Ci troviamo a pochi chilometri a Nord di Venezia, abbiamo l’adriatico proprio davanti a noi e la spiaggia sabbiosa sotto i nostri piedi. Stiamo parlando del comune di Caorle. E’ praticamente da sempre una delle mete estive più gettonate della regione e vanta un mare bandiera blu dal colore azzurrissimo.

Quello che probabilmente non sai è che questa piccola cittadina ha una notevole tradizione enogastronomica, cosa che rende il soggiorno qui, un’esperienza davvero unica.


Cosa Mangiare quando si arriva a Caorle

Non ditelo agli altri italiani, ma da queste parti potrai mangiare un ottima Carbonara di mare. Da questo s'intuisce che è il pesce a fare da padrone in questa cucina, e non poteva mancare per questo, una rivisitazione del celebre piatto romano. Ovviamente vi consigliamo di provarla prima di dare un giudizio. Sulla cultura non si scherza, è ovvio, ma sul buon gusto, possiamo garantire.

Se invece abbiamo voglia di un piatto a base di pasta, ma non vogliamo andare “contro” la tradizione italiana possiamo provare i cosiddetti spaghetti alla busara (o anche busera).Questi ultimi sono preparati con scampi, gamberi o con i canestrelli tipici della laguna, e rappresentano al meglio le tradizioni lavorative di questa fantastica terra. Non dimenticate di fare la scarpetta con il pane, alla fine del pasto.

Anche la pizza da queste parti è rivisitata con i sapori locali, e può essere mangiata con scampi, gamberi e canestrelli. Si possono assaggiare inoltre zuppe e risotti, con il mare sempre protagonista. Seppioline della laguna o anche il moscardino, pesce tipico di questa zona del Veneto, preparato in diversi modi. Piatto leggero ma ricco di sapore, vi lascerà sicuramente senza parole.

Tutte queste pietanze potrete assaggiarle sicuramente ad un ristorante dallo stile ricercato a due passi dal centro storico di Caorle: Ristorante Pizzeria Sporting Il Giardino delle Fate. Un luogo dove si può passare una piacevole giornata in famiglia e accompagnare il tutto con dell’ottimo vino prosecco docg. Non ve ne pentirete.

Dopo i sapori della tradizione, una bella passeggiata in centro

E’ proprio questa la cosa migliore che si può fare dopo un pasto abbonante a base di pesce. Godersi il centro storico, con le sue tipiche architetture. Da una prima occhiata ci accorgiamo che tutto ruota intorno al Duomo, caratterizzato da un romanico austero e lineare. Ma proprio accanto ad esso, ecco la meraviglia: un maestoso campanile di forma cilindrica, costruito nel 1038, agli inizi del basso medioevo.

Dalla piazza del Duomo la città si divide in campi e campielli, esattamente come per Venezia, ma a due passi dal mare aperto. Poco più avanti ecco la Calle lunga, la strada principale che taglia tutto il centro storico, restituendo un’atmosfera simile a quella del capoluogo veneziano, ma di un’intimità maggiore, a misura d’uomo. A pochi passi dal Duomo, ma abbracciato dal mare, vediamo la chiesa della Madonna dell'Angelo da cui si possono ammirare tramonti meravigliosi. Un luogo ideale per sognare, emozionarsi e perdersi in orizzonti infiniti e lontani.

Una volta che il sole è calato, la stanchezza comincia a farsi sentire, fortunatamente c’è un luogo adatto per riposarsi o anche per godersi un po’ di vacanza. Questo è sicuramente l’Hotel Maxim: “Dove ogni giorno, musica, giochi e danza, trascinano in un'atmosfera senza tempo. Dove i vecchi si sentono bambini e i bimbi vivono in un mondo solo per loro.” Ed è davvero così. Non vi resta, appena possibile, che tuffarvi in una nuova avventura, da soli, in compagnia o anche con tutta la famiglia. 

CLICCA QUI PER PRENOTARE LA TUA VACANZA A CAORLE ALL'HOTEL MAXIM

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo