La bellezza della Sardegna non risiede tutta nelle sue meravigliose spiagge d’acqua cristallina, la sua vera essenza è racchiusa in molto di più. Monumenti naturali e paesaggi unici, tra colline e vallate, parchi e riserve naturali, piccoli centri storici e siti archeologici, tradizione e autenticità, artigianato e una profonda cultura enogastronomica.

Tutto questo si può ammirare visitando i bellissimi borghi della regione, piccole perle incastonate nella natura incontaminata. Oggi scopriremo i 5 borghi più romantici del Nord Sardegna, ideali per una tranquilla passeggiata, mano nella mano, tra un tuffo e l’altro.


5. Aggius

20211116105947tramonto aggius.jpg

Nel cuore della Gallura, in provincia di Sassari nel Nord Sardegna, troviamo l’antico borgo di Aggius. Le vie di questo borgo, in cui le tradizioni secolari vivono ancora, sono caratterizzate da particolari case in pietra granitica, circondate dalla natura incontaminata. Aggius è situato a 514 metri sul livello del mare e da qui è quindi possibile godere di un panorama unico, che si estende dall’Asinara fino all’arcipelago della Maddalena e alla Costa Smeralda. 

Aggius è uno dei pochi comuni della Gallura ad aver conservato le secolari tradizioni di questa subregione storica: dalla Domenica delle Palme alla Pasqua di Resurrezione, si susseguono celebrazioni che si ripetono nei riti spettacolari e folcloristici della tradizione spagnola. Se si visita questo antico borgo non bisogna perdersi assolutamente il museo etnografico Oliva Carta Cannas, che conserva le testimonianze dell’antico passato del paese. Aggius è noto anche per la produzione di tappeti e l’arte della tessitura.

4. Giave

20211116110235borgo di giave.jpg

Nel nord-ovest della Sardegna, nella subregione del Logudoro, sorge il piccolo borgo di Giave, sulla sommità di un altopiano basaltico. Borgo di appena 600 abitanti, a Giave sarà possibile ammirare un paesaggio del tutto insolito, con romantiche viste sulla natura incontaminata. Qui, infatti, ci troviamo in una terra di vulcani spenti, e l’insolito paesaggio attorno a Giave si distingue per il Monumento Naturale dei crateri vulcanici del Meilogu, piccole alture di derivazione lavica, di forma aguzza, arrotondata o tagliata da tavolati pianeggianti. 

Ma a Giave sono presenti anche monumenti archeologici di grande importanza, dato che il paese fa parte della Valle dei Nuraghi, una delle aree a più alta densità di nuraghi e di domus de Janas. Il monumento principale facente parte di questo borgo è sicuramente il nuraghe Oes. Il centro storico del paese, invece, conserva i tratti tipici del borgo medievale.

3. Poltu Quatu

20211116110935capriccioli.jpg

Nella parte settentrionale della Gallura, tra bellezze naturali e mondanità, spicca il borgo di Poltu Quatu. Nato come borgo marinaro, in un’insenatura naturale immersa nel paesaggio mediterraneo e nel mare cristallino, oggi questo borgo è una meta rinomata della Costa Smeralda. Il borgo è caratterizzato da casette e ville bianche arroccate sulle colline che si affacciano sul mare, immerse nella lussureggiante vegetazione che nasconde l’intero paese, il cui nome significa, per l’appunto, “porto nascosto”.

Dal borgo potrai raggiungere facilmente le più belle spiagge della Costa Smeralda, tra cui Capriccioli (nella foto), cale Pitrizza e di Vope e Liscia di Vacca. Il centro del borgo è rappresentato da una piazzetta centrale e dal porto Marina dell’Orso. Poltu Quatu è ideale per una romantica passeggiata tra natura e divertimento.

2. Castelsardo

20211116111113castelsardo.jpg

Castelsardo è un incantevole borgo medioevale, situato in provincia di Sassari, nel Nord Sardegna, che sorge su un promontorio affacciato al centro del Golfo dell'Asinara. Il borgo non solo è uno dei borghi più belli della Sardegna, ma dell’Italia intera. Castelsardo è una roccaforte medievale e il castello è il Castello dei Doria, risalente, secondo la tradizione, al 1102, ma più verosimilmente a fine XIII secolo. Oggi è sede del Museo dell’Intreccio Mediterraneo, uno dei più visitati della Sardegna. Dal castello si può ammirare l’intero borgo, caratterizzato dalle casette colorate e dai vicoli stretti.

Il borgo oggi conserva intatto tutto il fascino del suo passato medievale e offre una vista mozzafiato sul Golfo dell’Asinara. La piazza principale del paese, Piazza del Duomo, si affaccia sul mare e lì sono presenti altri bellissimi palazzi, come il Palazzo dei Doria e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Niente di più romantico per una gita fuoriporta tra storia e paesaggi mozzafiato. 

1. San Pantaleo

20211116111324san pantaleo.jpg

Nel nord-est della Sardegna troviamo, infine, il pittoresco borgo di San Pantaleo. Circondato dalla natura selvaggia, San Pantaleo sorge sul massiccio granitico di Cugnana. Il piccolo borgo, situato a poca distanza della famosa Costa Smeralda, offre scorci unici. Il paese è caratterizzato dalle case di granito rosa e da numerosi oleandri, che lo rendono, durante la bella stagione, di una bellezza unica. 

Le vie del borgo sono ricche di eleganti boutique, più moderni atelier, botteghe di prodotti tipici gastronomici e tradizionali laboratori artigianali, tra cui ceramisti, orafi, artigiani del ferro battuto, intarsiatori, pittori e scultori. San Pantaleo è infatti famoso per il suo mercato del giovedì, in cui gli artisti locali, e anche internazionali, mettono in mostra le proprie opere. Le vie pittoresche di San Pantaleo sono perfette per una camminata tra tutte meraviglie del Nord Sardegna. 

Salude & Trigu

20211116111424salude e trigu logo.jpg

La Camera di Commercio di Sassari, che attualmente comprende i territori delle due province del Nord Sardegna, Sassari e Olbia-Tempio, ha avviato da inizio 2019 il programma quadro “Salude & Trigu” per la valorizzazione turistica degli eventi culturali e di tradizione del Nord Sardegna.

Salude e Trigu, che significa in italiano “salute e grano”, vuole essere un promotore di eventi, tradizioni, luoghi e persone, ma anche un luogo di scambio di saperi e di esperienze. Ha inoltre lo scopo di creare nuove opportunità di reddito, di lavoro e di sviluppo per le imprese turistiche del Nord Sardegna, data la consistente domanda del mercato turistico internazionale interessata a un’offerta territoriale autentica, culturale ed esperienziale. 

Salude e Trigu è quindi un progetto che unisce gli eventi culturali e di tradizione del Nord Sardegna, per scoprire una Sardegna autentica, incontrando le persone del luogo e vivendo le vere tradizioni del territorio. Sono eventi sia di grandi e sia di piccole dimensioni che permettono di vivere il bellissimo territorio del Nord Sardegna in maniera unica e autentica.

MAGGIORI INFORMAZIONI SU SALUDE & TRIGU

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti