Nata come un villaggio di pescatori, l’incantevole località di Marzamemi rende tradizioni legate al mare le sue principali attrazioni turistiche: un luogo di mare, sapori mediterranei e leggende

Da un villaggio di pescatori ad una rinomata località turistica

Marzamemi è una frazione balneare del comune di Pachino, in provincia di Siracusa, distante dalla stessa circa 3 km e raggiungibile attraverso una rettilinea strada provinciale. La grandezza di questo piccolo approdo sta nell’incessante pratica centenaria della pesca, che gli ha permesso di dotarsi anche di una tonnara divenuta col tempo tra le più importanti della Sicilia. Oggi la tonnara di Marzamemi non è più adibita all’uso per la quale nasce, ma la località vive puntando molto sul turismo: nelle stagioni estive la popolazione aumenta considerevolmente, data l’affluenza di migliaia di visitatori che scelgono Marzamemi per i suoi villaggi turistici, campeggi, bed and breakfast e residence. Il centro del paese è Piazza Regina Margherita: un quadrilatero pedonale ricco di ristoranti, taverne e boutique che affaccia sulla Chiesa di San Francesco da Paola, patrono di Marzamemi, e il Palazzo di Villadorata.

Le due isole del porto di Marzamemi

Di fronte al porto di Marzamemi non potrai non notare le due particolari isole a brevissima distanza dalla riva. L’Isola Grande, avente un perimetro di circa 400 metri, è inglobata da un molo costruito a chiusura del porto stesso, mentre l’Isola Piccola o “Piccola di Marzamemi", di minori dimensioni, si diversifica dalla prima per la presenza di una piccola villa dal color rosso, appartenente a Raffaele Brancati, un medico chirurgo e accademico presso l’Università degli Studi di Catania nonché cugino dello scrittore, sceneggiatore e drammaturgo Vitaliano Brancati attivo nella prima metà del 1900. Per tale motivo, l’isola è nota anche come Isolotto Brancati. L’Isola, oltre all’abitazione a due piani, presenta un piccolo e rigoglioso giardino e una parte posteriore racchiusa da barriere in pietra con delle aperture laterali, in maniera tale da raccogliere l’acqua marina per ricreare una piscina personale.

Dove le spiagge diventano riserve naturali

Marzamemi, oltre alle tre insenature presenti nella località che formano tre piccole spiagge e la zona portuale, dispone di una larga spiaggia lunga poco meno 1 km. Situata a nord dal centro e raggiungibile tranquillamente a piedi, la spiaggia di Spinazza è caratterizzata da una sabbia fine e dorata, e sulla stessa, troverai sia zone libere che strutture attrezzate con lidi e locali: ideali se non vuoi rinunciare a nessuna comodità. Proseguendo ancora verso nord troverai la spiaggia di San Lorenzo, situata tra la località balneare di Reitani e la stessa San Lorenzo. La lunga spiaggia unisce tratti sabbiosi a tratti scogliosi, creando un panorama suggestivo alle porte della Riserva naturale orientata “Oasi Faunistica di Vendicari” appartenente al comune di Noto. L’area naturale, che si estende fino alla Marina di Noto, presenta una lunga spiaggia libera che si protrae per oltre 2 km, terminando con la tonnara di Vendicari e la Torre Sveva. All’interno dell’area troverai diversi insediamenti archeologici e architettonici risalenti all’epoca greca e bizantina. La riserva è un importante tappa di sosta per numerose specie di volatili provenienti da tutto il globo, tra cui fenicotteri, cicogne e il cavaliere d’Italia. La zona è adatta per praticare birdwatching, e il mese di dicembre è il migliore per l’osservazione.

Marzamemi e la sua importanza cinematografica

Marzamemi è stata protagonista di numerosi film e serie tv, oltre che di videoclip musicali e programmi televisivi culturali e naturalistici. Vanno menzionati registi e sceneggiatori del calibro di Gabriele Salvatores, Giuseppe Tornatore e i fratelli Taviani, che l’hanno scelta come unica location di riprese per le loro opere cinematografiche. Dal 2000, Piazza Regina Margherita ospita annualmente il Festival internazionale del Cinema di Frontiera: 4 giorni di proiezioni di lungometraggi, cortometraggi e documentari provenienti da tutto il mondo. Il Festival è dotato anche di una giuria, che premia non solo le pellicole ma anche gli attori partecipanti.

Leggende e sapori della Sicilia orientale

Soggiornando a Marzamemi, ti troverai catapultato in una caratteristica zona Siciliana nella quale non mancano leggende e sapori mediterranei: oltre all’Oasi Faunistica di Vendicari, dove la storia sposa la natura incontaminata, ad un km a sud dalla frazione balneare troverai la Grotta Calafrina: una cavità rocciosa lunga circa 100 metri importantissima per i ritrovamenti archeologici appartenenti all’età della pietra. Dirigendoti più a sud verso il paese di Portopalo di Capo Passero, troverai la Grotta Corruggi che conferma anche insediamenti risalenti all’epoca del paleolitico. Non sei amante delle escursioni e vuoi solo goderti il mare, il sole, e i sapori della Sicilia orientale? Marzamemi è il posto giusto per poter assaporare le prelibatezze del territorio. Così come la storia racconta, specialità del posto è il tonno rosso e il pesce spada, sia fresco che essiccato. Famose sono la bottarga, la ventresca e il mosciame del tonno rosso di Marzamemi. Gli abbondanti pasti siciliani ti permetteranno di gustare i pomodori di Pachino, prodotto IGP ricco di sapore, il buon vino rosso Nero d’Avola e un dessert finale di granita di mandorla pronto a rinfrescarti la giornata.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Potrebbe interessarti