San Giovanni Li Cuti, borgo nascosto sul lungomare di Catania

Il lungomare di Catania offre diversi scorci degni di nota: il mare che si infrange sugli scogli, neri come la notte, è senza dubbio la figura più costante per il turista che decide di percorrerlo, facendosi una piacevole passeggiata.

Alle spalle di piazza Europa, costeggiando la pista ciclabile, sulla destra si trova un piccolo “borgo” (se così vogliamo definirlo) che è doveroso visitare: stiamo parlando di San Giovanni Li Cuti. Nascosto dalle case sul lato destro di Viale Ruggero di Lauria, vi è una spiaggia, piena di grandi pietre nere. Oltre, il mare del Golfo di Catania. Limpido e cristallino, è l’ideale per chi – anche nelle belle giornate di primavera – vuole rinfrescarsi facendosi un bagno. E non ci si dovrà nemmeno meravigliare di trovare altri bagnanti a riva.

Diversi ristoranti di pesce e un bar si affacciano su questa spiaggia. Ma non è qui che finisce San Giovanni Li Cuti. Oltre la spiaggia, proseguendo verso il Monumento dei Caduti, si potrà osservare un piccolo porticciolo con un molo in cemento, tranquillamente percorribile. Sia di mattina che al tramonto, l’orizzonte del mare regala una pace unica ai visitatori che scelgono di esplorare Li Cuti. Barche e pescatori, nonché gli abitanti del luogo, rendono ancora più “mediterranea” questa cartolina tutta etnea.

Il porticciolo, salutando San Giovanni Li Cuti

Anche qui si trovano vari locali, tra cui una pizzeria, che spesso sistemano dei tavolini nella piazzetta adiacente al porticciolo: questa è il luogo ideale per sedersi e riposare un po’, grazie anche all’ombra degli alberi che “vegliano” sulla piazzetta.

Superato quest’altra zona, si giungerà al Monumento dei Caduti, uscendo così da Li Cuti: entrateci curiosi, uscitene affascinati.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti