Arona

Arona, in provincia di Novara, è sicuramente uno dei paesi più incantevoli tra quelli che si affacciano sul Lago Maggiore, impossibile non innamorarsene. Dal 2018 riconosciuto come uno dei borghi più belli del nostro paese, Arona ha molto da offrire ai turisti nonostante le piccole dimensioni. Il Lungolago Marconi, completamente pedonale, è l'ideale per una passeggiata sulle sponde del Lago Maggiore. Arrivati in Piazza del Popolo, piazza principale di Arona, dopo aver visitato il centro storico della città sarà possibile fermarsi in uno dei tanti locali per assaggiare le specialità tipiche della zona o semplicemente per bere un aperitivo. A sovrastare la città sul Sacro Monte di Arona troviamo il Colosso di San Carlo Borremeo noto anche come “San Carlone”. Internamente visitabile, la statua di rame e bronzo raggiunge i 35 metri d'altezza regalando ai visitatori uno scorcio incredibile sul Lago Maggiore. La leggenda narra che prima di costruire la Statua della Libertà Frederic Auguste Bartholdi, ideatore del progetto, studiò proprio il Colosso prendendone apertamente spunto. Da non perdere infine anche il parco della Rocca Borromea di Arona con i resti di questa importante rocca medievale. 

Stresa

Non troppo lontano da Arona, superata la provincia di Novara, troviamo un'altra piccola perla del Lago Maggiore: Stresa. Immersa nella natura, Stresa, offre al turista un panorama unico unendo alla bellezza del Lago Maggiore uno scorcio particolare sulle Alpi. Il suo lungolago è caratterizzato dalla presenza di Alberghi di lusso che sicuramente cattureranno la vostra attenzione. In uno di questi soggiornò per un po' di tempo Ernest Hemingway nell'immediato dopoguerra. Attrazione principale di Stresa, a parte le Isole Borromee di cui parleremo approfonditamente più avanti, Villa Pallavicino. Pensata e costruita come residenza privata di Ruggero Bonghi nel 1855, diventò un oasi faunistica soltanto dal 1955 per decisione della famiglia Pallavicino. Qui sarà possibile visitare infatti sia il giardino botanico che uno zoo con oltre 50 diverse specie di animali. Consigliamo questa visita specialmente alle famiglie con bambini per regalare ai vostri figli una giornata a stretto contatto con la natura e gli animali in totale libertà.

La Rocca di Angera

Nel versante Lombardo del lago, in provincia di Varese, troviamo la Rocca di Angera. Rocca di origine medievale, affacciata sul Lago Maggiore, nel corso dei secoli ha avuto un'importanza strategica soprattutto dal punto di vista militare. Interamente conservata a differenza della sua gemella di Arona, oggi ospita al suo interno il Museo della Bambola e il Museo del Giocattolo. Tra le sale visitabili dedicate alle due famiglie storicamente proprietarie della Rocca, prima i Visconti e poi i Borromeo, segnaliamo in particolare la Sala della Giustizia. Qui sarà possibile visionare una serie di affreschi del "Maestro d'Angera" dedicata all'arcivescovo Ottone Visconti.  Imperdibile il panorama dalle due torri quella Principale e quella di Giovanni Visconti. 

Isole Borromee

Proprio Stresa è il punto di partenza più comodo per raggiungere le Isole Borromee, altra meta imperdibile sul Lago Maggiore. L'Isola Bella, l'Isola Madre e l'Isola dei Pescatori sono isole ricche di storia più che secolare. Qui dal 700 le principali famiglie nobili Europee hanno sempre amato trascorrere le proprie vacanze. Merito delle attuali costruzioni è dovuto alla famiglia Borromeo, che ancora oggi è proprietaria dell'Isola Bella e dell'Isola Madre chiamate “le sorelle” del Lago Maggiore. Sull'isola Bella sarà possibile visitare Palazzo Borromeo e il suo splendido giardino, qui alloggiò anche Napoleone a cui, dopo la sua visita, è stata dedicata una sala all'interno del palazzo. Diverso invece il discorso per l'Isola dei Pescatori, l'unica attualmente abitata. Conosciuta anche come Isola Superiore, vi conquisterà con i suoi stretti vicoli dove, nelle piccole botteghe, sarà possibile acquistare prodotti artigianali locali.


Eremo di Santa Caterina del Sasso

Sul versante orientale del lago, nel comune di Leggiuno, sorge l'Eremo di Santa Caterina del Sasso, uno dei posti più affascinanti del Lago Maggiore. Costruito nel XII secolo per volontà del mercante Alberto Besozzi, oggi Beato, in onore a Santa Caterina di cui era particolarmente devoto. Attualmente è gestito da un gruppo di Oblati Benedettini. A strapiombo sul lago l'Eremo di Santa Caterina è raggiungibile a piedi, attraversando una lunga scalinata immersa nel verde, o via lago prendendo uno dei tanti battelli che lo collega alle altre sponde del Lago Maggiore. Il Santuario è formato da 3 distinte zone: il convento meridionale, il conventino e la chiesa dove giacciono i resti di Santa Caterina e del Beato Besozzi. L'ingresso è gratuito ed è assolutamente consigliato in quanto posto unico nel suo genere.


Seguici sulla nostra pagina Facebook

Potrebbe interessarti