La "Pescaria" di Rialto, nel cuore del centro storico veneziano, si affaccia sul Canal Grande. E' un edificio storico da sempre dedicato all’attività commerciale, grazie al grande loggiato coperto a piano terra, che ospita quotidianamente il mercato del pesce.

L’antico Mercato di Rialto

20201224112638Schermata 2020-12-24 alle 11.57.35.png

Il Mercato di Rialto, uno dei mercati più antichi e importanti in Italia, rappresenta sicuramente una delle tappe imprescindibili per chi visita la città di Venezia. Situato nei pressi del Ponte di Rialto, si estende tra Campo San Giacomo di Rialto e Campo della Pescaria e ospita il famoso mercato ittico, detto per l’appunto Pescaria, con i vari banchi del pesce posti all’interno della Loggia, e il mercato ortofrutticolo, in veneziano Erbaria, con banchi di frutta e verdura all’aperto. Questa zona è sede del mercato cittadino sin dal 1097, dove un tempo si poteva acquistare non solo ogni tipo di genere alimentare come pesce, carne, formaggi, frutta e verdura, ma anche merci esotiche, come spezie orientali e tessuti e materiali pregiati, quali l’oro e la seta.

Oggigiorno il mercato rappresenta un luogo storico per i veneziani e un vero punto fermo dell'enogastronomia locale, indispensabile per preparare i piatti tipici veneziani; qui si trovano frutta e verdura di qualità e pesce fresco delle acque lagunari, quali sogliole, sardine, calamari, granchi e molto altro, tra cui il radicchio di Treviso e altri ortaggi e verdure del territorio veneto e delle isole, come i carciofini e gli asparagi di Sant’Erasmo e de Le Vignole.

La Loggia del Mercato del pesce di Rialto

20201224134048pesce2-e1489518986147.jpg

L’elegante Loggia che ospita il mercato ittico di Rialto, nonostante il suo aspetto antico, risale solamente al 1907, dopo che il Consiglio comunale approvò, nel 1900, il progetto del pittore Cesare Laurenti e dell’architetto Domenico Rupolo riguardante la sostituzione della tettoia di ferro che proteggeva i banchi dell'Ottocento, costruita non appena diciassette anni prima. Realizzato in stile neogotico, in perfetta armonia con gli edifici circostanti, l’edificio presenta notevoli dettagli decorativi scultorei: infatti, ogni capitello, scolpito da Rupolo sulla base dei disegni fatti dal pittore Cesare Laurenti, rappresenta un soggetto diverso legato al mondo marino della laguna e della pesca, quali pesci, capesante, granchi, aragoste, alghe, cavallucci marini e anche le imbarcazioni con grandi ceste chiamate vieri, utilizzate per mantenere il pescato fresco in acqua. Uno dei capitelli centrali, affacciato sul Canal Grande, e risalente al 1905, rappresenta quattro teste, forse di pescatori, ma probabilmente fra loro si nascondono proprio i volti dei due autori, Rupolo e Laurenti. Nell’angolo sinistro della Loggia, verso il Canal Grande, a un'altezza di circa quattro metri da terra, si trova un altro elemento caratterizzante dell’edificio, la statua di bronzo del "Pescatore", opera di Cesare Laurenti, raffigurante San Pietro, il più famoso pescatore della storia.

Dove mangiare le migliori ricette di mare veneziane in una location mozzafiato

20201224150025Schermata 2020-12-23 alle 22.17.10.png

Nel cuore di Venezia, a due passi dal Ponte di Rialto e dalla Pescaria, si trova La Porta d’Acqua. Il ristorante è situato in un palazzo del 1400 finemente restaurato con gusto contemporaneo; l'ambiente è inoltre decorato da affreschi del 1700 e da una porta d'acqua originale risalente a fine ‘500. In una location mozzafiato, affacciato sul Canal Grande, La Porta d’Acqua è il locale perfetto per gustare una cucina che richiama quella verace partenopea unita ai sentori dei prodotti tipici della laguna veneziana, provenienti direttamente dal vicino Mercato di Rialto.

La Porta d’Acqua, ristorante rinomato tra i veneziani e non, è situato in Riva del Vin, a pochi metri dal Ponte di Rialto, e gode di una vista spettacolare sul Canal Grande, visibile sia dalla sala interna grazie alla grande porta d’acqua che si apre al centro della sala, sia dallo splendido giardino. Il locale è composto da due sale interne, una al primo piano, che è inoltre possibile riservare per eventi privati, e una al pian terreno. All’ingresso del ristorante, un ampio bancone introduce alla piacevole zona bar caratterizzata da un raffinato cocktail bar con giardino che offre signature cocktail e deliziosi spritz rivisitati. All’esterno del locale è inoltre presente un incantevole dehors fornito di tavolini che offre, come le altre zone del ristorante, un’incredibile vista mozzafiato.

La cucina del ristorante è ispirata sia alla tradizione campana sia a quella veneziana, unendo così la vocazione partenopea e i prodotti campani con quelli della laguna in modo impeccabile. Il vario menù fa particolare attenzione alla stagionalità e alla qualità dei prodotti; infatti, il pesce viene scelto giornalmente dal vicino mercato ittico, la Pescaria. Altro elemento importante della cucina de La Porta d’Acqua è la meticolosa attenzione e cura nella preparazione dei piatti. Infine una vasta selezione di proposte vegetariane completa la ricchissima proposta enogastronomica offerta dal ristorante.

Scopri di più su La Porta d'Acqua

La Porta d'Acqua, Riva del Vin, 1097, 30125, Venezia VE

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo