Milano è ed è sempre stata una città d’arte. Talmente ricca di musei, opere e monumenti, che chi ci abita da tutta una vita forse non ha ancora fatto in tempo a vedere tutto. È difficile star dietro a tutte le mostre temporanee e quelle permanenti sono vastissime. Insomma c’è l’imbarazzo della scelta. Ma questi 5 musei sono d’obbligo per chi vuole cominciare a scoprire l'arte di Milano.

Pinacoteca di Brera

A Brera si trova una delle collezioni di dipinti (e diversi affreschi) più importanti d’Italia. Nel cuore dello storico quartiere che ospita la rinomata Accademia, sono custoditi tutti i tesori che l’Istituzione ha acquistato o recuperato nei secoli. L’esposizione permette di ammirare capolavori dal XIII al XX secolo. Molti di questi li abbiamo visti di sicuro sui libri di scuola. Mostri sacri come Bellini, Mantegna, Piero della Francesca o Rubens sono solo alcuni dei nomi più alti. Prendetevi tutto il tempo necessario per godere di pezzi unici come lo Sposalizio della Vergine di Raffaello, la Cena in Emmaus di Caravaggio e il Cristo alla colonna di Bramante. E fatevi mozzare il fiato dal Bacio di Hayez, non a caso nell’ultima sala. 

Via Brera, 28, 20121 Milano MI

Musei del Castello Sforzesco

Il Castello Sforzesco è, insieme al Duomo, il simbolo di Milano. Racchiude in realtà tutta una serie di musei molto vari dislocati tra le sue stanze. Dall’egizio, al preistorico a quello delle armature e degli strumenti antichi. Merita una visita il Museo d’Arte Antica a pianterreno, che offre un percorso ricco di opere che raccontano la città dal Medioevo al Rinascimento. Oltre a tombe monumentali, statue, architetture gotiche e ambienti decorati, c’è la famosa Sala delle Asse, con la volta interamente affrescata da Leonardo (quando nel castello ci viveva). Il piano superiore invece ospita una pinacoteca vastissima, con molte opere della scuola leonardesca lombarda, nonché Canaletto e Correggio. Uscendo non dimenticate l’ultima chicca: la Pietà Rondanini di Michelangelo! È inclusa nel biglietto ed ha una sala tutta sua.

Piazza Castello, 20121 Milano MI

Museo del Novecento

A lato di Piazza Duomo, il Palazzo dell’Arengario ospita il Museo del Novecento. Un’esposizione permanente interamente dedicata ai capolavori del XX secolo. Esiste da appena dieci anni, ma è già considerato uno dei musei più importanti nel suo genere. Merito dei grandi nomi che popolano la collezione: da Kandinskij a De Chirico, da Matisse a Picasso, da Fontana a Modigliani. Tra i pezzi più celebri figurano la provocatoria Merda d’artista di Piero Manzoni e la scultura futurista Forme uniche della continuità nello spazio di Umberto Boccioni (quella sui 20 centesimi italiani per intenderci). Ma l’opera più famosa è Il Quarto Stato, quadro emblematico di Pellizza Da Volpedo.

Piazza del Duomo, 8, 20123 Milano MI

Pinacoteca Ambrosiana

Pochi musei sono altrettanto belli come le opere che conservano. Uno di questi è sicuramente la Pinacoteca Ambrosiana, nel seicentesco Palazzo dell’Ambrosiana (a pochi passi dalla fermata Cordusio), che ospita anche la famosa biblioteca. L’architettura interna vale già il prezzo del biglietto. Poi ci si immerge in una collezione che non ha nulla da invidiare in quanto a “firme”; con artisti del calibro di Giorgione, Tiziano e Botticelli. Ma le opere che restano più impresse sono senza dubbio il cartone originale della Scuola di Atene di Raffaello, una copia del Codice Atlantico del Da Vinci e la Canestra di frutta di Caravaggio. Un quadro piccolissimo, ma dalla fama immensa. Sì, quello con la mela bacata!

Piazza Pio XI, 2, 20123 Milano MI

Galleria d'Arte Moderna

Per quanto riguarda le opere dell’800 invece, la più importante collezione lombarda è il GAM (Galleria d’Arte Moderna). Già la cornice della mostra è eccezionale: si tratta della Villa Reale, capolavoro del neoclassicismo milanese, in via Palestro, di fronte i Giardini Indro Montanelli. Tra gli altri artisti, spiccano i nomi di Manet, Van Gogh, Cézanne e Gauguin. E ancora una volta troviamo Boccioni, Picasso e Hayez. Oltre ai quadri, sono esposte molte opere scultoree che raccontano di artisti meno conosciuti oppure di vere e proprie celebrità come Antonio Canova.   

Via Palestro, 16, 20121 Milano MI

"Ma Milan l'è on gran Milan"

Alfredo Bracchi

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti