Tra i simboli di Roma più amati e frequentati, il tempio degli dei è una tappa imprescindibile: ecco come visitare il Pantheon nel migliore dei modi.

tickets banner

Per visitare tutte le meraviglie della Città Eterna non basterebbe una vita intera ma è pur vero che da qualche parte bisogna cominciare. E allora, se deciderai di iniziare ad esplorare Roma con il classico itinerario del centro storico, dal Colosseo a piazza di Spagna, non dimenticare uno dei fiori all'occhiello di questa zona: il Pantheon.

L’immortale tempio nel cuore della capitale - oggi non solo monumento ma anche chiesa - è infatti molto facile da trovare nel corso delle tue passeggiate nel cuore della città.  Qui ti spieghiamo come visitare il Pantheon facilmente e tutto quello che c’è da sapere su questo luogo incantato e leggendario. 

Esplora le meraviglie di Roma con Visit Rome Pass

Camminare tra i vicoli di Roma significa letteralmente passeggiare nella storia, attraversare i secoli metro dopo metro, e per una panoramica completa il Pantheon non può certo mancare. Se ti trovi nel centro storico di Roma, questo simbolo dei fasti dell’antico impero ti incanterà con la sua imponente struttura e la sua storia.

Ma prima di scoprire come raggiungere il Pantheon è arrivato il momento di sapere qualcosa di più su questo monumento simbolo della città.

Da sempre meta di milioni di turisti da tutto il mondo, “il più bel resto dell’antichità romana”, come lo definì Stendhal, fu costruito nel 27 a.C. da Marco Vipsanio Agrippa, genero e collaboratore del primo imperatore Augusto e, come indicato dal nome (dal greco “tutti gli dei”), fu concepito come un tempio per omaggiare le 7 divinità planetarie e ovviamente per celebrare la Roma augustea. Ma l'aspetto che ha tuttora, con pianta circolare e un pronao a 8 colonne più altre 8 laterali, è dovuto alle modifiche effettuate dall'imperatore Adriano, che tuttavia dedicò ad Agrippa l'iscrizione visibile sul frontone, a riconoscergli la paternità.

Le particolarità dell’architettura dell’edificio sono diverse, prima fra tutte il suggestivo oculus che incorona la cupola, un buco largo circa 9 m che rappresenta una sorta di “finestra” attraverso cui lo sguardo divino poteva penetrare nella pietra ma che concretamente fungeva da orologio solare: la prospettiva dei raggi cambia ogni giorno e ne scandisce il susseguirsi come un calendario. E per il 21 aprile, il Natale di Roma, un fascio di luce illumina perfettamente l'ingresso dell'edificio, come una sorta di benedizione sulla Capitale.

Un’altra peculiarità è il piccolo fossato che ne circonda il perimetro: secondo una leggenda, fu il diavolo in persona a scavarlo con i suoi zoccoli, girando inferocito attorno alla basilica per colpa dell’alchimista Pietro Barliario, che, pentitosi di avergli venduto l’anima in cambio del Libro del Comando delle arti malefiche, si era rifugiato all’interno della struttura sfuggendogli.

Oggi, oltre a essere la tomba di grandi personalità, (come Raffaello Sanzio, re Vittorio Emanuele II e suo figlio Umberto I) è uno dei punti turistici più visitati e un luogo di culto dove viene celebrata la messa, poiché in epoca Cristiana fu convertito a edificio sacro e denominato Santa Maria ad Martyers. Nel 609, infatti, Papa Bonifacio IV fece qui trasferire e seppellire le spoglie di anonimi martiri, in modo da “compensare” in qualche modo la dedica alla schiera degli Dei pagani e trasformarlo in un luogo d'importanza religiosa.  

Insomma, parliamo di un’opera d’arte originale e pregna di significato, unica nel suo genere, che vale assolutamente la pena di visitare.

Prenota il tuo hotel nei pressi del Pantheon

Il Pantheon si trova a piazza della Rotonda, nel centro di Roma, non molto lontano da via del Corso, arteria principale e via dello shopping, e in particolare da Montecitorio, sede del Parlamento, ed è quindi molto comodo da raggiungere a piedi dai vari punti di interesse di questa zona.

Dallo scorso settembre, l’ingresso alla parte superficiale dell’edificio, che precedentemente era gratuito, ha un costo di 5 euro (ridotto a 2 euro per i giovani tra i 18 e i 25 anni e gratuito sotto i 18 anni), mentre invece i biglietti con l'audioguida presentano varie fasce di prezzo a seconda della tipologia e vanno prenotati con anticipo.
Se decidi per una visita non pianificata, armati di ombrello o di bottiglia d'acqua a seconda della stagione e tieniti pronto a fare una lunga fila, poiché al Pantheon è quasi la regola; per questa ragione ti invitiamo a prenotare un tour con opzione “salta la fila” e ad approfittare del ingresso prioritario. Aggiungi anche un'audioguida per scoprire ciò che si cela dietro a ogni piccolo dettagli di questo edificio straordinario oppure prenota un tour con una guida esperta.
Ricorda, inoltre, di vestirti in modo adeguato, con spalle e ginocchia coperte, poiché si tratta pur sempre di un edificio sacro.
L’accesso è tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 19.00, con ultimo ingresso alle ore 18.30.

Biglietti con audioguida e tour guidato

Come visitare il Pantheon: biglietti con audioguida e visite guidate

Per visitare il Pantheon nel migliore dei modi non può mancare un'audioguida. Quella per il tempio degli dei è davvero speciale perché ogni tuo passo verrà accompagnato da l’imperatore Adriano, Papa Bonifacio IV, Raffaello, Margherita di Savoia e il Rettore del Capitolo di Santa Maria ad Martyres Mons. Daniele Micheletti. A parte quest'ultimo, gli altri personaggi hanno la voce di attori del calibro di Sergio Rubini (Adriano), Alessandro Haber (Bonifacio IV), Daniele Parisi (Raffaello), Giusi Cataldo (Margherita di Savoia) e sono accompagnati dalle composizioni originali di Antonio Fresa eseguite e registrate con l’Orchestra del Teatro La Fenice, con la partecipazione di Amalia Gré, Luca Gemma e il Coro dell’Insigne Cappella Musicale del Pantheon. La registrazione dura 50 minuti.

Il biglietto dà diritto a saltare la coda e può essere ritirato presso la Basilica di San Lorenzo in Lucina, a pochi minuti di distanza dal Pantheon, mentre l'audioguida è disponibile presso il Desk Accoglienza interno. Potrai anche aggiungere una guida cartacea da portare con te.

Infine, potrai prenotare un tour con una guida specializzata di circa 30 minuti. 

Visitare il Pantheon: prenota il tuo ingresso

Visitare il Pantheon: prenota il tuo ingresso

Ora che conosci tutti i dettagli utili per visitare il Pantheon, con o senza audioguida, potrai finalmente ritagliarti qualche ora del tuo tempo per una visita esclusiva, alla scoperta di questo luogo imponente e misterioso e della sua struttura particolare.

Ci sarebbe molto altro da dire sul Pantheon e su tutte le storie che è in grado di raccontare ma non vogliamo toglierti il gusto di vivere il suo fascino con i tuoi occhi. 

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti