Volete visitare Firenze come un local? Allora leggete le 10 cose da fare per vivere la città da vero fiorentino.

Firenze è una delle città più belle e visitate d'Italia.

Internet è ormai ingolfato di guide che presentano i classici itinerari turistici e i ristoranti tradizionali. Tutte molto simili e con limitata originalità.

Per questo motivo abbiamo stilato una lista di attività e luoghi da vedere per sentirsi dei veri fiorentini.

Volete scoprire quali sono le 10 cose da fare a Firenze per godersi la città come un vero local?

Non vi resta che leggere i nostri suggerimenti per l'aperitivo "con vista", il perfetto day trip in collina, lo street food più tipico e i luoghi dove evadere dal brulicante centro città.

10. Rilassarsi sulla spiaggia dell’Arno

Una piccola oasi di sabbia sulle rive dell’Arno.

La spiaggetta sull'Arno è un angolo di relax perfetto per un aperitivo tra cocktail bar, fast food di qualità e sedie sdraio (5€ per il giorno) a due passi dal fiume.

Il luogo di ritrovo perfetto per i giovani fiorentini che la frequentano soprattutto in primavera ed estate.

I fiorentini si danno appuntamento alla spiaggia per godersi l’intrattenimento fuori dalle rotte turistiche: concerti, aperitivi, dj set ed attività culturali.

Questa intera area è stata creata attorno al 2010 per rivalutare la zona tra Piazza Poggi e la diga di fronte San Niccolò: un ottimo upgrade per tutto l’Oltrarno fiorentino.

Se non sapete cosa fare a Firenze in una bella giornata estiva, dedicate qualche ora a questa spiaggia, magari verso il tramonto per cena, drink e musica.

9. Assaggiare il gelato originale

Gelato a Firenze Buontalenti

Il gelato è di casa a Firenze, e qui troverete alcune delle migliori gelaterie in Italia.

Lo sapevate che il primo gelato è stato inventato proprio a Firenze?

Si tratta del gusto Buontalenti, la quintessenza del gelato fiorentino, conosciuto anche col nome di “crema fiorentina”, e dedicato al celebre architetto che lo creò. Questa delizia cremosa è fatta di soli tuorli d’uovo, latte e zucchero ed è assolutamente da provare.

Infatti nel ‘500, durante un evento organizzato da Cosimo I de’ Medici, l’architetto Bernardo Buontalenti mescolò latte, uova, ghiaccio e aromi di agrumi per creare il primo gusto di crema fredda al mondo. I Medici se ne innamorarono all'istante.

Entrare in gelateria a Firenze è un tripudio di sapori e colori, di ricette antiche ed evoluzioni originali.

I fiorentini ne vanno matti, come si può dedurre dalle numerose gelaterie cittadine, prese d’assalto dai locali quasi ogni mese dell’anno. C’è perfino un’associazione chiamata Gelatieri Artigiani Fiorentini che promuove il gelato con ingredienti a km 0.

Non vi resta che provarlo, le vostre papille gustative ringrazieranno.

8. Fare un aperitivo alle Oblate

La Caffetteria delle Oblate è il luogo di ritrovo per tantissimi studenti e giovani di Firenze.

Il motivo?

Una incredibile vista dalla terrazza, atmosfera rilassata, aperitivo con buffet a 8€ da martedì a sabato, wi-fi gratuita, ottimo caffè e tanto spazio esterno.

Il tutto è inserito nel contesto della Biblioteca delle Oblate, ospitata in un bellissimo palazzo trecentesco che si sviluppa attorno al chiostro centrale.

Il centro storico di Firenze è letteralmente dietro l’angolo.

La caffetteria è all’ultimo piano e dalla sua grande terrazza ci si può godere il Duomo del Brunelleschi in tutto il suo splendore, sorseggiando un cocktail oppure leggendo un libro preso in prestito dalla biblioteca pubblica.

Questo gioiello nascosto non è ancora sulle mappe turistiche ed è frequentato quasi esclusivamente dai fiorentini: il locale perfetto per uno snack informale in totale relax, magari dando un occhio alla nostra lista delle cose da fare a Firenze.

7. Guardare una partita del Calcio Storico

Il Calcio Storico, o Calcio Fiorentino, è uno sport antico e molto sentito nella tradizione di Firenze.

Adorato dai locali, il Calcio Storico è un mix di rugby, calcio e lotta greco-romana, uno spettacolo crudo ed emozionante.

Si gioca tutti gli anni a giugno, nella splendida cornice della Piazza di Santa Croce, addobbata con spalti in metallo e una grande arena di sabbia.

All'interno dell'arena si sfidano i quattro quartieri della città, vestendo i costumi tradizionali medievali.

Le semi-finali e la finalissima del torneo sono molto sentite: i tifosi accorrono a fiumi per sostenere i calcianti del proprio quartiere.

I distretti sono divisi per colore: blu per Santa Croce, rosso per Santa Maria Novella, bianco per Santo Spirito e verde per San Giovanni.

Se amate lo sport e siete in cerca di una scarica di adrenalina, acquistate i biglietti per una delle partite finali del torneo. Per vivere Firenze come un local, scegliete un quartiere da tifare e lasciatevi andare: il divertimento è assicurato, per questo sport che fa battere il cuore dei fiorentini sin dal medioevo.

Per saperne di più, leggete il nostro articolo sulla tradizione del Calcio Fiorentino

6. Pranzare al Mercato Centrale

Il Mercato Centrale è il posto ideale per incontrare gli amici e per provare piatti tipici fiorentini.

Vino, pasta, panini e intramontabili classici toscani, come la ribollita o la pappa al pomodoro col tartufo, fanno il paio con cucine esotiche per sushi e ravioli cinesi.

Ce n’è per tutti i gusti, letteralmente.

A due passi da Santa Maria Novella, il Mercato Centrale occupa il primo piano dello storico mercato coperto di San Lorenzo.

Al pianterreno, troverete infatti macellerie, pasticcerie, forni e altri classici banchi che vendono i prodotti tipici toscani (tra cui olio, pasta fresca, formaggi, cantucci). 

Il piano superiore è dedicato ai ristoranti e bar del Mercato Centrale, con tavoli comuni al centro dove sedersi.

Aperto tutti i giorni, l’atmosfera vibrante e i costi competitivi rendono il Mercato Centrale un’ottima scelta per un pranzo vicino al centro storico.

Un’altro interessante mercato alimentare è quello di Sant’Ambrogio, attivo dal 1873, che offre un’esperienza molto autentica con ristoranti, banchi di abbigliamento ed cibi tradizionali. Attenzione, è chiuso la Domenica.

5. Fare serata in Piazza Santo Spirito

La bellissima Piazza Santo Spirito è un classico luoghi di ritrovo e movida per i fiorentini.

L'area di Santo Spirito offre ristoranti e locali che garantiscono cibo, musica e divertimento fino a tarda notte.

Questa è la zona bohemienne della città, una volta ritrovo di intellettuali e artisti: troverete di tutto, dalle trattorie ai ristoranti eleganti, fino ai bar più informali. I prezzi sono decisamente più bassi che nella zona turistica del centro.

Lontano dai classici itinerari turistici, la piazza sorge in Oltrarno (cioè “sulla riva sinistra dell’Arno”) ed è famosa anche per il suo mercato e per la bellissima Basilica che domina la piazza.

Durante la settimana, infatti, la piazza si anima grazie al mercato locale che vende prodotti toscani (mieli, passate di pomodoro, marmellate), con eventi speciali dedicati all'antiquariato ogni seconda domenica del mese (con prodotti artigianali, libri, stampe e abbigliamento vintage).

Un'altra area cool della città è San Frediano, molto vicina a Santo Spirito. San Frediano è quartiere eclettico e in crescita, merita sicuramente una visita per i negozi d'artigianato, i locali e l'atmosfera autentica.

4. Salire al Piazzale Michelangelo

Il Piazzale Michelangelo è noto come il “tetto di Firenze” ed è il posto migliore per godersi il panorama della città.

Il modo migliore per raggiungere il piazzale Michelangelo è salire a piedi da Porta San Niccolò. La salita è abbastanza ripida ma fattibile e in circa 15 minuti arriverete al belvedere.

Dal belvedere, Firenze si offre in tutta la sua bellezza: i ponti sull’Arno, il campanile di Giotto, il Duomo e anche la collina di Fiesole in lontananza.

Sappiamo che il piazzale è su tutte le guide, ma il nostro consiglio da local è di salire attraverso il magnifico Giardino delle Rose, uno spazio verde con un roseto e un giardino giapponese.

Se preferite evitare la salita, potete prendere l’autobus #13 per arrivare fino in cima. 

Una volta in cima al piazzale, date un occhio alla replica della statua del David di Michelangelo e camminate fino alla bellissima Basilica di San Miniato al Monte, dove potrete ammirare il panorama ancora più in alto: l’ingresso alla Basilica è gratuito.

La Basilica è circondata dal Cimitero delle Porte Sante, luogo di sepoltura dello scrittore Carlo Collodi (al secolo Carlo Lorenzini, autore di Pinocchio) e dello stilista Enrico Coveri.

3. Mangiare lo street food fiorentino

La scelta di street food a Firenze è enorme e soddisfa ogni palato. Mangiare come un local non è affatto difficile.

Il re del cibo da strada fiorentino è il lampredotto.

I fiorentini sono maestri della cucina con interiora e il lampredotto è un piatto fatto con l’abomaso, una delle quattro sezioni dello stomaco bovino. Un classico esempio di cucina povera che diventa uno dei simboli gastronomici di Firenze.

Il delizioso lampredotto viene cucinato per ore con pomodoro, sedano, cipolla e prezzemolo e viene poi servito in un succulento panino imbevuto del brodo di cottura.

Non pensateci troppo, mordete e godetevi l'esplosione di gusto.

Per un altro panino di alto livello, scegliete una fragrante schiacciata fiorentina dal fornaio e fatela riempire di pecorino di Pienza, salame finocchiona e carciofini.

Inoltre, aguzzate la vista per le rosticcerie che vendono i coccoli caldi, fantastiche palline di pastella fritta servite con prosciutto crudo e stracchino.

Se amate la trippa, siete nel posto giusto. Ci sono numerosi banchetti agli angoli della città che, oltre al lampredotto, offrono ottimi panini con la trippa fiorentina, cotta in un densissimo sugo di pomodoro.

2. Salire sulla terrazza della Rinascente

La Rinascente è il centro commerciale più centrale di Firenze.

Questi grandi magazzini sono ospitati nel trecentesco palazzo Trianon, proprio nel cuore di Firenze in Piazza della Repubblica, davanti la Colonna dell’Abbondanza.

Al quinto piano, la Rinascente vanta una terrazza aperta con un ristorante caffetteria che offre un'incredibile vista sulla piazza sottostante.

I tavolini esterni non sono tantissimi ma ci si può ugualmente godere la meravigliosa piazza, il Duomo e il Campanile di Giotto da una posizione assolutamente unica, tra un caffè e una cena.

I costi sono un po’ più alti della media ma tra shopping e terrazza, la Rinascente è sicuramente un ottimo posto dove trascorrere un pomeriggio.

1. Passeggiare per le vie di Fiesole

Fiesole è un delizioso comune nei sobborghi di Firenze.

Questo paese è da sempre stato considerato un luogo esclusivo per la sua storia, la bellezza del territorio e per la maestosità delle sue ville.

Sorge sull’omonima collina a nord di Firenze, dominando la città dall’alto.

Una gita a Fiesole rappresenta un perfetto day trip per chiunque sia in visita a Firenze.

Consigliamo di non perdere: l’area archeologica etrusco-romana (con un anfiteatro molto ben conservato), il Museo Bandini, la Cattedrale di San Romolo e, ovviamente, la spettacolare vista dal Convento di San Francesco. 

Potete anche organizzare una passeggiata nei boschi attorno alla collina di Fiesole, arrivando fino al Monte Ceceri, dove si dice che Leonardo da Vinci provò a far volare la macchina volante di sua invenzione… finendo per far cadere dal burrone il suo assistente.

Molto gettonata dai fiorentini, Fiesole non è troppo frequentata dai turisti e merita assolutamente una visita se si vuole esplorare Firenze come un local. Questa zona è stata anche citata nel film e nel romanzo “Camera con vista”, uno dei più celebri film ambientati in Italia.

Per mangiare, troverete decine di trattorie, bar e ristoranti per provare il delizioso cibo tipico toscano.

Potete raggiungere Fiesole in circa 25-30 minuti con il bus #7, dalla stazione dei treni Santa Maria Novella.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti