tickets banner

Le città, gli arcipelaghi, i vulcani e i monumenti dell'isola sono stati inseriti nella World Heritage UNESCO come testimonianza delle bellezze artistiche e naturali della Sicilia.

Dalle bellezze naturali agli spettacolari monumenti, dalle aree archeologiche ai pittoreschi centri storici, la Sicilia ha moltissimi motivi per essere definita un patrimonio dell'umanità ed è per questo che la commissione UNESCO ha deciso di attribuire questo titolo a numerosi aspetti della bellissima isola. Vediamo, dunque, tutte le meraviglie UNESCO dell'isola.

Area Archeologica di Agrigento, UNESCO 1997

20211214170846agrigente-gc76a0b1b8_1280.jpg

Il primo patrimonio UNESCO attribuito alla Sicilia è stato dato all'area archeologica di Agrigento, conosciuta come Valle dei Templi. Situata lungo la costa meridionale dell'isola, è una delle rimanenze magno greche meglio conservate d'Italia. L'aria occupa il territorio dell'antica polis ed i suoi meravigliosi templi dorici, rimasti quasi intatti, testimoniano la grandezza di una delle più importanti città del Mediterraneo antico. La commissione UNESCO ha attribuito all'area il titolo di patrimonio basandosi su quattro criteri: rappresentazione del genio creativo dell'uomo, per il mostrare gli sviluppi nell’architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio, per l'essere testimonianza di una cultura scomparsa e per la straordinaria edilizia.

Villa Romana del Casale a Piazza Armerina, UNESCO 1997

20211214172510cathedral-g5f8407b0b_1280.jpg

Nello stesso anno un altro importante sito archeologico siciliano riceve la nomina a Patrimonio UNESCO. E' un esempio di villa di lusso romana tardo-imperiale famosa per la ricchezza e la qualità dei suoi mosaici datati al IV secolo d.C. La villa si sviluppa in 48 ambienti e continuò ad essere utilizzata fino al periodo arabo-normanno. Il bene è stato iscritto nella Lista del Patrimonio dell’Umanità sulla base di tre criteri: poiché la Villa Romana del Casale rappresenta un "capolavoro del genio creativo umano, perché è una testimonianza unica del modus vivendi di una civiltà scomparsa con le proprie tradizioni, usi e costumi e poiché è un esempio di edificio che illustra uno stadio significativo dell'evoluzione della storia umana".

Isole Eolie, UNESCO 2000

20211214173804volcano-g7ac0ea0e0_1280.jpg

Prima bellezza naturale della Sicilia ad ottenere il titolo UNESCO, le Eolie rappresentano una straordinaria testimonianza di isole vulcaniche. Si trovano a Nord Est della Sicilia e sono Lipari, Vulcano, Salina, Stromboli, Filicudi, Alicudi e Panarea. Esse presentano uno straordinario ambiente naturale caratterizzato da una ricca flora ed una particolare fauna. E' per questo che la commissione UNESCO ha deciso di premiare queste isole in quanto "modello storico nell’evoluzione degli studi della vulcanologia mondiale" sottolineando l'importanza scientifica del sito oltre che la sua straordinaria bellezza.

Città tardo barocche del Val di Noto, UNESCO 2002

20211214180656cathedral-g2ffd71faf_1280.jpg

Le otto città che fanno parte del sito UNESCO, Caltagirone, Militello Val di Catania, Catania, Modica, Noto, Palazzolo, Ragusa e Scicli, si collocano nel sud est della Sicilia e rappresentano il vertice del Barocco in Europa. Questi centri, ricostruiti dopo un terremoto di fine ‘600, sono stati inseriti nella World Heritage List dell’UNESCO come “testimonianza eccezionale del genio esuberante dell’arte tardo barocca” e perché “rappresentano l’apice e la fioritura finale dell’arte barocca in Europa”.

Siracusa e la Necropoli Rupestre di Pantalica, UNESCO 2005

20211214174656sicily-g192e4e278_1280.jpg

La bellezza della città di Siracusa e dell’isola di Ortigia, nella Sicilia sud-orientale hanno valso a questa città il titolo di Patrimonio in quanto “grandiosa testimonianza delle culture del Mediterraneo attraverso i secoli con una varietà di monumenti e siti archeologici qui situati”. L’importanza della città di Siracusa cresce anche in quanto patria del famoso matematico Archimede! Del sito patrimonio mondiale fa parte anche la necropoli rupestre di Pantalica, posizionata a 40 chilometri dalla città e contenente più di 5000 tombe scavate nella roccia e risalenti al periodo tra il XIII e l'VII secolo a.C.

Monte Etna, UNESCO 2013

20211214175230volcano-g21d87c72a_1280.jpg

Restando in tema di vulcani, il sesto Patrimonio dell’isola è rappresentato dal Monte Etna: il vulcano attivo più alto d’Europa. Situato sulla costa orientale della Sicilia, ha una storia che risale persino a 500.000 anni fa. La commissione UNESCO ha sottolineato la grande importanza scientifica del sito oltre alla sua straordinaria bellezza naturalistica. Oggi l’Etna è uno dei vulcani più studiati e monitorati del mondo ed attira migliaia di visitatori ogni anno. 

Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale, UNESCO 2015

20211214175512church-ge4a8be4ff_1280.jpg

Uno dei periodi più importanti della storia della Sicilia è testimoniato da questo Patrimonio. Il capoluogo di regione situato sulla costa nord-occidentale, rappresenta l’unione delle diverse dominazioni subite dall’isola: araba, bizantina e normanna. Tutto questo particolarmente rappresentato nell’arte e nell’architettura della città nonché nelle chiese di Monreale e Cefalù (costa settentrionale) con i loro meravigliosi mosaici ricchi di oro a circondare il Cristo Pantocratore. Fra i criteri UNESCO sottolineati, vi è l’interscambio di valori umani e la straordinaria architettura.

Il patrimonio immateriale

20211214175846sweets-gd3eb42956_1280.jpg

La Sicilia è un esempio di tradizioni e cultura con una forte identità ed il suo patrimonio immateriale ne è testimonianza. Oltre alle bellezze storiche e naturali, la commissione UNESCO ha deciso di premiare alcuni aspetti dell'isola che ne contraddistinguono il carattere. La vite ad alberello di Pantelleria è una tradizionale coltivazione molto articolata mentre l’Opera dei Pupi è un meraviglioso esempio di “arti performative; pratiche sociali, eventi rituali e festivi; artigianato tradizionale”. In comune con altre regioni italiane la Sicilia viene ricordata dalla commissione UNESCO anche per la dieta mediterranea e per i suoi muretti a secco.

La Sicilia ed i suoi preziosi patrimoni uniscono arte e natura alla tradizione culinaria e culturale. Un territorio da vivere ed esplorare in ogni suo aspetto.

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti