La capitale economica d’Italia offre ai turisti un’incredibile varietà di attrazioni artistiche, di svago, di moda e di pura scoperta di quartieri caratteristici. Milano si lascia svelare lentamente, vuole essere corteggiata e capita come una nobildonna risorgimentale.

Milano rinasce ogni mattina, pulsa come un cuore. Milano è positiva, ottimista, efficiente. Milano è da vivere, sognare e godere. Milano da bere.

PUBBLICITA’ DI UN FAMOSO LIQUORE MENEGHINO CHE DIVENNE UNA FAMOSA ESPRESSIONE GIORNALISTICA

L'ELEGANZA DI MILANO

20210713173255navigli.jpg

Potrete cercare Milano nelle parole della poetessa dei Navigli Alda Merini, nelle intense note della Diva Maria Callas o nella triste storia di Virginia de Leyva resa celebre dal Manzoni come la Monaca di Monza; tuttavia, il modo migliore per scoprire Milano, è camminare lungo le sue strade, parlare coi suoi abitanti e lasciarsi trasportare in quel folle turbinio di vita che l’ha resa famosa in tutto il mondo. In questo articolo vi accompagniamo a scoprire i tesori più preziosi della città.

VISITA LE ATTRAZIONI DI MILANO

Renzo, salito per un di que’ valichi sul terreno più elevato vide quella gran macchina del Duomo sola sul piano, come se, non di mezzo a una città ma sorgesse in un deserto; e si fermò su due piedi, dimenticando tutti i suoi guai, a contemplare anche da lontano quell’ottava meraviglia di cui aveva tanto sentito parlare fin da bambino

Alessandro Manzoni "I promessi sposi"

1 LA CATTEDRALE DEL DUOMO, IL SIMBOLO DELLA CITTA’

20210713173607duomo 1000.jpg

Ogni capitale europea possiede un gioiello architettonico che la rappresenta, Parigi ha la sua torre Eiffel, Londra il Big Bang, Atene il Partenone… Milano vanta l’ottava meraviglia del mondo, il Duomo. Si tratta di un’imponente cattedrale gotica costruita con marmi bianchi e rosa fatti arrivare dal Lago Maggiore attraverso una fitta rete di canali fluviali costruiti ad hoc per questo scopo, un edificio tempestato di guglie, statue, archi e gargoyle che vi lasceranno a bocca aperta!

E lassù, sulla cima del duomo, svetta la “Madonnina”, una statua dorata rappresentante la vergine Maria che da secoli brilla nel cielo di Milano proteggendo la città e tutti i suoi abitanti.

 Piazza del Duomo


VISIT IL DUOMO

2 CASTELLO SFORZESCO, LA RESIDENZA DEI DUCHI

20210628185925milan-2351097_1280.jpg

Fu Francesco Sforza, il primo duca di Milano, a costruire questa imponente fortezza, da sempre simbolo della potenza della Milano medievale. Tra 1500 e 1600 si trasformò in una vera e propria cittadella militare per poi diventare, all’inizio del secolo scorso, la sede d’istituzioni culturali di diverso tipo. Oggi all’interno potrete ammirare la torre del Filarete, la più alta del castello, la fronte posteriore che affaccia direttamente su Parco Sempione, la Ponticella di Ludovico il Moro che collegava gli appartamenti ducali alle mura esterne, la piazza d’armi, la Rocchetta ossia la zona più inespugnabile della fortezza e la Corte Ducale. Oltre alle meraviglie architettoniche nel Castello Sforzesco troverete anche diverse mostre ed allestimenti di notevole interesse artistico.

 Piazza Castello, 20121 Milano MI


VISITA IL CASTELLO SFORZESCO E DINTORNI

3 QUADRILATERO DELLA MODA, L’ELEGANZA IN VETRINA

20210713173810montenapoleone.jpg

In tutto il mondo Milano è sinonimo di alta moda e shopping di classe. Le vie principali che formano questo quartiere nel cuore della city sono via Monte Napoleone, via Manzoni, via Della Spiga e Corso Venezia. Dalle vetrine dei negozi fanno capolino tutto l’anno capi d’abbigliamento disegnati dai più importanti stilisti come Armani, Versace e Prada. Le vetrine e gli showroom vi conquisteranno e se poi avrete la fortuna di soggiornare a Milano durante le due annuali settimane della moda potrete assistere ad alcune delle 40 sfilate che si svolgono nei più eleganti palazzi della città come Palazzo Reale e Palazzo Serbelloni.

4 NAVIGLI E DARSENA, L’ORA DELL’APERITIVO

20210713174209milano darsena.jpg

Ciò che rende Milano famosa nel mondo oltre alla moda è la cosiddetta “bella vita”, le feste sui rooftop al tramonto, gli eventi mondani ma soprattutto gli aperitivi del dopo lavoro a cui i milanesi non sanno proprio rinunciare. E quale luogo migliore per degustare un ottimo prosecco se non sui Navigli, il luogo diventato simbolo della “Milano da bere” moderna, con i suoi localini lounge affacciati sul Naviglio Grande, la musica che si sprigiona dalle salette interne dei bar storici e il vociare chiassoso dei milanesi che si rilassano dopo una giornata di business nella city. La Darsena in particolare, inaugurata in occasione di Expo 2015, è un luogo inimitabile per godersi la golden hour passeggiando con uno spritz in mano illuminati dalle colorate luci provenienti dai numerosi dehors che affollano le rive del naviglio.

 Porta Ticinese


5 TEATRO ALLA SCALA, IL TEMPIO DELLA LIRICA

20210628192434teatro-alla-scala-3620153_1280.jpg

Il Teatro alla Scala più che un edificio è un sogno, il sogno di chiunque abbia mai desiderato calcare le scene teatrali esibendosi nel balletto, nell’opera o anche solo assistere a spettacoli indimenticabili. Risorto dalle ceneri dell’antico Teatro Ducale, la Scala fu inaugurata nel 1778 con l’opera “L’Europa riconosciuta” di Salieri e in seguito fu resa grande da artisti come Donizetti, Verdi, Puccini e molti altri ancora.

 Via Filodrammatici, 2


6 PINACOTECA DI BRERA, UN SIMULACRO DI BELLEZZA

20210628192753pinacoteca-di-brera-3529230_1280.jpg

Una delle più importanti gallerie d’arte d’Italia, la Pinacoteca di Brera ospita opere pittoriche antiche e moderne. A differenza di altri musei italiani la Pinacoteca è sede di opere provenienti da diverse scuole artistiche da quella lombarda a quella toscana e romana: questa galleria fu fondata in epoca napoleonica proprio per rappresentare ogni epoca e ogni regione italiana, un vero e proprio omaggio all’arte italiana in tutte le sue forme. Tentare di elencare in maniera esaustiva le meraviglie presenti all’interno della Pinacoteca sarebbe un compito impossibile, pertanto citeremo solo alcuni dei maggiori nomi che incontrerete nel magico palazzo della pinacoteca a Brera: Raffaello, Bramante, Piero della Francesca, Nicolò Pisano, Perugino, Mantegna, Tintoretto e Caravaggio.

Infine, dopo aver ammirato tanta bellezza, potrete rilassarvi e chiacchierare in uno dei caffè d’arte che sorgono in tutta la zona di Brera, rendendolo uno dei quartieri più chic di Milano.

Via Brera, 28

    

7 GALLERIA VITTORIO EMANUELE II, IL SALOTTO BUONO DI MILANO

20210628193058milan-5680967_1280.jpg

A pochi passi dal Duomo non lasciatevi sfuggire Galleria Vittorio Emanuele II, una superba galleria che conduce dalla cattedrale fino al Teatro della Scala. La galleria si regge su antichi palazzi milanesi e al suo centro potrete ammirare la superba cupola in vetro e ferro. Galleria Vittorio Emanuele II è soprannominata dai milanesi “il salotto” e ospita tra le più importanti e storiche vetrine di moda e ristoranti di lusso.

 P.za del Duomo


8 PARCO SEMPIONE E LA SUA LEGGENDA

20210628193400parco-sempione-5055262_1280.jpg

Parco Sempione è una delle più belle aree verdi urbane; realizzato verso la fine dell’800 affaccia direttamente sul Castello Sforzesco. Una leggenda racconta che all’interno del parco viva la cosiddetta Dama Nera la quale, durante le sere nebbiose, si aggiri furtiva tra gli alberi adescando uomini, i quali percepiscono la sua presenza grazie ad un intenso profumo di violetta. Dopo averli sedotti la Dama Nera li conduce attraverso i sentieri nascosti del parco all’interno di una grande villa: lì consuma l’amplesso ma appena l’uomo solleva il velo che le nasconde il volto scopre un teschio con le orbite vuote. A questo punto la Dama Nera non cerca di trattenere gli uomini che fuggono da lei spaventati, sa bene che essi torneranno perché sono incorsi nella sua maledizione ossia sono stati condannati a conoscere un amore così forte da fargli perdere il senno e trascorreranno il resto della loro vita a cercare di ritrovare la grande villa in cui avevano ballato con la Dama oscura.

 Piazza Sempione


20210628193745milan-2698730_1280.jpg

Il cimitero monumentale è una delle attrazioni più particolari di Milano, un vero e proprio museo a cielo aperto. Si tratta di un meraviglioso edificio neogotico in marmo e mattoni che ospita i sepolcri di alcune delle famiglie più illustri della città oltre che alle spoglie di alcuni vip come Alessandro Manzoni e Salvatore Quasimodo.

 Piazzale Cimitero Monumentale


10 BOSCO VERTICALE, UN PROGETTO DI RIFORESTAZIONE METROPOLITANA

20210628194013PPP.PNG

Il Bosco Verticale rappresenta la vera rinascita di Milano, il volto green della città nel nuovo millennio. Il Bosco Verticale, inaugurato nel 2014, si compone di due palazzi residenziali a forma di torre collocate nel quartiere Isola: questi edifici sono ricoperti da ben 15.000 piante di 90 specie diverse, l’equivalente di una piccola foresta! È affascinante vedere i meravigliosi colori stagionali susseguirsi sulle facciate dei palazzi, dai verdi brillanti primaverili alle calde tonalità autunnali. Dopo aver ammirato lo stupendo bosco verticale vi consiglio una breve passeggiata verso piazza Gae Aulenti e Corso Como, per gustarvi un aperitivo di classe all’ombra dei grattacieli più famosi della city.

 Via Gaetano de Castillia, 11


11 VIA PAOLO SARPI LA CHINATOWN MILANESE

20210629081149capodanno-cinese.jpg

Questo quartiere, precedentemente noto come Borgo degli Ortolani, è diventato negli ultimi anni una vera e propria Chinatown nel cuore di Milano. Via Paolo Sarpi, l’arteria principale, si sviluppa in lunghezza per circa un chilometro ed è costellata di negozietti orientali, dall’abbigliamento ai market, dai bar allo street food. Il quartiere è stato recentemente riqualificato e se avrete la fortuna di capitare da queste parti durante il Capodanno cinese potrete assistere alla coloratissima sfilata che riempie le strade di musica orientale e costumi tradizionali.

 Via Paolo Sarpi


12 LA BASILICA DI SANT’AMBROGIO, IL PATRONO DI MILANO

20210629081713basilica-of-st-3564615_1280.jpg

Questa antica basilica prende il nome dal santo patrono della città ed è un’attrazione davvero imperdibile per durante un tour milanese. Una prima chiesa dedicata al santo fu costruita sullo stesso sito nel 386, l’attuale basilica fu completata nel 1099. L’esterno della chiesa è molto particolare con i suoi portici, gli archi e le due torri campanarie: si tratta indubbiamente di un gioiello artistico poco noto alle folle di turisti, ma molto caro ai locali.

All’interno potrete ammirare il sarcofago di Stilicone e la cripta dove riposano i Santi Ambrogio, Gervasio e Protasio.

 Piazza Sant'Ambrogio, 15


13 IDROSCALO, IL MARE DI MILANO

20210629082109sport-721738_1280.jpg

L’idroscalo di Milano nacque negli anni 20 del secolo scorso come scalo aereo sull’acqua: in seguito, col declino dei trasporti in idrovolante, si trasformò in un centro di attività ricreative e sportive soprattutto sull’acqua tanto da meritagli il nome de “Il mare di Milano”. Oggi all’Idroscalo di Milano è possibile svolgere moltissime attività sportive come il canottaggio, la vela e il kayak, ci sono piscine e giochi d’acqua per bambini ma anche mostre temporanee, bar e una serie di eventi per ospiti di tutte le età.

 Segrate


14 ALBERGO DIURNO METROPOLITANO “VENEZIA”

20210629082745Albergo_diurno_-_Milano.jpg

L’Albergo diurno “Venezia” è uno dei bagni diurni meglio conservati d’Italia. Si tratta di una struttura sotterranea in stile Art Déco inaugurata nel 1926 con lo scopo di fornire vari servizi per cittadini e viaggiatori. Immaginatevi di essere appena giunti nella capitale d’Italia dopo un lungo viaggio su un treno a vapore durante una caldissima estate d’inizio secolo: all’Albergo diurno “Venezia” avreste avuto la possibilità di rinfrescarvi con un bagno di lusso e usufruire di servizi per la cura del corpo come manicure, barbiere, parrucchiere, lavanderia; inoltre, in questo centro commerciale ante litteram erano presenti anche agenzie viaggio, fotografi e tanti altri servizi! Oggi l’albergo diurno metropolitano “Venezia” è visitabile grazie alle visite guidate del FAI.

 Piazza Oberdan


15 SAN BERNARDINO DELLE OSSA, IL CIMITERO DEGLI INNOCENTI

2021062908322149762961792_0b75cd41a0_b.jpg

La cappella di San Bernardino alle Ossa ricorderà sicuramente a chi l’ha visto il cimitero degli innocenti di Parigi: si tratta infatti di uno spazio sacro occupato da migliaia di teschi e ossa che furono recuperati nelle fondamenta della chiesa dopo che nel 1964 crollò il campanile. I resti umani furono utilizzati per formare un’opera d’arte macabra ma nello stesso tempo suggestiva, in stile rococò. La leggenda vuole che le ossa di San Bernardino appartengano tutte a santi e martiri ma più probabilmente si tratta dei resti dei defunti provenienti dal vicino Ospedale Maggiore.

 Piazza Santo Stefano


16 PIRELLI HANGAR BICOCCA, ARTE URBANA

20210713174843hangar bicocca.jpg

Il Pirelli Hangar Bicocca è un museo gratuito di arte contemporanea nato a fronte di un importante intervento di riqualificazione industriale che ha trasformato degli spazi adibiti alla produzione di mezzi agricoli, locomotive e grandi macchine in un edificio con vasti spazi espositivi. Da non perdere l’incredibile installazione I sette Palazzi che si trova all’interno della struttura denominata “The Cube” che omaggia l’antico trattato ebraico Sefer Hechalot, il Libro dei Palazzi: l’opera simboleggia il percorso spirituale di avvicinamento a Dio.

 Via Chiese, 2

17 COLONNE DI SAN LORENZO, LA MOVIDA DEI GIOVANI

202106290839194887520831_fde4c4e25c_b.jpg

Le colonne di San Lorenzo si trovano nel quartiere di Porta Ticinese e sono ciò che rimane di un atrio porticato posto davanti all’omonima basilica, sulla via per Pavia, la città del Ticino. Oggi sotto le sedici colonne dai capitelli in stile corinzio si radunano i giovani per trascorrere in compagnia le serate bevendo birra e ascoltando musica anche per tutta la notte: qui si raduna la più giovane movida milanese.

 Corso di porta Ticinese


18 BOSCO IN CITTA’, LA NATURA A MILANO PER LE FAMIGLIE

20210629084336plant-4960823_1280.jpg

Il Bosco in Città è un parco pubblico comunale nato nel 1974 grazie alla collaborazione di famiglie del quartiere, boyscout, studenti e cittadini milanesi che hanno collaborato per creare questo polmone verde nel cuore di Milano. Qui potrete godere di piacevoli camminate tra i boschi, prati, corsi d’acqua, laghetti, zone umide, circa 200 orti assegnati ai cittadini che li coltivano con grande amore.

 Via Novara, Parco Agricolo sud


19 GIARDINI MONTANELLI E CORSO BUENOS AIRES, LA Fifth Avenue MILANESE

20210713174424giardini indro montanelli.jpg

I Giardini pubblici Indro Montanelli, dedicati al celebre giornalista che aveva l’abitudine di trascorrere qui il suo tempo libero, sono una location ideale per rilassarsi passeggiando sugli ordinati sentieri e per osservare il foliage in autunno tra le sequoie, i cedri e gli ‘ippocastani. Il parco si presenta come un giardino all’inglese dove scoprire piccoli gioielli botanici e architettonici prima di tuffarsi nel celebre Corso Buenos Aires, una delle arterie pulsanti di Milano. Qui si trovano moltissimi negozi di abbigliamento alla portata di tutte le tasche oltre a diversi hotel e ristoranti.

 Via Palestro, 14


20 BASILICA DI SANT’EUSTORGIO, UN GIOIELLO NASCOSTO

2021062909135412945594414_4a3a4a28e6_b.jpg

In zona Porta Ticinese si trova la Basilica di Sant’Eustorgio, un edificio di epoca romana tardoimperiale. Secondo la tradizione ancora oggi da qui comincia la processione con il quale ogni nuovo vescovo di Milano entra in città. La Basilica di Sant’Eustorgio secondo la tradizione custodiva le reliquie dei Re Magi che furono trafugate e portate a Colonia da Federico Barbarossa, oggi ne rimangono solo alcuni frammenti nella nicchia sopra l’altare.

 Piazza Sant'Eustorgio, 1


Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti