Il Giro d'Italia è una competizione ciclistica maschile che si svolge sulle strade italiane. Una gara a tappe per ciclisti professionisti che nasce nel 1909.

Se i pedoni si ignorano, se gli automobilisti si insultano, i ciclisti si sorridono, si salutano e si uniscono.

Jacques Goddet, patron del Tour de France

Giro d'Italia 2021: edizione 104 della corsa ciclistica più importante d'Italia

20210505110340giro d'italia.jpg

Sabato 8 maggio parte il Giro d'Italia 2021, arrivato alla sua edizione numero 104. La storia del Giro d'Italia inizia nel 1909 grazie ad un'idea di alcuni giornalisti Tullo Morgagni, Eugenio Camillo Costamagna e Armando Cougnet. Si tratta di una delle tre competizioni ciclistiche più importanti d'Europa insieme al Tour de France, che si svolge appunto in Francia e alla Vuelta de Espana, che si svolge in Spagna. Anche se originariamente nasce come la seconda corsa più importante del World Tour dopo il Tour de France, tra gli anni '50 e '70 ha iniziato ad avere lo stesso prestigio della corsa francese. Il Giro d'Italia ha conosciuto solo due interruzioni o rinvii in tutta la sua storia: durante la prima e la seconda guerra mondiale e nel 2020 a causa della pandemia mondiale da Covid-19. Il Giro d'Italia viene anche conosciuto come Giro Rosa per il semplice motivo che il punto di arrivo della corsa è quasi sempre la città di Milano, luogo in cui ha sede la Gazzetta dello Sport, quotidiano che organizza la competizione dalla sua fondazione. Il quotidiano è appunto rosa, definito anche la Rosea, per questo motivo prende il nome di Giro Rosa e la maglia che indossa il vincitore di ogni tappa e del primo in classifica è appunto la maglia rosa. Mentre l'arrivo è posizionato quasi sempre nella città di Milano, il punto di partenza del giro tende a cambiare sempre. Il record di vittorie al Giro è condiviso da tre ciclisti, ognuno con cinque vittorie: gli italiani Alfredo Binda e Fausto Coppi, e il belga Eddy Merckx. Per quanto riguarda le vittorie delle singole tappe, il record appartiene al velocista italiano Mario Cipollini, che nell'edizione del 2003 riuscì a superare il record di 41 vittorie.

Giro d’Italia 2021: il percorso e le 21 tappe

20210508134426torino.jpg

Il Giro d’Italia inizierà sabato 8 maggio e si concluderà il 30 maggio. Il punto di partenza è la città di Torino, in Piemonte, e si snoderà attraverso un percorso lungo 3479,9 chilometri con un totale di 21 tappe di cui due cronometro e otto arrivi in salita, con il Pordoi come Cima Coppi 2021, per 47.000 metri di dislivello totale. Il Giro terminerà nella città di Milano. Il primo arrivo in salita sarà in Emilia-Romagna a Sestola, in occasione della quarta tappa. Gli Appennini tornano ad essere i protagonisti in cima a Campo Felice in occasione della nona tappa. Il Giro farà tappa a Ravenna, in occasione del settecentesimo anniversario della morte del sommo poeta Dante Alighieri, dove appunto è sepolto, e passerà poi per Verona, luogo in cui ha vissuto per anni. Sebbene il Giro d’Italia sia una competizione tutta italiana, non mancheranno gli sconfinamenti al di là del territorio italico, con la Grado-Gorizia, dove la corsa passerà per la Slovenia. Il giorno seguente arriverà la battaglia lungo la Cima Coppi di questo Giro che sarà il Pordoi, inserito nel tratto dolomitico che prevede anche il Passo Fedaia (Montagna Pantani di questo Giro), il Passo Giau e l’arrivo a Cortina d’Ampezzo, sede delle Olimpiadi Invernali del 2026. Gran finale nella città di Milano domenica 30 maggio, con una cronometro di 29,4 km che partirà da Senago. 

Il Trofeo senza fine

20210508134602trofeo senza fine.jpg

Il vincitore del Giro d’italia si aggiudica il Trofeo senza fine. Si tratta di un trofeo di 9 chili e mezzo assegnato da vent’anni al vincitore della competizione, ed è uno dei più iconici trofei della storia dello sport. Viene realizzato da un’impresa artigiana di Saletto di Vigodarzere, la “Mario Penello”. La Gazzetta dello Sport e RCS Sport commissionarono la realizzazione dell’opera per la prima volta nel 1999 e attraverso un sondaggio pubblico la Rosea fece votare il trofeo più stilistico e bello tra alcuni progetti presentati. Alla fine fu scelto il design di Fabrizio Galli che ideò l’attuale premio. Il Trofeo senza fine ha una forma a spirale che dal basso risale verso l’alto, con dei cerchi che si restringono e si allargano verso i due estremi. E’ realizzato in rame placcato oro 18 carati. La spirale rappresenta la strada percorsa dai ciclisti lungo tutto il Giro d’Italia, una storia che non ha fine. Ogni anno il trofeo viene aggiornato e porta il nome del vincitore della nuova edizione. Ci vuole circa un mese per realizzarlo. Si parte da una barra di rame che viene arrotondata e sagomata con un apposito macchinario. Dopo una prima lucidatura viene sottoposta ad un trattamento a caldo e attorcigliata sulla forma a spirale, qui viene tagliata e nuovamente lucidata, poi vengono scritti i nomi dei vincitori e per finire viene sabbiata.

Giro d'Italia 2021: le squadre partecipanti

20210508134733giro d'italia squadre.jpg

Saranno 23 le squadre partecipanti al Giro d'Italia 2021, formate da 8 corridori ciascuna: Alpecin-Fenix (Bel), in quanto leader della classifica Uci ProTeams 2020, ed altre 19 squadre Uci World Teams: Bahrain Victorious (Brn); Bora-Hansgrohe (Ger); Cofidis (Fra); Deceuninck-Quick-Step (Bel); Ef Education-Nippo (Usa); Ag2r Citroen team (Fra); Astana - Premier tech (Kaz); Israel start-up nation (Isr); Jumbo-Visma (Ola); Lotto Soudal (Bel); Movistar team (Spa); Team Bikeexchange (Aus); Team Dsm (Ger); Groupama-Fdj (Fra); Ineos Grenadiers (Gbr); Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux (Bel); Trek-Segafredo (Usa); Uae Team Emirates (Uae) Team Qhubeka Assos (Rsa). A queste si aggiungno le 3 wild card invitate dagli organizzatori: Bardiani Csf Faizané (Ita); Eolo-Kometa Cycling Team (Ita); Vini Zabù.


Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo