"Se Venere vivesse, non preferirebbe più Cipro o il monte Citera o il bosco Idalio, ma verrebbe ad abitar Genova, sì come dimora fatta per lei".

(Enea Silvio Piccolomini, poi papa Pio II)

Genova: La Superba città della Lanterna

Per tutti è nota come “la Superba”, grazie al suo glorioso passato, quando per 800 anni è stata Repubblica Marinara e la più grande città marittima d’Europa. Genova è sempre stata una città votata al lavoro, ai commerci, e negli anni del boom economico italiano, all’industria. Sembra strano dunque poter cogliere altri aspetti di questa città; eppure Genova offre degli scorci caratteristici, poco conosciuti ai turisti stranieri e molto, molto romantici.

Spianata di Castelletto e il Belvedere

È la “terrazza” della città che offre la vista panoramica più bella di Genova: da Levante a Ponente il centro storico, il porto, la Lanterna e tanti monumenti saranno ai piedi di chi li ammira da quassù, come il meraviglioso mare blu oltre i cantieri portuali. Il suo vero nome sarebbe Belvedere di Montaldo, ma a Genova nessuno la chiama così: il suo nome familiare deriva infatti da una antica fortezza militare che nel 1849 fu “spianata” lasciando libera la terrazza nota oggi. La Spianata è raggiungibile a piedi dalla Salita Castelletto, in autobus prendendo il n.36, in auto dalla circonvallazione a Monte, ma consigliamo di prendere l’antico ascensore da Piazza Portello, in stile Liberty, per un emozionante tuffo nel passato.

Parco di Villa Durazzo Pallavicini

Per gli amanti del verde e dei giardini romantici il Parco di Villa Durazzo Pallavicini, nel quartiere di Pegli, è una meta imperdibile. Il giardino fa parte di una storica dimora nobiliare, come ce ne sono tante a Genova, oggi sede del museo di archeologia ligure. Fu realizzato tra il 1840 e il 1846 dallo scenografo del teatro Carlo Felice Michele Canzio, che lo concepì infatti come un’opera teatrale, che unisce il mondo cavalleresco, lo stile neoclassico e il gusto per l’esotico, insieme a molti elementi ricchi di significati simbolici e allegorici. Questo splendido parco si trova a due passi dalla stazione di Genova Pegli; il costo di ingresso è di 10 euro, un po’ caro, ma ne vale assolutamente la pena. 

Boccadasse

Si trova nell’elegante quartiere residenziale di Albaro ed è un antico borgo marinaro dove le vecchie abitazioni dei pescatori fanno da suggestiva cornice a piazza Nettuno, una piccola spiaggia di ciottoli, dove nelle sere d’estate i ragazzi sono soliti sedersi e mangiare un gelato. Un posto davvero romantico, immaginario luogo di origine di Lidia, l’eterna fidanzata del commissario Montalbano (il personaggio più famoso dei romanzi di Andrea Camilleri), e dove per alcuni anni abitò il cantautore Gino Paoli, che lo ricorda nella sua dolcissima canzone “La gatta”. Boccadasse è anche il titolo di un'altra canzone di Gino Paoli, che canta insieme al suo grande amore Ornella Vanoni. Portateci il vostro lui o la vostra lei, passerete una serata indimenticabile.

Passeggiata di Nervi (Passeggiata Anita Garibaldi)

Si snoda per circa 2 km dal porticciolo di Nervi, l’ultimo quartiere a Levante di Genova, fino all’antico scalo di Capolungo. Una delle passeggiate più belle d’Italia, se non del mondo, che riprende un antico sentiero percorso da pescatori e contadini. Da un lato ammirerete i parchi di Nervi, ricchi di piante mediterranee ed esotiche, dall’altro il mare blu vi regalerà un panorama mozzafiato sul Golfo Paradiso e sul promontorio di Portofino. Consigliamo la passeggiata al tramonto, a prova di bacio…Per arrivarci, dalla città basta prendere una tra le linee di autobus FS Nervi o 15,15/, 17 - 17/.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti