Attraversando il fiume Po',nella bassa valle lombarda, c'è un delizioso triangolo di terra tutto da scoprire. Si inerpica sulle dolci colline ricoperte da ordinati filari di vigneti. E' l'Oltrepò Pavese. Visitatelo...vi sorprenderà!

Prossima fermata: Oltrepò Pavese

Oltrepò Pavese, è un meraviglioso triangolo di terra tra pianura e collina lombarda al di quà del fiume Pò, confinante con il Piemonte, la Liguria l'Emilia Romagna.

Pur non avendo la stessa fama internazionale del Chianti, è un territorio tutto da scoprire in qualsiasi stagione. Proprio grazie alla sua posizione geografica, alla sua morfologia, alla sua storia di grande influsso romanico, e ai prodotti provenienti dalla sua fertile terra, ha tutte le carte in regola per diventare la nuova "star" del turismo italiano sul palcoscenico nazionale ed internazionale.

Cose da vedere e da fare nell'Oltrepò Pavese

L'Oltrepò Pavese non è vastissimo, ma ha molto da raccontare e molto da scoprire: i suoi borghi, i suoi castelli, la sua storia, percorrere i tanti sentieri tra le dolci colline, dove ci si può immergere nei filari d'uva di differenti vitigni, dai quali si producono eccellenti vini nelle decine di aziende vitivinicole di questa zona, e ancora i tanti prodotti della natura e le tante prelibatezze locali che non mancano mai sulle tavole dei numerosi agriturismo, ristoranti e trattorie dell'Oltrepò in provincia di Pavia, territorio di fiumi, torrenti, laghi incastonati tra le colline e sorgenti termali e addirittura una stazione sciistica a 1700 m.s.l.m. .

Dove si trova l'Oltrepò Pavese

La casualità che l'Oltrepò Pavese sia "attraversato" dal 45° parallelo, lascia percepire che geograficamente abbia già una localizzazione facile da trovare, ma sopratutto facile da raggiungere, essendo quasi equidistante dalle principali città ed aeroporti del Nord Italia, quali Milano, Torino, Genova, anche con il suo porto, e seppur un po più distante, anche da Bologna.

Come arrivarci

Ma cosa facilita ancor di più visitare e scoprire questo interessante angolo pavese, è che si possa raggiungere con qualsiasi mezzo di trasporto, infatti, qui si incrociano due grandi arterie autostradali, due principali linee ferroviarie, un aeroporto da turismo, Inoltre fra due anni verrà inaugurata la via ciclabile denominata VENTO (Venezia-Torino) che includerà la già esistente GreenWay costruita al posto della storica ferrovia Voghera-Varzi. Potremmo arrivarci addirittura a piedi dalla Francia, attraverso la millenaria Via Francigena, o da Portofino con il percorso della Via del Sale

L'atmosfera in Oltrepò

Qualunque sia la località di provenienza, una volta arrivati in Oltrepò, si avrà solo l'imbarazzo della scelta sul cosa fare e dove andare. Qui, dove nemmeno lo squillo del vostro cellulare potrebbe disturbare la quiete, si verrà trasportati dall'atmosfera di pace e tranquillità, dagli odori e dai colori della natura, dalle colline che si levano dolcemente dall'immensa pianura padana, dalle quali, nei tantissimi giorni di buona visibilità, si arriva persino a scorgere le Alpi con il Monte Rosa sempre innevato

Si parte da Voghera

Il maggior centro abitato dell'Oltrepo è una cittadina di 40mila abitanti, Voghera, definita non solo la capitale economica ma sopratutto la "Porta dell'Oltrepo".

Un centro storico classico e curato, una piazza Duomo fatta di ciottoli e contornata da un portico romantico ed elegante come la stessa Voghera, che non a caso ha dato i natali al famoso stilista Valentino.

Partiremo da qui per percorrere e raccontare l'Oltrepò Pavese e scoprirne i suoi segreti. Questo e' stato solo un "piccolo aperitivo", che qui in viene fatto con l'immancabile Salame di Varzi, la Micca e la Bonarda

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti