Sanremo, in provincia di Imperia, è una perla di rara bellezza che merita di essere visitata. Storia, mare, natura e musica si incontrano nella città ligure. La Città dei fiori è conosciuta in Italia (e non solo) per il celebre Festival della Canzone Italiana che da anni si è imposto come l’evento musicale di spicco in Italia. Ecco quali sono le attrazioni da non perdere in quel di Sanremo.

Cattedrale di San Siro

20210224121807001-3.jpg

L’edificio religioso più antico di Sanremo, la Cattedrale di San Siro si trova nel centro storico di Sanremo. La chiesa fu costruita nel 811 d.C., secondo la tradizione, il vescovo Siro, divenuto in seguito Santo, era solito celebrare la messa nella Cattedrale. All’interno dell’edificio religioso sono custodite le opere d’arte di Anton Maria Maragliano, come un pregevole crocifisso e la statua della Madonna del Rosario. Un’altra opera che desta l’attenzione dei visitatori è il crocifisso nero, opera di un autore sconosciuto. Il crocifisso è legato ad un evento miracoloso risalente al 1543, quando la milizia cittadina di Sanremo sconfisse i saraceni nella battaglia di Parà.

Chiesa Russa

20210224122137chiesa-russo-ortodossa-sanremo.jpg

C’è un filo immaginario che collega Sanremo alla Russia. Fin dai tempi del Regno d’Italia, la nobiltà russa ha scelto Sanremo come luogo di villeggiatura prediletto. Attratte dal clima mite, dal mare e dalla bellezza dei luoghi storici, anche la zarina Maria Aleksandrovna e l’imperatrice d’Austria Elisabetta di Baviera, decisero di trascorrere gran parte delle proprie vacanze in terra ligure. Con la crescita ella comunità russa, nel 1912 si decise di ergere una chiesa ortodossa in perfetto stile russo. Conosciuta oggi come la Chiesa Russa, l’edificio sorge all’inizio della passeggiata dell’Imperatrice, chiamata così in onore di Maria Aleksandrovna, e a pochi passi dal Casino. Le tradizionali cupole tonde, tipiche dell’architettura russa, sono diventate uno dei simboli di Sanremo.

Villa Nobel

20210224122420villa_nobel.jpg

Lo scienziato svedese Alfred Nobel, inventore della dinamite e del premio per la scienza più importante al mondo, decise di trasferirsi a Sanremo alla fine del 1800. All’epoca, la Riviera di ponente era uno dei posti più rinomati del mondo, fu qui che Nobel fece installare un laboratorio per studiare l’invenzione della dinamite. La residenza dello scienziato è conosciuta come Villa Nobel, una spettacolare abitazione costruita in stile Moresco. All’interno della villa è ospitata l’esposizione “Scopri 800” che celebra il ruolo di Nobel nel mondo scientifico e le sue invenzioni. 

La Pigna

La Pigna è il nome con cui viene chiamata la città vecchia di Sanremo. Un labirinto di vicoli, scalinate, archi e passaggi coperti che conservano il fascino medievale della città. Il centro della Pigna è Piazza San Siro dove si trova l’omonima cattedrale. Passeggiando tra le strade del centro è possibile ammirare chiese, piazzette e vie caratteristiche e salire fino in cima al Santuario Madonna della Costa dal quale è possibile scorgere lo splendido panorama dai giardini Regina Elena.

Teatro Ariston

20210224122831Ariston-finale.jpg

Il palcoscenico più famoso d’Italia, il teatro Ariston ospita l’annuale Festival di Sanremo, il più celebre evento musicale d’Italia. Durante il resto dell’anno, l’Ariston è un cinema multisala e un teatro che ospita balletti, opere liriche e cabaret. Oltre al festival, nel teatro si svolgono altre manifestazioni musicali come il Premio Tenco. L’insegna al neon è diventata uno dei simboli di Sanremo, un luogo storico e iconico che ha fatto la storia dello spettacolo italiano.

La storia del Festival di Sanremo

20210224123054Sanremo_1957.jpeg

Il Festival della Canzone Italiana, conosciuto semplicemente come Festival di Sanremo, è la manifestazione che ogni anno celebra e premia la canzone italiana. Oltre ad essere uno degli eventi made in Italy più visti al mondo, il festival di Sanremo è divenuta una kermesse mondana che per una settimana attira le attenzioni mediatiche su di se. Lo spettacolo nacque nel 1951 grazie ad Angelo Nicola Amato, direttore artistico del casinò; e al giornalista Angelo Nizza che decisero di organizzare una gara tra cantanti e canzoni. Le prime edizioni furono trasmesse in diretta radiofonica mentre dal 1955 iniziò ad andare in onda in televisione. Nel corso degli anni, l’appuntamento annuale ha riscosso sempre più successo dal pubblico, sia in termini di popolarità che di share televisivo. Fino a diventare l’evento più seguito dagli italiani. Nel 1999 è stato istituito il “Premio alla Carriera Città di Sanremo” assegnato a musicisti e personaggi dello spettacolo che hanno lasciato il segno. L’artista vincitore del Festival di Sanremo rappresenta l’Italia all’Eurovision Song Contest. Sanremo non è solo musica, è una tradizione che avvolge tutte le età, dai più anziani ai più giovani. Scandali, polemiche, siparietti divertenti hanno da sempre caratterizzato l’avvicinamento al festival e reso iconico un evento che celebra la musica ma che offre molto più di una gara.

Sanremo

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo