Sulla costa nord-orientale della Sardegna, sorge Palau, graziosissimo comune trasformatosi da piccolo borgo di pescatori in una delle mete turistiche più ambite della Gallura. Abitato da poco più di 4000 anime, il comune di Palau offre molti luoghi d’attrazione – sia paesaggistica che culturale – e una magnifica costa dalle acque cristalline. Di seguito, vi segnaliamo 5 cose imperdibili da fare

Palau

La cittadina di Palau è situata proprio di fronte all’incantevole arcipelago di La Maddalena. Si trova incastonata in un’insenatura naturale grazie alla quale gode di una posizione riparata dai forti venti, tipici della zona. L’azione degli eventi eolici e delle onde ha ritagliato nei secoli una costa frastagliata e rocciosa. L’ affascinante scenario naturalistico è immerso in spettacolari acque cristalline dove si specchiano numerose spiagge e calette. Presumibilmente, il nome Palau deriva dal termine parago con cui, anticamente, i pescatori indicavano proprio un luogo di riparo dai forti venti che interessano questa regione costiera. Allontanandosi dalla costa, il paesaggio dell’entroterra è colorato da fitte pinete e una folta macchia mediterranea, dove crescono spontanee ginestra, lavanda, mirto, rosmarino e molto altro. Alla natura rigogliosa si affiancano spettacolari sculture granitiche modellate da Madre Natura nel corso dei secoli. Inoltre, vi sono diversi siti archeologici di grande interesse storico-culturale, a testimonianza delle antichissime radici di questi luoghi. Raggiungendo le altezze collinari, poi, si scorgono panorami di rara bellezza. Infine, il centro storico si visita con una piacevole passeggiata sul lungomare fino a raggiungere la piazza centrale che, tutte le sere d’estate, ospita un suggestivo mercatino di creazioni artigianali. Percorrendo la Via Nazionale, poi, si arriva al porto turistico da dove si può facilmente raggiungere la bellissima Isola di La Maddalena. 

Gastronomia

Il golfo di Palau offre una gastronomia locale ricchissima di prodotti ittici, gustati come secondi o come condimento per primi piatti a base di pasta fresca fatta a mano come gnocchetti e tagliatelle. Tuttavia, molti piatti tipici della Gallura sono anche a base di carne. Tra le pietanze imperdibili, vi consigliamo la famosa Suppa Cuata (letteralmente “zuppa nascosta”), anche detta Zuppa Gallurese. È una delle ricette tradizionali isolane a base di brodo di carne (generalmente pecora o agnello), pane raffermo e formaggio pecorino. Se siete golosi di dessert, poi, non potete perdervi il sapore unico dei puligioni dulci, ossia dei classici ravioli di pasta fresca, ma ripieni di ricotta e scorza di limone e conditi con un sugo di pomodoro dolcissimo. Queste e tutte le altre gustosissime pietanze tipiche del luogo sono accompagnate dai vini delle cantine storiche galluresi.

Cosa fare a Palau

Oltre alle magnifiche località balneari, Palau offre tanti spunti per il tempo libero e il divertimento. Per gli amanti del trekking, il paesaggio circostante ricco di sentieri che si perdono nella vegetazione mediterranea è il luogo perfetto per lunghe passeggiate immersi nella natura. Gli appassionati di fotografia, poi, possono scovare tanti punti panoramici per costruire lo scatto perfetto, come ad esempio il belvedere di Barrage. Da qui, la vista è davvero magica, in particolar modo per la posizione che affaccia sulle isole dell’Arcipelago della Maddalena. Per quanto riguarda la vita notturna, a Palau non avrete che l’imbarazzo della scelta: aperitivi al tramonto, serata animate in spiaggia, feste e musica dal vivo vi accompagneranno ad ogni angolo di questo splendido borgo nel nord della Sardegna.

Ecco la nostra scelta delle 5 cose da non perdere a Palau!


5.Le Tombe dei Giganti

La Sardegna è una terra ricca di storia antica e le vestigia che restano sul suo territorio raccontano del passaggio di numerose popolazioni e culture. Nell’entroterra di Palau, vi sono diversi siti archeologici di grande interesse storico. Tra i più importanti, vi segnaliamo le cosiddette Tombe dei Giganti, risalenti all’epoca di Bronzo e ancora oggi avvolti da un alone di mistero. Le più famose sono Li Mizzani e Sajacciu, imponenti strutture funerarie composte da blocchi monolitici di pietra. La particolarità di questo sito è che, osservato dall’alto, assume la sagoma della testa di un toro, animale venerato dalle antiche civiltà sarde.

4.La Fortezza di Monte Altura e la batteria di Talmone

Per un’immersione nella storia, vale la pena visitare la Fortezza di Monte Altura. Costruita nel XIX secolo, la fortezza militare offriva una vista panoramica dell’intera zona circostante, così da permettere di controllare e difendere la costa settentrionale sarda dagli attacchi esterni. Data la sua valenza architettonica e storica, la Fortezza è spesso annoverata tra le fortezze più belle d’Europa. La particolarità di questa costruzione sta nell’utilizzo del materiale principale, il granito del luogo, che fa si che la Fortezza di Monte Altura si inserisca perfettamente nel paesaggio. L’imponente costruzione granitica è situata sulla strada che porta al pittoresco borgo di Porto Rafael, famoso per le sue stradine costruite in granito sardo e per il suo stile chic. Per gli amanti del trekking selvaggio, invece, vale la pena raggiungere la sperduta Punta Don Diego sull’estrema costa settentrionale dell’isola e visitare la Batteria militare di Talmone, perfettamente mimetizzata tra rocce granitiche e macchia mediterranea. A ridosso del tratto di mare che separa la Sardegna dall’incontaminata isola di Spargi (arcipelago della Maddalena), la batteria di Talmone fa parte di un sistema difensivo costruito verso la fine del XVIII secolo. Questo sito rappresenta un luogo di immenso valore storico, in quanto protagonista di vicende belliche risalenti agli anni dell’Unità d’Italia e delle guerre mondiali.

3.Roccia dell'Orso

Visitando Palau, è immancabile vedere la Roccia dell’Orso. Simbolo raffigurato sullo stemma comunale del paese, la roccia è una collina granitica che si erge ad oltre 100 metri sul livello del mare. Modellata nel tempo dagli agenti atmosferici, Roccia dell’Orso è famosa proprio per la sua particolare forma che ricorda il grosso mammifero. Date le sue proporzioni mastodontiche e la sua particolare forma, fin dall’antichità veniva utilizzata come punto di riferimento naturale per i navigatori. Oltre alla famosa roccia, sulla sommità dell’omonimo promontorio si può godere di una spettacolare vista panoramica sul vicinissimo arcipelago della Maddalena.

2. Sport a vela

Palau è il paradiso per chi vuole praticare sport a vela ed è spesso teatro di competizioni in queste discipline. Non bisogna essere degli sportivi affermati per poter provare qualcosa di nuovo: a Palau potrete cimentarvi in sport a vela come il windsurf e il kitesurf anche se siete dei dilettanti! Nella cittadina troverete molte scuole e strutture specializzate dove potrete ricevere lezioni personalizzate da istruttori altamente qualificati. Insomma, un’esperienza imperdibile!


1.Le spiagge

La costa di Palau si estende per 24 km dal Golfo delle Saline alla foce del fiume Liscia, regalando una ventina di spiagge sabbiose insieme ad altrettanto numerose calette e insenature assolutamente da visitare. Di seguito, vi segnaliamo alcune tra le più belle:

La Sciumara, ad ovest di Palau, che presenta un fondale sabbioso e poco profondo. La spiaggia è di notevole bellezza: il contrasto tra il verde della macchia mediterranea da cui è circondata e l’azzurro-blu delle acque cristalline vi lascerà senza fiato. Inoltre, in lontananza, è visibile l’Isola di La Maddalena.

• La penisola dell’Isuledda (o Isola dei Gabbiani) è un lembo sabbioso di 50 metri formato dalla foce del fiume Liscia. L'Isuledda è il paradiso per gli appassionati di windsurf e tutti gli altri sport a vela, nonché habitat naturale di molti mammiferi marini. Lo spettacolare mare turchese si divide tra le due spiagge dell’Arenaria e di Porto Pollo.

• Per i più avventurosi, con un percorso trekking di circa 45 minuti, si può raggiungere Cala di Trana. Il cammino porta attraverso rocce spettacolari e una fitta boscaglia fino ad arrivare in cima a delle magnifiche dune di sabbia tendente al rosa. Le trasparentissime acque fanno di questa località una delle più belle di tutta la Sardegna, anche grazie al fatto che la sua difficoltosa accessibilità la rende poco frequentata e, quindi, meno contaminata. 

Infine, non dimenticate che da Palau è possibile partire per escursioni nel vicinissimo arcipelago della Maddalena.


Prossimi eventi

Nel periodo che va dal 5 al 12 settembre, si svolgerà la XXV edizione del Festival Internazionale Isole che Parlano. La manifestazione festeggia ben 25 anni, trasformandosi a poco a poco in una vera e propria tradizione in cui arti figurative e musica dilettano grandi e piccini per un’intera settimana.

Per restare sempre aggiornato su Palau e gli eventi che ospita, visita il sito web e la pagina Facebook di Salude & Trigu, un'iniziativa della Camera di Commercio di Sassari nata per promuovere il nord della Sardegna e le sue meravigliose tradizioni. 


Salude & trigu

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo