In cerca di consigli per le tue vacanze? Scopri questa perla della Liguria ed esplora Alassio come un local con i nostri suggerimenti.

tickets banner

È conosciuta come la città degli innamorati

Per molti inglesi, la scintilla scoccò nel XIX secolo. Fu un amore fruttuoso, di cui oggi resta una cospicua eredità: ville in collina, giardini da sogno, la chiesa anglicana, il tennis club, una nutrita collezione di libri e opere d’arte

Secondo la leggenda, fu l’antico rifugio romantico di una principessa e un soldato. 

Per la cultura popolare e turistica contemporanea, assicurerebbe il matrimonio entro l’anno (ma devi toccare il piede femminile della statua Gli innamorati di Eros Pellini per ingraziarti Cupido). 

Secondo gli appassionati di gastronomia regionale, i suoi “baci" fanno innamorare al primo assaggio. 

Love is in the air ad Alassio, e noi siamo certi che ti innamorerai davvero. Del suo splendido mare, dell’arte, della buona cucina e dei suoi dolci paesaggi. 

Qui ti raccontiamo quali sono secondo noi le migliori cose da fare ad Alassio come un local

Le migliori cose da fare ad Alassio come un local

Cose da fare ad Alassio come un local

Per chi arriva ad Alassio viaggiando in treno, Il Muretto è una delle primissime attrazioni in cui capita di imbattersi. 

Nel corso dei decenni, il basso muro nei pressi del Caffè Roma è stato riempito di coloratissime piastrelle in ceramica recanti la firma di quanti l’hanno amata, frequentata o che semplicemente si sono fermati di passaggio, restando rapiti dal suo fascino.

Sono nomi dello sport, dello spettacolo, della cultura. Il primo a essere inserito, pare, fu quello di Ernest Hemingway, assiduo frequentatore del locale di proprietà di Mario Berrino, l’artista e imprenditore animatore della vita culturale alassina.

La frizzante atmosfera che aleggiava da queste parti negli anni Cinquanta e Sessanta ne struttura tuttora la fama. Ma occhio a considerarla solo un baluardo del passato: si farebbe un grave errore.

In questo viaggio in sette tappe, abbiamo riassunto alcuni dei punti fermi che non dovrebbero mai mancare nella lista delle cose da fare ad Alassio come un local.

Prenota gita in Liguria da Milano

7. Passeggiare per il Budello

Cose da fare ad Alassio come un local. Passeggiare per il Budello

L’area del Budello coincide con il carruggio parallelo al mare che collega Borgo Coscia a Barusso. 

La zona più caratteristica di Alassio è uno dei quartieri del suo genere meglio conservati della Liguria.

È un intreccio di vecchie case di pescatori ed eleganti palazzi d’epoca in cui si aprono alcuni degli scorci più pittoreschi in città

Se è la prima volta che capiti da queste parti, lo troverai irresistibile per il suo spirito mediterraneo e inconfondibilmente ligure. 

È sempre molto frequentato, praticamente ad ogni ora del giorno e della sera, sia dai locali che dai turisti. Per i primi è un pilastro della quotidianità, un luogo di incontro dove passeggiare con gli amici, fare qualche acquisto e sorseggiare un aperitivo.

Troverai un’abbondanza di negozi, boutique, ristoranti, pasticcerie e forni. Se stai pensando a dove recarti per per assaggiare i Baci di Alassio o dare un morso a una focaccia, il Budello è decisamente il posto giusto da cui cominciare. 

6. Fare una scorpacciata di Baci

Li abbiamo nominati e allora eccoli serviti.

In un luogo dove tutto sembra inneggiare all’amore, dalle leggende legate all’origine della città alle opere d’arte che si incontrano per il centro, anche il dessert più famoso ne è un omaggio dolcissimo.

I Baci di Alassio, due biscotti uniti da una densa crema al cioccolato, hanno fatto innamorare generazioni di golosi.

Anche estimatori illustri, come Gabriele D’Annunzio, si sono lasciati sedurre dai piccoli, cremosi dolcetti a base di cacao e nocciola creati da Pasquale Balzola nel 1919.

Sfornati per la prima volta all’interno dello storico Caffè Pasticceria Balzola, punto di riferimento per gli appassionati del gusto fin dall’inizio del secolo scorso, dal 2006 sono riconosciuti come prodotto DOP. Assicurati di fare scorte prima di ripartire. 

Impara a cucinare specialità liguri

5. A piedi e in bicicletta

Cose da fare ad Alassio come un local. A piedi e in bicicletta

Scambiato il primo bacio, è il momento di entrare nel vivo del nostro viaggio e cominciare a conoscere meglio il territorio. 

Ti consigliamo di dare un’occhiata ai percorsi segnalati che attraversano Alassio e i dintorni. Ce ne sono tanti e insieme disegnano un itinerario perfetto che copre rilassanti paesaggi collinari e panorami costieri. 

Comincia con una passeggiata intorno al porto. Potrai prendere visione del pescato del giorno direttamente dalle barche dei pescatori e cogliere l’occasione per assaggiare l’acciugotto, panino ghiotto farcito con salsa di prezzemolo e capperi e acciughe. 

Volendo, si prosegue verso la vicina Laigueglia. Il tragitto è di circa 3 chilometri, fiancheggia il mare ed è di facile percorrenza e piacevole tutto l’anno. 

Decisamente più impegnativo, ma altamente scenografico e interessante, è l’itinerario lungo le mulattiere e i carruggi di Solva, antico borghetto arroccato con solo qualche casa, una piazzetta e una chiesa affrescata. È più faticoso di una tranquilla passeggiata bordo mare, ma la bellezza e la particolarità degli scorci che si incontrano valgono lo sforzo. 

Tieni in serbo un po’ di energia per affrontare il viaggio nel tempo lungo la via Iulia Augusta, strada romana che segue il litorale ligure. È uno dei percorsi storici e naturalistici più affascinanti della regione, da fare sia a piedi che in bicicletta.

A tal proposito: se pedalare è la tua passione, ti piacerà la ciclovia. Puoi scegliere: optare per la strada asfaltata, e quindi per un cammino più lineare, oppure lanciarti in avventurosi off-road. Raggiungerai piccole chiese isolate, splendidi punti panoramici lungo le vicine colline e tesori nascosti che ti avvicineranno allo spirito del luogo. 

Scopri cosa fare nei dintorni di Alassio

4. Esplorare le spiagge di Alassio

Cose da fare ad Alassio come un local. Esplorare le spiagge di Alassio

Parte del successo di Alassio è dovuto alla reputazione di meta balneare chic e mondana esplosa negli anni Sessanta.

La spiaggia principale, 3 chilometri di litorale sabbioso lungo i quali si alternano lidi attrezzati e tratti liberi, è letteralmente a due passi dal centro storico e si raggiunge con grande facilità. 

Se ciò che cerchi è una classica vacanza al mare senza stress, sei decisamente nel posto giusto. 

I ristoranti e i caffè che vi si affacciano, ben integrati con il paesaggio e in armonia col clima vacanziero, sono alla giusta distanza dalla sedia sdraio su cui stai sonnecchiando al sole. A prova dei viaggiatori più pigri. 

Ciò che la gente del posto sa, è che pure il mare nei pressi del porto è pulito e quindi anche i tratti di spiaggia a ridosso del molo sono molto frequentati.

Raggiungendo la spiaggia di Punta Murena, invece, troverai un’atmosfera decisamente diversa. Il tratto di sabbia che si affaccia proprio difronte all’isola di Gallinara si estende ai piedi di una rigogliosa pineta e, in certe di giornate, regala momenti di assoluta tranquillità.

Venire al mare ad Alassio ti piacerà, ma siamo certi che apprezzerai anche esplorare la costa nelle vicinanze. Ad esempio, se sei in viaggio con dei bambini piccoli amerai i bassi fondali Bandiera Blu del lido di Ceriale o la vicina spiaggia di Borghetto Santo Spirito

Scopri il mare della Liguria

3. Assistere alla fioritura di Villa della Pergola

La dimora ottocentesca della famiglia Hanbury è oggi un hotel di lusso con tanto di ristorante stella Michelin. 

Testimonianza raffinatissima della Liguria del passato, conserva le atmosfere aristocratiche di un peculiare periodo storico, quello in cui tanti villeggianti inglesi si innamorarono pazzamente di Alassio eleggendola a buen retiro per i mesi invernali. 

I giardini di Villa della Pergola sono un gioiello a sé. Si estendo per 22 mila metri quadrati di colori e profumi, tra specie di alberi e piante talmente variegate che si assiste a nuove fioriture praticamente in ogni momento dell’anno. 

Splendidi glicini, un’imponente collezione di agapanti, la più importante in Europa, un agrumeto con 40 varietà diverse, inclusi esemplari rari e curiosi come il Murraya Paniculata, l’agrume più piccolo al mondo. 

E poi fontane, laghetti di ninfee, un boschetto di mirti e tante altre specie più o meni rare ma sempre bellissime da vedere. 

Il parco fa parte del circuito dei Grandi Giardini Italiani e può essere visitato da marzo a novembre su prenotazione. 

2. Escursione all’isola di Gallinara

Cose da fare ad Alassio come un local. Escursione all’isola di Gallinara

Riserva naturale protetta dal 1989, l’isola di Gallinara caratterizza il panorama marino di Alassio con la sua sagoma che ricorda quella di una grande tartaruga. 

È del tutto disabitata e non è consentito visitarla. Ciò che invece puoi fare, è salire su una delle imbarcazioni che quotidianamente salpano dal porto di Alassio per raggiungere le acque che circondano l’isolotto e scoprire così la straordinaria ricchezza naturalistica di questo luogo dalla vegetazione lussureggiante. 

Molte specie animali trovano qui il loro habitat naturale, tra uccelli che la scelgono per nidificare e specie marine che ne rendono i fondali una destinazione amata dagli appassionati di immersioni

Tra le mete più ricercate dai sommozzatori, oltre alle numerose grotte, ci sono la statua del Cristo Redentore, adagiata sui fondali della Gallinara nel 1998, e il relitto di un'antica nave romana, ritrovata negli anni Cinquanta con il suo carico di anfore, oggi custodito nel Museo Navale Romano di Albenga.

Prenota esperienza in barca in Liguria

1. Scoprire tutti i volti dell’arte di Alassio

Da giugno ad agosto, il Festival della Cultura porta tra le strade, le piazze e i carruggi di Alassio un fitto calendario di incontri e attività focalizzati su arte, musica, teatro, cinema, narrativa, poesia. 

L’estate è certamente un momento felice per scoprire il volto più frizzante di Alassio, ma con così tante gallerie, musei e iniziative, la cittadina balneare dimostra di essere una meta culturale decisamente interessante durante tutto l’anno.

L’esplorazione dei musei potrebbe cominciare con la Galleria d’arte Berrino, interamente dedicata al celebre artista locale che ebbe all’intuizione del famoso Muretto simbolo di Alassio.

Meno di dieci minuti di passeggiata e si raggiunge la Pinacoteca Carlo Levi, nel cuore del Budello. Ospitato nel seicentesco Palazzo Morteo, il museo rende omaggio allo scrittore e pittore torinese con una mostra permanente di opere, tra cui tele, manoscritti, lettere e appunti personali. 

Alla Richard West Memorial Gallery ti attendono 76 tele dipinte del pittore britannico che testimoniano il paesaggio ligure di fine Ottocento. È anche una delle più importanti biblioteche inglesi in Italia, in quanto vi sono conservati circa 15.000 volumi del Fondo Librario Anglosassone. 

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti