Cosa vedere in Puglia per evitare assembramenti: 6 località poco conosciute per trascorrere le vacanze estive.

La Puglia si conferma ancora una volta una delle tappe preferite dagli italiani per trascorrere le vacanze estive. A dirlo è un’indagine dell’agenzia Marketing01, tra i 30 Google premier partner al mondo, che mostra il grande successo della Puglia nelle ricerche web su Google.

Il tasso di ricerca delle parole chiave “Puglia” e “Sardegna” cresce di settimana in settimana di almeno il 23%, dato fortemente incoraggiante per tutto il comparto turistico della regione che ha subìto davvero un duro colpo dal lockdown.

Se per il territorio questo è un positivo segnale di ripresa, tuttavia i viaggiatori hanno bisogno di itinerari alternativi che consentano di visitare la magnifica Puglia senza il rischio di incappare in assembramenti di persone.

Ecco, perciò, 6 destinazioni poco conosciute che vi faranno scoprire una Puglia unica e autentica senza assembramenti:

Monte Sant'Angelo

In Capitanata sorgono dei paesini che sono dei veri e propri gioielli e Monte Sant' Angelo è sicuramente uno di questi. Arroccato sulla collina, pochi abitanti, conserva tutto il fascino degli antichi borghi di montagna. Un luogo ricco di storia e di spiritualità, vegliato dall' Arcangelo Michele il cui santuario è uno dei luoghi di pellegrinaggio più suggestivi della Puglia. Il santuario, di fondazione longobarda, è situato nella grotta che la tradizione ricorda come sacro scenario dell`apparizione dell'Arcangelo Michele, testimoniando la secolare devozione popolare verso l'Angelo vincitore di Satana. 

Altamura

Sembra incredibile, ma, Altamura, la famosa città del pane pugliese può essere una delle destinazioni migliori per godere la Puglia senza assembramenti. La città vecchia mantiene la sua impronta medievale con i suoi vicoli e, soprattutto, con la grande cattedrale costruita da Federico II. Girovagando ed esplorando il centro è possibile trovare forni attivi già dal 1400 e mai spenti. In queste caratteristiche attività si cucinano le specialità della zona come il pane o il calzone altamurano: una torta salata ripiena di cipolle, tonno, alici, capperi e pomodori. Una vera delizia! Anche gli appassionati di archeologia e trekking non rimarranno delusi. Il museo archeologico, infatti, è sempre gratuito e custodisce la riproduzione del famoso Uomo di Altamura, scheletro di Neanderthal ritrovato nel territorio, tra i più antichi del luogo. Pensate che è stato datato a più di 120.000 anni fa!

Casamassima

Non tutti sanno che la Puglia è legata indissolubilmente all'India, ad Israele ed al Marocco da Casamassima. A soli 18 km da Bari, infatti, si trova un piccolo centro nel quale le case sono tutte dipinte di blu! Casamassima è chiamata “la città azzurra d'Italia” proprio per il curioso colore che caratterizza le facciate delle case. La leggenda vuole che le lavandaie di Casamassima aggiungessero della polvere azzurra all'acqua del bucato in modo da evitare l'ingiallimento dei panni. Quella stessa acqua, poi, veniva mescolata alla calce usata per lenire le pareti delle case che assumevano, così, questa colorazione azzurrina che oggi tanto incanta i visitatori. Un borgo delle fiabe che quieta l'anima facendola respirare come accade a Jodhpur in India e a Chefchaouen in Marocco.

Oria

Lungo il tracciato della Via Appia, in provincia di Brindisi, sorge Oria, antica capitale politica del popolo messapico. Qui, all’ombra del Castello Svevo costruito da Federico II, è d'obbligo perdersi nei vicoli del borgo medievale percorrendo il quartiere ebraico per raggiungere la Basilica, al di sotto della quale si accede alla Cripta delle Mummie. Luogo davvero impressionante, dal misterioso fascino macabro nel quale sono custodite le mummie degli antichi membri della Confraternita della Morte, strenui difensori della città dalle frequenti incursioni turche del 1500. Da brividi!

Manduria

Patria del Primitivo, Manduria è imperdibile per gli appassionati di vino e di itinerari alternativi. Qui infatti sorge il Museo della Civiltà del Vino Primitivo dove sembra che il tempo si sia fermato tra gli oggetti utilizzati dai contadini per coltivare l’uva e produrre l'inconfondibile vino che è diventato così famoso nel mondo. Su prenotazione, inoltre, il Museo organizza delle degustazioni per assaporare tutta l’arte vinaria delle cantine pugliesi.

Manduria ha un centro storico medievale molto affascinante: un labirinto di piccole strade sulle quali si affacciano palazzi nobiliari, veri scrigni di tradizione, storia e archeologia. Infatti, negli anni sono venuti alla luce gli antichi resti della città messapica, delle necropoli e, soprattutto, delle grandi mura di cinta, oggi visitabili nel Parco delle Mura Messapiche. 

Gravina in Puglia

Suggestivo paesino quasi al confine con la Basilicata, Gravina è diventata famosa per il ponte dell’acquedotto che collega la città al Parco dell’Alta Murgia, ponte di recente scelto dalla produzione dell'ultimo James Bond per spettacolari riprese. Gravina è una città ricca di autentica "pugliesità" dove si respira un'atmosfera incontaminata, una città completamente scavata nella roccia e per questo anche detta la Matera pugliese. Le rovine del Castello Svevo e la chiesa di San Michele in grotta sono le sue attrazioni principali insieme ai caratteristici paesaggi rupestri, dal fascino ancestrale, con le grotte e i canyon dell’alta Murgia che incorniciano il borgo. Non mancano, inoltre, le occasioni per scoprire il territorio circostante grazie ai numerosi percorsi organizzati per gli amanti del trekking.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti