Nelle ultime ore sono stati registrati i primi casi di Coronavirus in Italia, che hanno allarmato la popolazione, ma ciò che si chiedono i turisti da tutto il mondo è: l'Italia è sicura da visitare in questo periodo?

È di poco superiore a 200 il numero di persone colpite dall’epidemia di Coronavirus in Italia. I casi certi diagnosticati sono localizzati tutti in Italia settentrionale anche se molti sono i pazienti sotto controllo in tutta Italia e in molte città sparse per lo stivale è stata disposta la chiusura di scuole e università e altri luoghi pubblici, tutte manovre atte alla salvaguardia della salute pubblica.

L'italia è sicura da visitare? La protezione civile italiana: "si può venire tranquillamente"

Il capo della Protezione civile e commissario straordinario nazionale per l'emergenza Angelo Borrelli ha confermato in conferenza stampa che contagi e decessi si riferiscono sempre ai focolai già individuati: principalmente le regioni settentrionali di Lombardia e Veneto sono quelle dove si è registrata una maggiore diffusione del virus.

Contando il numero totale di casi, l’Italia sarebbe il terzo paese al mondo per numero di contagi. A detta di esperti e funzionari della sanità, tale numero sarebbe da attribuire alla maggiore capillarità dei controlli eseguiti e dalle efficienti manovre straordinarie attuate dalle autorità italiane, che hanno permesso di riscontrare casi con maggiore efficienza.

Dunque a chi in queste ore si sta chiedendo se l’Italia è sicura da visitare, Angelo Borrelli ci tiene a rassicurare: “In italia si è intervenuto con misure impegnative, c'è sicurezza e si può venire tranquillamente".

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Potrebbe interessarti