Dal 4 al 17 febbraio scopri la magia del Carnevale di Putignano in Puglia, giunto alla sua edizione 630. Ecco il programma e le date da non perdere!

tickets banner

La cittadina di Putignano si trova nella città metropolitana di Bari, in Puglia, ed è tra i luoghi più interessanti da visitare nel territorio delle Murge specialmente in inverno. In particolare, il Carnevale di Putignano è la ricorrenza più importante e prestigiosa di questo borgo pugliese. Non a caso, quella di Putignano è tra le celebrazioni del Carnevale più antiche al mondo e tra le più importanti in Europa con alle spalle ben 630 anni di storia, magia e divertimento.

Non vuoi perderti lo spettacolo del Carnevale di Putignano durante il tuo viaggio in Puglia? Allora sei nel posto giusto! Leggi questo articolo per scoprire nel dettaglio il programma e le date e come arrivare all’evento. Per i più curiosi, inoltre, alcuni interessanti cenni storici e culturali sulla celebrazione del Carnevale in Puglia. Cogli l'occasione per aggiungere al tuo itinerario carnevalesco una tappa alla magnifica abbazia di Santa Maria di Cerrate, usufruendo del ticket che ti ha riservato Visit Italy.

Carnevale di Putignano: programma e date

L’edizione 2024 del Carnevale di PutignanoFarinelite N630”, seguendo un calendario di ben due settimane di festa dal 4 al 17 febbraio, propone una grande varietà di eventi tra concerti, iniziative per i più piccoli e naturalmente meravigliose parate di maschere e carri allegorici.

Il Carnevale di Putignano è infatti noto per essere il più duraturo in Europa e ciò rende questa celebrazione festosa uno degli eventi di maggior rilievo in tutta la Puglia durante l’inverno.

Vuoi visitare la Puglia nel mese di febbraio? Allora ti consigliamo assolutamente di cogliere al volo l’occasione di immergerti nella magia e nell’allegria del Carnevale di Putignano! Ecco per te il programma completo dell’edizione 2024 con date ed eventi:

- 4 febbraio 2024

H 18:30, Opening Party e Primo corso mascherato, Corso Umberto I°

- 9 febbraio 2024

Giovedì delle donne sposate, Corteo del Giovedì e N’de Josr (musica e gastronomia nel centro storico) a cura dell’Associazione Trullando

- 11 febbraio 2024

H 11 Secondo corso mascherato, Corso Umberto I°

- 16 febbraio 2024

Giovedì degli uomini sposati, Corteo del Giovedì e Taglio delle Corna a cura dell’Accademia delle Corna, N’de Josr e U’ndondr (antica usanza di questo Carnevale) a cura della Scuola Elementare G. Minzele

- 13 febbraio 2024

H 15:30, The Greatest Show e Terzo corso mascherato, Corso Umberto I°

- 17 febbraio 2024

H 18:30, Fat Tuesday, Quarto corso mascherato, Corso Umberto I°

A seguire la Campana dei Maccheroni a cura dell’Associazione La Zizzania

- 25 febbraio 2024

H 18:30, Closing Party e N’de Josr e Quinto corso mascherato

Il programma del Carnevale di Putignano 2024 prevede inoltre dal 4 al 17 febbraio le attrazioni del Circo del Carnevale, di Gonfiabiland, del Grande Sipario di Luci e della Casa di Marzapane. Da non perdere anche: l’Albero delle Fiabe a cura dell’Associazione Culturale Carta in Festa, la mostra Tutti siamo Farinella a cura del Chiostro Biblioteca Comunale e la visita al Museo del Carnevale di Putignano (Museo Romanazzi Carducci).

Carnevale di Putignano in Puglia: come arrivare e dove parcheggiare

Carnevale di Putignano in Puglia: come arrivare e dove parcheggiare

Vorresti recarti in automobile al Carnevale di Putignano, ma hai paura di non trovare parcheggio? In questi giorni di festa una delle principali problematiche riguarda proprio la viabilità cittadina, modificata proprio per rendere possibile il passaggio delle parate dei carri e delle maschere.

Ecco per te alcuni suggerimenti su dove parcheggiare a Putignano e relativi dettagli:

Parcheggio di Viale Cristoforo Colombo, 70017 Putignano BA

Parcheggio di Via Castellana-Putignano, 70017 Putignano BA

Parcheggio Mercato Boario, 70017 Putignano BA

Parcheggio SP237, 70017 Putignano BA

Storia del Carnevale di Putignano: origini, simboli e Farinella

Il Carnevale di Putignano è tra i più antichi al mondo e le sue origini affondano le radici nel cuore del medioevo, precisamente nel 1394. Un’epoca certamente buia e ricca di pericoli, in particolare per il timore di carestie e pestilenze o di assalti e razzie da parte dei Saraceni, il terrore del Mediterraneo al tempo. Ed è in questo scenario che nasce il culto di questa celebrazione.

Secondo la storia, per volontà dell’ordine dei Cavalieri di Malta le reliquie di Santo Stefano Protomartire dovevano essere messe al sicuro in un posto lontano dalla costa, esposto dunque agli attacchi dal mare. La località prescelta fu proprio il villaggio di Putignano, situato in altura sulle colline dell’entroterra pugliese e molto più facile da difendere di ogni altra città costiera.

Le cronache dell’epoca narrano che il trasporto delle reliquie si tramutò in un vero e proprio corteo con canti e balli, al quale si unirono lungo la strada i contadini locali, impegnati in quel periodo dell’anno nella coltivazione delle viti usando la tecnica della propaggine. Da qui nasce il riferimento alla Festa delle Propaggini, un lungo periodo che segna l’inizio del Carnevale di Putignano e in Puglia partendo a ridosso del Natale (il 26 dicembre) per concludersi il Martedì Grasso.

La tradizione del corteo delle propaggini, fondendo sacro e profano in un’atmosfera di allegria, ancora oggi caratterizza l’essenza del Carnevale e delle coloratissime e divertentissime sfilate in maschera. In particolare, il Carnevale di Putignano è tra i più noti per la sfilata dei carri allegorici, giganti di cartapesta costruiti dai maestri artigiani del borgo che padroneggiano la lavorazione di questo materiale e che ogni anno animano la festa, fondendo tradizione, cultura e satira in uno spettacolo assolutamente da non perdere!

A segnare la fine del periodo carnevalesco c’è la Campana dei Maccheroni: una vera e propria campana di cartapesta che, grazie ad un sistema di amplificazione audio, rintocca per ben 365 volte nell’ultima ora del Carnevale e ricorda ai festeggianti di godersi un ultimo ballo o un’ultima esagerazione tra buon cibo e ottimo vino.

Tra i simboli del Carnevale di Putignano spicca inoltre la maschera cittadina per eccellenza: Farinella. Il suo nome deriva da una specialità locale, ovvero un piatto della cucina popolare a base di ceci e orzo. Il personaggio di Farinella viene rappresentato come una fusione tra il famosissimo Arlecchino e un classico Joker delle carte da gioco, vestito di colori sgargianti e di un cappello con campanelli, e la sua maschera ha l’aspetto di un uomo anziano dal naso rosso. Egli è simbolo di allegria, eccesso e spensieratezza, di uno spirito carnevalesco che non conosce limiti. Secondo il folklore locale Farinella sarebbe anche un eroe cittadino, salvatore di Putignano da un attacco Saraceno grazie alla sua idea geniale di inscenare un’epidemia di peste nel villaggio per impaurire gli invasori: un vero e proprio scherzo di Carnevale!

Carnevale in Puglia: non solo Putignano

Carnevale in Puglia: non solo Putignano

Il Carnevale è sicuramente una delle feste più sentite in Puglia, una regione del sud Italia che sa coccolare i turisti in un mix perfetto di cultura, tradizioni locali antichissime e un’anima cosmopolita.

Festeggiare il Carnevale in Puglia significa immergersi in un clima gioioso arricchito dalla bellezze delle sfilate in maschera e dei tipici carri allegorici e dalla bontà delle ricette della buona tavola pugliese, in particolar modo i dolci tipici - come le chiacchiere o le dita degli apostoli - che sanno far felici grandi e piccini.

Se pensi di trascorrere il Carnevale in Puglia, allora faresti bene a prendere appunti perché Putignano non è l’unica tacca meritevole di far parte del tuo itinerario di viaggio! Ecco per te altre proposte interessanti per ogni provincia in vista della festa più divertente e colorata dell’anno.

Tra i suggerimenti più suggestivi spicca il Carnevale di Manfredonia, in Provincia di Foggia, una bellissima celebrazione dov’è possibile ammirare i classici carri allegorici in cartapesta e le splendide sfilate in maschera nel corso della Sfilata delle Meraviglie e delle Grandi Parate, in particolare quella della Golden Night dove una delle protagoniste è la pentolaccia; la maschera tipica è quella dell’arzillo vecchietto Zè Pèppe.

Spostandosi in Provincia di Taranto da non perdere anche il Carnevale di Massafra, inserito nella lista dei Carnevali storici d’Italia e famoso soprattutto per l’assenza di transenne durante le sfilate di carri e maschere, rendendo quindi tutti partecipi dell’allegria della festa; le maschere rappresentative sono il bizzarro clown Gibergallo e il contadino Lu Pagghiuse.

Tra le Province di Lecce e Brindisi questa è una delle feste più attese, in particolare i Carnevali di Gallipoli e Mesagne incarnano lo spirito della Puglia più verace e attaccata alle sue radici; le maschere simbolo sono, rispettivamente, Lu Titoru e Grappolino. Infine, menzione speciale per il Carnevale di Palo del Colle, vicino Bari, con l’insolita usanza del Palio del Viccio: una vera e propria giostra in stile medievale che accende la festa proprio in occasione del Martedì Grasso. Partecipa a un entusiasmante tour a piedi o in bici per ammirare gli scorci più suggestivi e pittoreschi della splendida Città Vecchia di Bari con il ticket di Visit Italy.

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti