Migrant Child, il celebre murales di Venezia, diventa un’esperienza immersiva grazie allla Digital Street Art che la trasforma in Ghost over Banksy

Migrant Child, il celebre murales di Venezia, diventa un’esperienza immersiva grazie alla Digital Street Art che la trasforma in Ghost over Banksy. Il murales del celebre e misterioso street artist inglese Banksy  si trasforma in Digital Street Art grazie ad un fantastico progetto realizzato a Venezia dal collettivo Pepper’s Ghost. Alle ore 18.00 del 9 di marzo 2022 l’opera verrà presentata al pubblico sui canali social del collettivo in partnership con una delle più note pagine d’arte al mondo The Pink Lemonade. Potrete seguirla sui canali Instagram, Facebook, Tik Tok, YouTube e Vimeo.

Ma in costa consiste questa trasformazione? Scopriamolo insieme!

I graffiti sono stati utilizzati per dare inizio a rivoluzioni, fermare le guerre, e in generale sono la voce delle persone che non sono ascoltate.

Banksy

Migrant Child a Venezia

In tempi bui come questi, in cui guerre, epidemie e povertà costringono gli uomini a migrazioni forzate, il celebre street artist Banksy vuole concentrare l’attenzione del mondo sulla drammatica situazione dei bambini. Migrant Child è stato realizzato durante la Biennale di Venezia del 2019 sull’isola Dorsoduro ed è stato subito rivendicato da Banksy che ha pubblicato due foto del murales sui suoi canali social ufficiali. L’opera raffigura un bambino che indossa un giubbotto di salvataggio e tiene in mano un razzo di segnalazione di colore rosa, simbolo dei migranti e dei rifugiati.

Questa non è la prima opera di Banksy che affronta il tema delle migrazioni. Un suo lavoro di successo infatti è stato il murales raffigurante Steve Jobs in un campo di migranti. Il fondatore di Apple infatti era figlio di migranti siriani e oggi il mondo non sarebbe lo stesso se suo padre non fosse stato ammesso negli Stati Uniti.

Le opere di Banksy sul problema della migrazione non sono immagini di denuncia fine a sé stesse ma una vera e propria chiamata all’azione, una richiesta a gran voce d’intervento per la tutela dei diritti umani e in special modo di quelli dei bambini.

L’arte o è plagio o è rivoluzione

P. Gauguin

Il progetto Ghost Over Banksy

L’arte è in continua evoluzione fin dall’alba dei tempi: questo perché le manifestazioni artistiche sono specchio dei tempi. Ad oggi l’arte interagisce con linguaggi tecnologici che mirano a rendere sempre più tangibile l’immersività nei confronti di un’opera d’arte.

A lavorare alla trasformazione dell’opera di Banksy da semplice murales a opera di Digital Street Art è stato un collettivo di nome Pepper’s Ghost, composto da grafici, artisti e progettisti guidati dall’Art Director Anderson Tegon.

Ghost Over Banksy è un primo esperimento di Digital Street Art che verrà presentato al pubblico attraverso i canali social del collettivo. Migrant Child verrà animato grazie all’utilizzo di un proiettore laser PH3501QL laser a 35.000 ANSI lumen messo a disposizione dalla Sharp NEC. Il risultato del connubio tra arte e tecnologia sarà Ghost Over Banksy, un’opera d’arte completamente immersiva che darà vita alla scena in un mix di luci, colori e un pizzico di magia.

Il mondo è un’illusione, ma è un’illusione che dobbiamo prendere sul serio, perché fino a un certo punto è reale, ed è vero in quegli aspetti della realtà che siamo capaci di comprendere. Il nostro mestiere è quello di svegliarci.

A.Huxley

Digital Street Art, Metaverso ed NFT

Arco Della Pace Milano Metaverso

La Digital Street Art è un’evoluzione artistica che interagisce con opere d’arte esistenti. Tutta l’arte può essere digitalizzata, qualunque manufatto, in qualunque luogo: tutto può essere reso immersivo senza minimamente essere intaccato o rovinato. Il risultato è quello di amplificare la percezione di un’opera d’arte nell’immaginario dello spettatore senza intaccare il valore intrinseco dell’opera.

Ghost Over Banksy creerà il primo NFT (non-fungible token) di Digital Street Art.

Nel Metaverso infatti sarà possibile acquistare oggetti d’arte con moneta virtuale e sbloccare contenuti in esclusiva acquistando NFT ossia opere d’arte certificate e non duplicabili.

L’NFT di Ghost Over Banksy sarà autenticata e pubblicata su blockchiain e parte dei proventi saranno devoluti a Emergency.

La prima opera d’arte ad essere proiettata nel Metaverso è stato l’Arco della Pace di Milano. Ma cos’è esattamente il Metaverso, e come è stato possibile inserirci un monumento simile?

Clicca qui per saperne di più su Arte e Metaverso

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti