Le colonne del tempio di Poseidone a Taranto

Unico luogo di culto greco ancora visibile del borgo antico di Taranto: le due colonne del tempio antico di Poseidone. Chiamato Tempio di Poseidone, anche se non era dedicato a Poseidone.

I resti del tempio, ossia le due colonne più una base con tre rocchi (i blocchi di pietra di forma cilindrica che costituiscono il fusto di una colonna), sono situate accanto all'attuale Palazzo del Comune e rappresentano il lato lungo della peristasis nord del tempio.  Le colonne, in tipico carparo locale tarantino, sono alte 8,47 metri, con un diametro alla base di 2,05 metri, ed interasse 3,72 metri.

Da queste misure e dal profilo dei capitelli si suppone che si tratti di un tempio esastilo, nato agli inizi del V secolo a.C. , con sei colonne sui lati brevi,  tredici colonne sui lati lunghi, e la fronte rivolta verso est. L’ingresso si affacciava sicuramente sul canale navigabile perché quasi tutti i templi greci avevano il fronte rivolto ad oriente.

Si pensa che il monumento fosse dedicato ad una divinità femminile:  Artemide, Persefone o Hera. L'ipotesi più recente, formulata da Lippolis, esamina la possibilità della dedica ad una divinità femminile legata ai riti di passaggio collegati al matrimonio.

Il Tempio di Poseidone, oggi è meta di turisti e visitatori e tarantini, perché diffonde loro fascino e magnificenza, e ricorda l'importanza della città di Taranto, capitale della Magna Grecia.


Potrebbe interessarti