo, un materiale pregiato il cui colore rosso simboleggiava il sangue di Cristo. Quest’opera maestosa è attribuita agli artisti Ugolino da Vieri e Gabriello D’Antonio.

Uno dei fattori caratteristici del borgo di Lucignano riguarda la sua forma ellittica vista dall’alto, un’estetica particolare delineata dalla struttura delle sue antiche mura difensive. La cinta muraria di Lucignano, ancora oggi molto ben conservata, presenta due portali d’accesso alla città costruiti entrambi nel 1371, detti Porta di San Giovanni e Porta di San Giusto.

Quest’ultima, inoltre, definisce una peculiare distinzione sociale storica all’interno del borgo. Infatti, entrando a Lucignano da questa porta, si dipartono due strade: via Roma a sinistra, nota come ‘la via povera’, dove risiedevano le famiglie più umili e caratterizzata da edifici piccoli e semplici; e via Matteotti a destra, chiamata anche ‘la via ricca’, abitata dalle famiglie nobili di Lucignano come testimoniato dagli eleganti palazzetti rinascimentali.

Dopo aver visitato il centro storico di Lucignano, concediti del tempo per visitare tutto il borgo anche nelle sue aree più periferiche, a ridosso delle mura interne. In quest’affascinante passeggiata in un’atmosfera che ricorda epoche remote, nella splendida cornice di Lucignano, lasciati stupire dai colori vivaci dei vicoli della città e vai a caccia degli scorci più autentici e belli da fotografare per la tua personalissima cartolina da Lucignano!

Un suggerimento per scattare una foto ricordo pazzesca qui a Lucignano? Bene, ritorniamo ai piedi della Collegiata, e orientiamo il nostro sguardo nella stessa direzione verso la quale guarda la facciata di questa maestosa chiesa: davanti ai tuoi occhi ammirerai le torri della Rocca di Lucignano, conosciuta anche come Rocca Senese, il castello cittadino costruito a fine '300 quando Lucignano passò sotto il dominio della città di Siena.

Lucignano: dove si trova e come arrivare

Lucignano: dove si trova e come arrivare

Lucignano è un comune di circa 3000 abitanti della provincia di Arezzo, in Toscana, situato sul confine sud-ovest con la provincia di Siena e poco distante dal confine regionale con l’Umbria, in particolare nei pressi della sponda settentrionale del Lago Trasimeno.

Nonostante la sua ubicazione apparentemente isolata, nel cuore delle campagne della Valdichiana, Lucignano vanta collegamenti importanti con il resto della Toscana. Di seguito, ecco come arrivare a Lucignano partendo dalle principali città vicine.

Per arrivare da Arezzo a Lucignano, ci si può muovere in automobile seguendo la SS73, SGC Grosseto-Fano e SP19 fino a destinazione (circa 30 minuti); in alternativa ci si può muovere in bus, con corse dirette giornaliere (circa 30 minuti), e addirittura per i più sportivi è possibile muoversi in bicicletta seguendo le strade rurali interne (circa 2 ore).

Per arrivare da Siena a Lucignano, l’ideale è muoversi in automobile percorrendo le SS715, SP11 e SP28 fino a destinazione (circa 40 minuti), oppure in autobus con corse dirette giornaliere (circa 50 minuti).

Per arrivare da Firenze a Lucignano, invece, conviene spostarsi comodamente in automobile guidando sull’autostrada A1 e uscendo al casello Monte San Savino per Lucignano (poco più di 1 ora), oppure si può scegliere di raggiungere Arezzo in bus o treno e proseguire da lì verso Lucignano in bus (dalle 2 alle 3 ore).

Qual è il momento migliore dell’anno per visitare Lucignano? Non c’è dubbio, sicuramente la primavera! Anzi, più precisamente a maggio, in occasione della festa cittadina più colorata di tutta la Valdichiana: stiamo parlando della Maggiolata Lucignanese!

Di cosa si tratta? Beh, è la folkloristica festa della primavera di Lucignano, celebrata ogni anno con una sfilata di carri per le vie del centro storico, similmente a quanto accade a Carnevale, dove i fiori sono gli assoluti protagonisti. La Maggiolata consiste in una vera e propria sfida tra i quattro quartieri di Lucignano (Porta Murata, Porta San Giovanni, Porta San Giusto e Via dell'Amore) per decretare il carro più bello e vincere l’ambito Grifo d’Oro, simbolo di Lucignano, in un’atmosfera di pura allegria, colori e profumi a ritmo di musica.

E alla fine della festa? L’evento si conclude con la premiazione del carro vincitore e con la tradizionale ‘battaglia dei fiori’, un momento di puro divertimento dove i carri vengono spogliati delle loro decorazioni floreali e tutti i fiori vengono lanciati vicendevolmente tra i concittadini per un vero e proprio bagno di primavera!

Lucignano: cosa vedere viaggiando per la Toscana

Lucignano: cosa vedere viaggiando per la Toscana

Dopo aver esplorato le bellezze di Lucignano e dintorni, cosa c’è da vedere nel viaggio attraverso la Toscana? Ecco per te alcune esperienze fantastiche per una vacanza indimenticabile in una delle regioni più iconiche d’Italia, con i suoi paesaggi unici al mondo. La prima tappa dopo Lucignano è Arezzo, capoluogo di provincia, dove ti consigliamo di visitare soprattutto la Cattedrale e il relativo museo d’arte sacra: per maggiori informazioni e prenotazioni, clicca il pulsante qui sotto.

Bella Arezzo, vero? Ma il viaggio è solo all’inizio. Preparati a visitare delle splendide gemme come Siena, San Gimignano, Pisa e, perché no, anche Lucca, città che custodiscono un patrimonio inestimabile di cultura e bellezza, simboli non solo di questa fantastica regione ma anche di tutta l’Italia turistica.

Regalati un tour speciale attraversando la Toscana, clicca il pulsante in basso per scoprire maggiori informazioni e acquistare il tuo ticket!

Per chiudere in bellezza il tuo viaggio in Toscana, non c’è niente di meglio di trascorrere qualche giorno a Firenze e lasciarsi avvolgere dalla sua storia, dalla sua arte, dalla sua cultura e anche dalla sua buona cucina. Non sai come vivere al meglio la tua avventura nella Città dei Gigli? Facile: clicca il pulsante qui sotto e scopri il Florence Pass, la tua city card completa per visitare il capoluogo toscano!

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti