La Sardegna è una delle più belle isole del Mar Mediterraneo, famosa in tutto il mondo per la sua natura rigogliosa e incontaminata, per le sue spiagge bianche, per le acque trasparenti e per le deliziose tradizioni locali. Non avrete che l’imbarazzo della scelta quando dovrete decidere cosa fare in Sardegna d’estate!

La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi: ventiquattro mila chilometri di foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso.

Fabrizio de André

IL MARE, GIOIELLO DELLA SARDEGNA: IL BLU ZAFFIRO, IL VERDE SMERALDO E LA TRASPARENZA CRISTALLINA

20210719172559costa smeralda.jpg

Con i suoi 1800 kilometri di coste la Sardegna rappresenta uno dei più bei luoghi al mondo dove trascorrere le vacanze per gli appassionati di mare. Questo primato è dovuto alla grande varietà di paesaggi e colori che rendono la Sardegna un vero e proprio spettacolo della natura: potrete incontrare lunghe spiagge di sabbia bianca, impervie calette, dolci dune di sabbia dorata e distese di sassi scintillanti al sole d’estate. L’acqua del mare poi risplende delle più incredibili tonalità di azzurro e brilla come un gioiello nella splendida luce d’estate.

Se state programmando la vostra vacanza e vi state chiedendo cosa fare in Sardegna d’estate sappiate che ogni minuto dedicato all’esplorazione delle spiagge e a nuotare tra le onde del mare sarà un momento di pura gioia che ricorderete per sempre. Ma quali sono le spiagge davvero imperdibili? Vediamole insieme!

La zona nord è considerata sia dai turisti che dai locali la più bella della Sardegna: qui troverete insenature e baie mozzafiato come non ne avete mai viste in nessun luogo del pianeta. Vi consigliamo di visitare la zona di Santa Teresa di Gallura per ammirare le sue spettacolari calette, in particolare la spiaggia della Marmorata e se amate fare surf non potete perdervi la spiaggia di Porto Pollo. Se invece prediligete un ambiente più mondano non lasciatevi sfuggire le spiagge bianche e gli hotel di lusso della celebre Costa Smeralda e godervi gli stupefacenti panorami e i locali alla moda che hanno fatto innamorare Michael Douglas, Maraiah Carey, Catherine Zeta-Jones e Leonardo di Caprio.

La zona est dell’isola vi offrirà dei meravigliosi scorci naturalistici e, se ne avete l’occasione, vi consigliamo di visitare questa parte di costa in barca. La macchia mediterranea qui nasconde infatti incantevoli piccole spiagge, lontane dalla folla dei turisti e dai fondali blu profondi: vi consigliamo di raggiungere San Teodoro e Cala Murtas.

L’area sud della Sardegna è stata rivalutata negli ultimi anni soprattutto grazie alle bellissime spiagge della zona di Villasimius come ad esempio Is Molentis che è stata scelta per diversi set pubblicitari. La zona vanta hotel e servizi di prima qualità, ideale per le famiglie.

Le spiagge a ovest dell’isola non saranno spettacolari come quelle della zona nord ma se cercate un po' di tranquillità e di natura specie durante la settimana di Ferragosto questa è la zona che fa per voi! Spiagge rocciose e una natura incontaminata vi faranno amare questa zona costiera più verde e “selvaggia” della Sardegna.


Una vera tradizione non è la testimonianza di un passato concluso, ma una forza viva che anima e informa di sé il presente.”

ÍGOR STRAVINSKIJ

NON SOLO MARE: CULTURA E FOLKLORE

20210722161848tombe dei giganti.jpg

Oltre alle meraviglie naturalistiche la Sardegna è un’isola che vanta una cultura millenaria unica nel suo genere, originale rispetto non solo alle altre tradizioni mediterranee ma anche a quelle italiane.

I sardi sono un popolo molto legato alla loro storia e alle loro tradizioni, hanno sempre lottato per mantenere vivo il loro dialetto (che viene considerato una vera e propria lingua differente dall’italiano), i costumi tradizionali, le feste religiose e popolari e le loro portentose ricette culinarie.

Durante una vacanza in Sardegna in estate potrete scoprire molte bellezze archeologiche e storiche che renderanno la vostra esperienza sull’isola davvero indimenticabili.

Ecco alcuni consigli!

- Andate a conoscere le spettacolari testimonianze della civiltà nuragica ossia i famosi Nuraghi e le Tombe dei Giganti disseminati un po' ovunque su tutto il territorio.

- Visitate alcune tra le più spettacolari necropoli fenicio-puniche di tutto il Mediterraneo.

- Ammirate le chiese e acquedotti di epoca romana e divertitevi a riconoscere i segni più evidenti dell’influenza spagnola nell’architettura di Alghero e in alcune parole nei dialetti della zona nord come “ventana” (finestra).

Mangiare è incorporare un territorio

Jean Brunhes

LA TRADIZIONE IN TAVOLA

20210717103423linguine-ricci-e-carciofi.jpg

Se decidete di vivere a pieno questo luogo fantastico scoprirete che i sardi sono un popolo aperto e ospitale, desideroso di raccontare i miti e le leggende del proprio territorio, di farvi ascoltare i canti popolari tramandati di generazione in generazione e soprattutto di farvi assaggiare i loro cibi più prelibati: dai Culurgiones (ravioli ripieni di patate, menta e pecorino), all’agnello cucinato in mille modi diversi, alle lumache (molto folkloristica la sagra “Ciogghitta d’oro” altrimenti detta “dei succhiatori di lumache), alla pasta coi ricci di mare, alla bottarga (non perdetevi la Sagra della Bottarga di Cabras) per finire con le immancabili seadas (dolci tradizionali fritti ripieni di formaggio).

Oltre al cibo poi i sardi non perdono occasione di alzare i calici per un brindisi: tra i migliori vini che potrete incontrare vi consigliamo il Cannonau e il Syrah (se ne avrete l’occasione partecipate alla 36° sagra del vino di Jerzu vicino a Nuoro), fatevi tentare inoltre dal Mirto (un liquore tipico sardo che vi consigliamo di degustare alla Sagra del Mirto di Telti) e dalla famosa Ichnusa, la birra bionda che ha scelto come etichetta i quattro mori, immagine tradizionale sarda.

Scopri le più gustose specialità della cucina sarda

Mirto

20210722162332mirto.jpg


Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta

Louis Pasteur

GLI EVENTI IMPERDIBILI DELL’ESTATE 2021 IN SARDEGNA

20210721151357isole che parlano.jpg

Quale miglior modo per vivere appieno questa favolosa isola italiana se non partecipando ai numerosi eventi che riempiono le notti e i giorni di questa terra così piena di fascino e tradizione?

La vostra agenda sarà fitta di appuntamenti imperdibili per la vostra estate in Sardegna: scopriamo insieme alcuni di quelli a cui non potrete davvero rinunciare!

Una festa profondamente legata alla tradizione sarda è la S’Ardia di Sedilo in provincia di Oristano: si tratta di una rievocazione storica della celebre battaglia di Ponte Milvio in cui l’imperatore romano Costantino ebbe la meglio sull’usurpatore Massenzio: si tratta di una folle galoppata a cavallo lungo le vie del paese per giungere in cima alla collina al santuario di San Costantino. La leggenda narra che il sacerdote Giammaria Ledda, prigioniero dei Mori, ebbe una visione in cui un guerriero romano gli avrebbe promesso la libertà se lui avesse fatto edificare un santuario dedicato a San Costantino: il sacerdote accettò e pochi giorni dopo non solo ottenne miracolosamente la liberà ma anche 20 monete d’oro per costruire l’edificio.

Sempre in tema di rievocazioni storiche, un altro evento molto suggestivo è la Corsa degli Scalzi che si svolge a Cabras. La festa riproduce un evento accaduto durante un’invasione saracena: mentre gli uomini del posto combattevano gl’invasori le donne del villaggio portarono correndo a piedi nudi la statua del santo patrono San Salvatore di Sinis in salvo fino a un villaggio vicino. Oggi un gruppo di giovani rievoca l’evento correndo senza scarpe e vestiti con una tunica bianca lungo i sentieri sterrati intorno al villaggio mentre le donne sfilano con i tipici abiti tradizionali e suonando le fisarmoniche e le “launeddas”.

Per rimanere in tema di musica quest’anno vi consigliamo di tenere d’occhio il calendario degli eventi del festival Musica sulle Bocche 2021, un festival jazz itinerante che durante tutto il mese di agosto vi proporrà appuntamenti musicali di alto livello in bellissime location disseminate in diversi luoghi della Sardegna.

Sempre in tema musicale si svolgerà quest’anno la 25° edizione del Festival Internazionale Isole che Parlano a Palau, nella zona nord della Sardegna: ci saranno spettacoli musicali ma anche teatrali e di arti visive. Gli eventi e i concerti saranno dislocati in aree archeologiche meravigliose come le Tombe dei Giganti e i Pozzi Sacri oltre che sulle spiagge in riva al mare.

Ma gli eventi a cui potrete partecipare quest’estate in Sardegna non si esauriscono certo qui: se vi trovate nella zona di Sassari potrete partecipare a Cavart – Extrazioni Culturali, alla Sagra della cipolla e a quella del carciofo, all’Ittiri Folk Festival e al Weekend dei Gusti; nella zona di Gallura oltre al famoso evento Primavera in Gallura potrete assistere alla festa della Montagna.

Avete pianificato una visita nel Nord Sardegna? Per avere maggiori informazioni su tutte le proposte legate alla tradizione, all’enogastronomia e alla cultura del Nord Sardegna e della provincia di Sassari vi consigliamo di seguire il progetto SALUDE & TRIGU: il nome deriva da un augurio sardo “Salute e Pane” a ricordarci che in fondo quando si hanno queste due cose non serve nient’altro. Si tratta di un programma nato per la valorizzazione turistica degli eventi culturali e tradizionali che vi aiuterà a organizzare al meglio le vostre vacanze nell’isola gioiello del Mediterraneo.

SCOPRI DI PIU' SU SALUDE E TRIGU

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo