Alla scoperta dei sapori toscani con il buccellato, pane dolce tipico della città di Lucca

Il buccellato è il dolce tipico di Lucca. I cittadini vanno molto orgogliosi di questo pan dolce tradizionale e, se vi capita di soggiornare in questo incantevole luogo circondato da autentiche mura cinquecentesche, è probabile che il vostro padrone di casa vi porti in dono questa prelibata tipicità locale. Esiste perfino un detto, a Lucca, relativo a questa amatissima ricetta: "Chi viene a Lucca e non mangia il buccellato è come non ci fosse mai stato".

La storia

L'origine del nome buccellato è da ricercarsi nella parola latina buccella, che vuol dire boccone.

Sembra sia nato in epoca romana come pane per i soldati. A ogni modo, Anticamente il buccellato aveva una forma esclusivamente tonda e veniva consumato come dolce della domenica. Nelle panetterie moderne di Lucca, invece, viene venduto anche con una forma dritta e conservato all'interno di un bel sacchetto di carta.

Il buccellato si potrebbe definire come un “pane ricco”: l'impasto è dolce e morbido ripieno di uva passa e con un aroma di anice. La crosta presenta un invitante color marrone lucido, realizzato con una spennellata di zucchero e uovo.

Attualmente è possibile acquistarlo in qualunque momento dell'anno, ma il suo consumo nasce comunque da uno stretto legame con le funzioni religiose, specie la manifestazione della "Esaltazione della Santa Croce".

Il dolce si mangia spesso accompagnato al vino, meglio se liquoroso.

Il locale per eccellenza associato al buccellato è Taddeucci, un antico forno presente in città dal 1881. La panetteria si trova nella storica piazza di San Michele, vicino alla chiesa omonima.


La ricetta

Per la realizzazione del buccellato non esiste una ricetta unica. Trattandosi di un dolce della tradizione, si trova in giro soltanto una ricetta base, ma chi conosce i segreti della lavorazione di questo gustoso pane, sta bene attento a mantenere il segreto!

Ecco di seguito la ricetta base:

• farina (500 g)

• zucchero (150 g)

• lievito di birra (20 g)

• 1 bicchiere di latte

• uva passa (50 g)

• 2 cucchiaini di semi di anice

• un pizzico di sale

• burro (50 g)

• 2 uova


Il buccellato non è uno solo!

La curiosità più divertente relativa al buccellato è che, tra i dolci tradizionali, il pan dolce lucchese non è l'unico a portare questo nome. Esiste infatti un dolce natalizio siciliano chiamato anch'esso "buccellato". La ricetta siciliana è, naturalmente, diversa. Questo buccellato alternativo è infatti una ciambella di pasta frolla decorata con frutta candita e farcita con un ricchissimo ripieno di fichi secchi, uva passa, mandorle, scorze d’arancia e altri ingredienti che variano a seconda della zona in cui viene preparato.  


Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo