La Toscana ha il più alto numero di località termali in Italia: abbiamo quindi scelto per voi le 5 migliori terme toscane per un weekend di relax.

Colline alberate, vini eccellenti e città d'arte.

Ecco le prime cose che vengono in mente parlando della Toscana.

In questa lista, però, manca un aspetto molto attraente di questa regione: le terme.

Prima in Italia per numero di stazioni termali e centri benessere, la Toscana è meta di un pellegrinaggio salutistico da parte degli appassionati del benessere sin dai tempi dei Romani.

C'è solo l'imbarazzo della scelta: terme gratuite si alternano a tranquille spa immerse nel verde e resort di lusso.

Bollenti e ricche di minerali, le acque termali toscane possono sgorgare a temperature che sfiorano i 50°C: sono un toccasana per curare patologie della pelle o dell'apparato respiratorio. 

Potete rilassarvi una giornata alle terme o trascorrere un'intero weekend alle spa, dormendo nei resort.

Vi presentiamo quindi le migliori 6 terme in Toscana: scoprirete dove immergervi gratuitamente, dove godere dei trattamenti migliori e anche dove bere le famose acque minerali per le terapie idropiniche.

Amanti del turismo termale, tenete pronti costume, asciugamano e voglia di relax!

5. Chianciano Terme

Le Terme di Chianciano sono una gemma incastonate tra la Val d’Orcia e la Val di Chiana, terra di borghi medievali, vigneti e morbide colline.

Note sin dai tempi antichi per le loro proprietà benefiche, le acque termali e minerali del centro termale di Chianciano sono un toccasana per le malattie al fegato.

Le terme si trovano a poca distanza dal centro della città, a un tiro di schioppo da Pienza e Montepulciano, cuore enogastronomico toscano per vini e formaggi.

La chicca delle Terme di Chianciano sono le innovative Terme Sensoriali, una serie di percorsi benessere mirati a rivitalizzare corpo e spirito dei visitatori. Perfette per rilassarsi e depurarsi, questi percorsi includono anche il Percorso del Gusto, un sano buffet realizzato con prodotti locali a km 0.

Questo stabilimento è formato da due diversi parchi termali collegati fra loro e immersi nel verde: il Parco dell’Acqua Santa e il Parco di Fucoli.

Da non perdere le Piscine Theia (900 metri quadri di vasche interne ed esterne, con aperture notturne) e le Terme Sillene (per cure inalatorie, fanghi e riabilitazione).

É anche possibile praticare le terapie idropiniche che consistono nel bere l’acqua della sorgente secondo il programma consigliato dalla struttura.

Se vi appassiona la storia etrusca, dopo un giro alle terme date un occhio alla Necropoli delle Pianacce (a Sarteano) e al Museo Civico Archeologico di Chianciano Terme. 

4. Parco dei Mulini a Bagno Vignoni

Il piccolo borgo di Bagno Vignoni è sulle mappe della Toscana sin dai tempi degli Etruschi e dei Romani.

Amato da personaggi illustri come Lorenzo il Magnifico e Santa Caterina da Siena per le sue acque curative, questo centro termale si trova a poca distanza dalla Via Francigena ed era quindi un luogo di ristoro per i pellegrini che andavano a Roma.

L’unicità di Bagno Vignoni è data dall'eccezionale vasca cinquecentesca costruita nella piazza principale del paese, proprio sopra la sorgente d’acqua termale.

Circondata da palazzi medievali, la piscina è lunga ben 49 metri ed è piena di bollente acqua sorgiva. Non è possibile bagnarsi nella vasca nella piazza, ma Bagno Vignoni offre un'ottima soluzione a questo problema.

Per immergervi gratuitamente, potete seguire i canaletti della piazza e camminare lungo il sentiero verso la collina: arriverete così al Parco dei Mulini con diverse vasche libere con acqua leggermente più fredda della piscina della piazza (ma comunque godibile). Qui viene fatta defluire l’acqua della piscina centrale, ricca di solfati e magnesio e ottima per curare i reumatismi e le artriti.

Non ci sono spogliatoi o bagni, quindi per visitare le terme libere bisogna attrezzarsi in anticipo. 

Se invece vuoi concederti un'esperienza di lusso godendo della acque di Bagno Vignoni, Adler Spa Resort Thermae è il posto perfetto.

La struttura vanta piscine termali con acque curative, bagni di vapore, un parco, una spa e lettini dove godersi il sole, oltre a un ristorante con piano bar e camere luminose con vista sulle colline.

Un luogo magico per rilassare mente e corpo, ma anche il punto di partenza ideale per esplorare la Val d’Orcia.

3. Montecatini Terme

Le Terme di Montecatini sono una vera e propria superstar degli stabilimenti termali in Italia e nel mondo, con 700 anni di storia e benessere alle spalle.

Montecatini è stata infatti inserita dall’UNESCO tra le "Grandi città termali d'Europa".

Si tratta di un vero e proprio agglomerato di terme che utilizzano ben quattro diverse acque termali (Leopoldina, Regina, Tettuccio e Rinfresco), ognuna con una sua differente funzione benefica. Le sorgenti nascono da una falda a circa 80 metri di profondità e le acque sono ricche di sali minerali. 

Le Terme di Montecatini sono molto visitate anche per l'estetica della struttura, con palazzi in stile liberty e neogotico, dentro cui i visitatori possono sfruttare diversi centri benessere, fra cui:

- Le Terme Tettuccio: le terme più famose della città, con un’architettura maestosa e un parco con giardino all’inglese e alberi secolari (visitabile al costo aggiuntivo di 6€). Oltre alle classiche piscine, qui vengono erogate le 4 diverse acque della sorgente e viene quindi praticata la terapia idropinica, che consiste nel bere l’acqua termale, ottima pratica per chi soffre di stipsi e disturbi al fegato o allo stomaco. Inoltre alle Terme Tettuccio si trova il negozio per acquistare i prodotti della linea cosmetica delle terme.

-Le Terme Redi: consigliate per la terapia inalatoria, la fangoterapia e per curare faringiti, bronchiti e dolori articolari.

- Le Terme Excelsior: oltre a vantare piscine e servizi benessere, si sdoppiano per ospitare meeting, conferenze e ricevimenti.

La città di Montecatini Terme si trova in provincia di Pistoia, nel cuore della Valdinievole, tra Firenze e la Versilia. É una perfetta base per esplorare le città d’arte toscane, il mare di Viareggio e i borghi di Pescia e Monsummano Terme.

2. Terme di Saturnia

Le Terme di Saturnia sono una delle località termali più rinomate d’Italia.

Le proprietà terapeutiche dell’acqua che alimenta le terme sono note sin dai tempi degli etruschi e dei romani. L’acqua sorgiva scorre nelle viscere del monte Amiata per circa 40 anni prima di arrivare in superficie alla temperatura di 37.5° C, arricchendosi di zolfo, magnesio e calcio durante il suo viaggio.

Il mito ci racconta che il dio Saturno, per calmare gli uomini costantemente in guerra, scagliò una saetta dal cielo che creò il cratere da cui oggi sorge l’acqua bollente.

Leggende a parte, la sorgente termale si trova all’interno di un grande stabilimento chiamato Terme di Saturnia Spa & Golf Resort che comprende il parco termale vero e proprio, una spa e un campo da golf.

L’atmosfera del luogo è magica e il dress code è bianco (costumi e asciugamani si possono noleggiare presso la struttura se ne siete sprovvisti). Piscine interne ed esterne a differente temperatura, uno spettacolare centro benessere e getti idromassaggio in cascata rendono l’esperienza assolutamente unica.

Le preziose acque sorgive scorrono lungo il torrente Gorello ben oltre il centro termale e creano, a poca distanza, le Cascate del Mulino.

Queste sono terme libere, gratuite e aperte tutto l’anno.

Qui potete godervi gli effetti benefici dell’acqua in grandi vasche calcaree immerse nella natura della campagna maremmana: un approccio diverso rispetto ad un grande centro termale, ma non meno affascinante. Non perdete l’occasione di provare un bagno notturno nelle cascatelle, muniti di torcia ovviamente! Il parcheggio auto è gratuito e non ci sono spogliatoi.

1. Rapolano Terme

Il piccolo comune di Rapolano Terme è immerso nella quiete argillosa delle crete senesi.

A due passi da Siena, questo borgo era noto in passato per due ragioni: le ricche cave di travertino e le sue acque sulfuree.

Qui infatti le acque termali sgorgano ad una temperatura di circa 39° gradi e sono un toccasana per chi soffre di reumatismi, artriti e disturbi alle vie respiratorie. 

Gli appassionati delle vacanze benessere troveranno ben due rinomati stabilimenti termali: le Terme San Giovanni e le Terme Antica Querciolaia.

Le Terme San Giovanni sono un fantastico parco termale che offre tre piscine (di cui due coperte), un variegato listino di trattamenti di benessere, un ristorante e un resort dove alloggiare.

La chicca delle terme è offerta dall’incantevole panorama che si gode dalle piscine esterne, da dove potrete ammirare il tramonto sulle alberate colline senesi e guardare le stelle durante le aperture serali nel weekend. Il costo del biglietto varia a seconda del giorno e dell’orario di entrata e ci sono sconti per i bambini.

L’altro stabilimento è quello delle Terme Antica Querciolaia, più vicino al centro città. Un luogo storico che ha affascinato e curato le ferite di personaggi come Giuseppe Garibaldi. Oltre alla vasca in travertino che ha rinfrancato Garibaldi, questo centro termale vanta numerose piscine interne ed esterne e un invidiabile pacchetto di servizi di estetica, benessere e medicina.

Per godersi un weekend di relax, a Rapolano Terme non manca la scelta: le Terme San Giovanni hanno maggiore appeal grazie allo spettacolare panorama mentre le Terme Antica Querciolaia hanno più spazio esterno e vasche di altissimo livello.

Un dilemma da risolvere solo visitando entrambi i centri termali.

Menzione d'onore

La Toscana offre dunque una grande scelta per una vacanza benessere.

Se ancora non riuscite a decidere quale stazione termale visitare in Toscana, abbiamo qualche altra cartuccia da sparare.

Gli amanti delle terme gratuite devono assolutamente immergersi nelle vasche termali dei Bagni San Filippo in Val d’Orcia. Questa scenografica area termale si trova all’interno del torrente Fosso Bianco, con piccole cascate e laghetti con una temperatura di quasi 48°C, con acque estremamente ricche di minerali. L’esperienza è unica, grazie anche al forte contrasto di colori: il turchese dell’acqua, il bianco delle pareti calcaree e il verde del folto bosco che circonda questo magico luogo.

San Casciano dei Bagni, oltre ad essere inserito tra i Borghi più belli d’Italia, offre invece 42 sorgenti termali con acqua che arriva fino a 40°. Nella cittadina si trovano anche due vasche gratuite (Bagno Grande e Bagno Boscolo) e il lussuoso stabilimento privato del Resort Fonteverde.

Nella zona di Livorno, vanno invece menzionate le Terme di Sassetta. Piccole, ma di grande bellezza, le terme sono circondate dai boschi di castagne dell’Alta Maremma e alimentate da un acqua a 51° ricca di solfati e minerali, perfetta per la cura di malattie respiratorie.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti