Noventa di Piave Designers Outlet

Lasciati sedurre dal fascino glamour e scopri con noi i 5 posti, a Venezia e dintorni, che dovresti conoscere e visitare se ami la moda.

tickets banner

Dietro ogni abito si nasconde una storia e la storia della moda a Venezia ha origini antiche. Città elegante, splendida scenografia per abiti raffinati e tessuti pregiati, la moda veneziana per secoli ha rappresentato lo specchio della potenza della Serenissima. Se indossare un abito significa anche esprimere la propria personalità, Venezia ha saputo esprimere l’eccellenza.

Le sue maestranze artigianali, la sua storia del costume, Venezia è una simbolica e reale passerella per abiti, pensati da grandi stilisti o portati con disinvoltura dai tanti vip che la hanno attraversata e da chiunque ha saputo mescolarsi con il suo fascino. La moda ama Venezia, se sei in Laguna per un giorno, per 3 giorni o di più noi ti suggeriamo di considerare il Venice Pass, unica card che permette l’accesso a diverse attrazioni, incluse quelle che troverai raccontate in questo articolo e anche sconti e convenzioni in varie attività commerciali.

Scopri il Venice Pass

La moda a Venezia: 5 posti che dovresti conoscere e visitare

Venezia se ami la moda

Venezia è sinonimo di bellezza ed eleganza e ogni volta che si mette piede nella Laguna si viene contagiati dall’insopprimibile desiderio di essere parte di quell’eleganza. Lasciati sedurre dal fascino della moda a Venezia, non solo dalla haute-couture o il Prêt-à-porter, ma anche dalla sua storia e scopri con noi i 5 posti che dovresti conoscere e visitare a Venezia e dintorni se ami la moda. In questo articolo ti porteremo a Palazzo Mocenigo, Museo del tessuto, del costume e del profumo, dove conoscerai l’evoluzione della storia dell'abbigliamento e del tessile.

Passeremo a Palazzo Fortuny suggestivo edificio gotico che porta il nome di Mariano Fortuny, stilista, scenografo e poliedrico artista, che trasformò questo luogo in un atelier e qui realizzò l’abito in seta plissettata, che lo rese famoso in tutto il mondo. Conoscerai l’interessante relazione tra moda, arte e sostenibilità attraverso l’opera Come un manto per le lucciole di Olimpia Biasi, un arazzo realizzato con tessuti di recupero, faremo tappa a Villa Foscarini, tra Padova e Venezia dove ha sede l’inconsueto e unico Museo della Calzatura, per concludere il nostro giro al Museo del Merletto di Burano, dove sono esposti circa 200 merletti, tra cui esemplari rari e preziosi. E se sei un fashion addicted non mancheremo di indicarti i posti migliori dove fare shopping. Se ami la moda quanto Venezia questo articolo è scritto per te.

5. Palazzo Mocenigo a Venezia: Museo del Tessuto, del Costume e del Profumo

Palazzo Mocenigo, Museo del tessuto, del costume e del profumo, Venezia

La prima tappa del nostro itinerario alla scoperta dei 5 posti che dovresti conoscer e visitare se ami la moda, è Palazzo Mocenigo, il Museo del tessuto, del costume e del profumo, che ben riassume la storia della moda a Venezia e come questa sia diventata uno dei capisaldi su cui si reggeva l’economia della Serenissima. Palazzo Mocenigo è un elegante palazzo signorile, situato nel sestiere Santa Croce, l’edificio fu abitato per secoli dalla famiglia Mocenigo, una delle più ricche e illustri famiglie del patriziato veneziano, che ha dato a Venezia ben sette Dogi. Fu trasformato in museo e aperto al pubblico nel 1985, ma ancora oggi, grazie al mantenimento degli spazi e di alcuni arredi, conserva il fascino e l’atmosfera della casa di un tempo.

Il percorso museale si snoda in 20 sale in cui troverai 1300 figurini, che indossano abiti e accessori per un arco di tempo che va dal Settecento al Novecento. Nelle sale avrai la possibilità di ripercorrere l’evoluzione della moda, del tessile e dell’abbigliamento che hanno reso Venezia una delle città più alla moda di tutti i tempi. Nel 2013 il Museo ha arricchito la sua collezione con una sezione dedicata alla cosmesi e in particolare al profumo, il percorso di visita si chiude con le stazioni olfattive, esperienza sensoriale, dove avrai la possibilità di perderti nelle preziose fragranze dalle quali provengono tutti i profumi della Serenissima. Arrivare a Palazzo Mocenigo è molto semplice, con il traghetto (trasporto pubblico acquatico città di Venezia) dovrai scendere alla fermata Stae, troverai il Museo al civico 1992 di Calle Tentor, Salizada di San Stae.

4. Palazzo Fortuny: Casa-Museo di Mariano Fortuny

Palazzo Mariano Fortuny, Venezia, sala interna

Stilista, scenografo, artista poliedrico e virtuoso, Mariano Fortuny attratto dal fascino di Venezia acquistò il palazzo verso la fine dell’800. A inizi ‘900 iniziò i lavori di recupero dell’edificio, eleggendolo a dimora privata e a luogo di sperimentazioni artistiche e scenotecniche. Qui ideò e costruì il primo modello del famoso dispositivo teatrale chiamato Cupola, sistema illumino-tecnico che ha rivoluzionato la scena teatrale. Ma è nella moda e nei tessuti che Fortuny esprime la sua più alta creatività, insedia nel palazzo un piccolo laboratorio tessile, che nel corso del tempo trasforma in Atelier e successivamente in fabbrica, per la creazione e la stampa di abiti e tessuti in seta e velluto. Qui Fortuny crea Delphos, abito in seta plissettata che lo rende famoso in tutto il mondo.

Visitare Palazzo Fortuny è una tappa indispensabile per la moda a Venezia, entrando nei suoi spazi potrai percepire il talento creativo e l’energia che ha percorso l’intera vita di Fortuny a Venezia. Il Palazzo è una casa-museo dove è permeabile la presenza dell’artista e della moglie Henriette, sua musa ispiratrice. Troverai oggetti di antiquariato, quadri e disseminati ovunque gli abiti della collezione Fortuny. L’ultima sala, lo studio di Mariano Fortuny, è una stanza angolare illuminata da 3 finestre gotiche, dove si trovano 3 dipinti di Fortuny, incluso un autoritratto. Palazzo Fortuny si trova nel sestiere San Marco non lontano da Palazzo Mocenigo, per arrivare dovrai prendere la Linea 1 del Vaporetto e scendere alla fermata Sant’Angelo.

3. Moda arte e sostenibilità: l’opera di Olimpia Biasi

Moda arte e sostenibilità, opera di Olimpia Biasia

Moda è bellezza, storia, cultura, arte e anche etica e impegno; soprattutto nell’epoca contemporanea è indispensabile conoscere e saper scegliere cosa si indossa. L’opera di Olimpia Biasi Come un manto per le lucciole ci fa riflettere sull’utilizzo più equo delle risorse, si tratta di un imponente arazzo realizzato con vari e coloratissimi ritagli di abiti dismessi, che l’artista ha intrecciato a mano su rete metallica. Una grande opera installativa, lunga 7 metri e larga 1,20 metri, che ha iniziato il suo viaggio itinerante nel teatro Stabile di Venezia Carlo Goldoni, attualmente è esposta al Teatro del Monaco di Treviso, città natale dell’artista.

Il progetto di Olimpia Biasi si inserisce tra le iniziative del Noventa di Piave Designer Outlet per incoraggiare l’economia circolare partendo proprio dalla sua azienda. Le fascette di tessuto usate per l’opera sono state raccolte nell’ambito del progetto Recycle your fashion, iniziativa di ri-uso e ri-ciclo di abiti usati.

Noventa di Piave Designer Outlet dista solo mezz’ora di macchina da Venezia, ma poi raggiungerlo anche in bus, in treno, o con l’innovativo servizio di pick-up privato e condiviso (8 posti, con partenza da Piazzale Roma a Venezia)Al Noventa di Piave Designer Outlet potrai fare uno shopping di lusso che si sposa con convenienza e qualità, oltre che goderti una gita di un giorno da Venezia nelle terre del Basso Piave, una Camargue italiana, fatta di lunghissime dune con canne e fenicotteri rosa dove potrai goderti una passeggiata rigenerativa nella natura incontaminata, guardando la frequentatissima, ma non meno bella, Venezia da lontano.

Scopri McArthurGlen Designer Outlet di Noventa di Piave

2. Villa Foscarini e Museo della calzatura (Stra, Venezia)

Museo della calzatura, Villa Foscarini, Stra, Venezia

La quarta tappa del nostro viaggio alla scoperta della moda tra Venezia e dintorni si ferma a Stra, in un luogo incantato. Siamo tra Padova e Venezia, a Villa Foscarini, un edificio del ‘600 che racconta la storia delle calzature di alta gamma dal 1947 a oggi. La Riviera del Brenta è famosa per la produzione delle scarpe più scenografiche e haute-couture al mondo e il Museo della calzatura custodisce un’originale collezione voluta da Rossimoda, una delle aziende che ha segnato la storia del comparto calzaturiero.

Dietro ogni scarpa si nasconde un pezzo importante della storia della moda. Al Museo della calzatura vedrai scarpe antiche ed etniche per passare alle calzature alla moda della Parigi anni ’60 incluse anche le scarpe indossate da Catherine Deneuve nel film Bella di giorno. In collezione ci sono anche i modelli disegnati da Roger Vivier per le scarpe indossate dalla regina Elisabetta II il giorno della sua incoronazione. La collezione arriva proprio fino ai giorni nostri con scarpe di design e tendenza firmate da stilisti che hanno fatto storia. L’ingresso del Museo è a Stra, Via Doge Pisani, a poco più di mezz’ora d’auto da Venezia.

1. Museo del Merletto a Burano

Museo del Merletto, Burano, Venezia

Con la nostra ultima tappa torniamo a Venezia, più precisamente nell’incantevole isoletta di Burano, isola colorata quieta e tranquilla raggiungibile da Venezia con uno dei tanti vaporetti che sfrecciano nelle acque della Laguna. Il tempo a Burano sembra essersi fermato, per le piccole calli vedrai ancora signore anziane e meno anziane intente nell’arte del merletto attraverso l’antica tecnica del tombolo (strumento usato per realizzare il ricamo), se ti fermi con discrezione ad osservare vedrai uscire dalle loro mani di fata magnifici pizzi e merletti.

Nella storica scuola di merletti di Burano ha sede il Museo del Merletto, in Piazza Galuppi, esposti oltre duecento esemplari rari e preziosi della ricca collezione della scuola. Offrono una panoramica completa delle vicende storico e artistiche dei merletti veneziani e lagunari, dalle origini ai nostri giorni e testimoniano l’evoluzione della tecnica di lavorazione. Anche il Museo del Merletto è incluso nelle attrazioni del Venice Pass, che ancora una volta ti suggeriamo di considerare. Con il Museo del Merletto si conclude il nostro itinerario dei 5 posti che dovresti conoscere a Venezia e dintorni se ami la moda.

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti