Considerata una delle località di montagna più rinomate del mondo, Cortina d’Ampezzo è la Regina delle Dolomiti. La cittadina veneta dista solo due ore da Venezia ed è nota per aver ospitato numerosi eventi sportivi e le Olimpiadi invernali del 1956. Nel 2021 ha ospitato i mondiali di sci alpino e nel 2026 tornerà ad ospitare la versione invernale dei Giochi olimpici.

Basilica dei Santi Filippo e Giacomo

20210216123229basilica2.jpg

Uno dei luoghi più conosciuti di Cortina, la Basilica dedicata ai Santi Filippo e Giacomo si trova al centro del paese, a pochi passi dal Corso Italia. La chiesa è stata costruita tra il 1769 e il 1775. Al suo interno si possono ammirare i fantastici dipinti che raffigurano il martirio di San Giacomo, quello di San Filippo e l’espulsione dei mercanti dal tempio. L’edifizio è impreziosito dal maestoso campanile della Basilica, divenuto il simbolo di Cortina d’Ampezzo. È stato eretto nel 1858 dall’architetto Silvestro Franceschi sulle ceneri della vecchia torre campanaria. La torre ospita sei campane fuse dal celebre fonditore Grassmayr di Innsbruck. 

Corso Italia

20210216123255corso.jpg

Via principale della città, il Corso Italia è il luogo di ritrovo di Cortina. Il Corso è il cuore pulsante della Regina delle Dolomiti con le sue boutique, i negozi di lusso e l’inimitabile aria di stile ed eleganza che si respira lungo il viale. Oltre ai negozi di alta moda, sul Corso Italia si possono acquistare prodotti di artigianato locale, attrezzatura da montagna e alimenti tipici della zona. Non mancano caffè, ristoranti, bar e pasticcerie nei quali soffermarsi a lungo tra un caffè ed una cioccolata calda.

Rifugio Lagazuoi

20210216123512rifugio.jpg

Sulla vetta del Monte Lagazuoi, sopra il Passo Falzarego, si trova il Rifugio Lagazuoi, il più alto e spettacolare di Cortina d’Ampezzo. Il rifugio è facilmente raggiungibile a piedi o con la funivia. Il rifugio Lagazuoi offre bar, ristoranti e numerosi servizi di ospitalità come posti letto e saune. Un luogo ideale per un riposo ad alta quota. L’attrazione principale del Rifugio è la terrazza panoramica che affaccia su uno spettacolare paesaggio di montagna. Da qui è possibile ammirare alcune delle cime più favolose d’Italia che rendono il paesaggio di Cortina uno dei più preziosi al mondo.

Cosa mangiare a Cortina

20210216123705cibo.jpg

La cucina tipica di Cortina è influenzata dai sapori del vicino Tirolo austriaco. Formaggi, carne, pasta la fanno da padrona e vengono serviti in abbondanti portati come vuole la tradizione di montagna. Tra le specialità da assaggiare vi sono: i chenesi, polpette di pan grattato ripiene di speck e formaggio; i pesariei, pezzi di pasta cotti nel latte salato; la tipica polenta veneta; minestra di fave e orzo; il pastìn polpetta preparata con la pasta del salame macinata grossa, aglio e spezie varie e cucinata alla piastra. I formaggi sono uno dei prodotti tipici della zona delle Dolomiti Bellunesi, tra i più noti vi sono: Contrin, il Fodòm, il Renàz, lo Schiz, la Tosela, lo Zumelle e lo Zigher, i nomi sono difficili da pronunciare ma mangiarli sarà molto facile.

Cortina d'Ampezzo

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti