Cosa fare a Roma in primavera? Scopri con noi 5 posti meravigliosi per goderti la stagione dei fiori a Roma.

tickets banner

Roma merita un viaggio in ogni periodo dell'anno: con i suoi maestosi monumenti e angoli indimenticabili, in ogni stagione la città eterna può essere una bellissima meta per una vacanza in Italia. Tuttavia la primavera - con la stagione della fioritura al culmine - offre l'opportunità di ammirare Roma nel suo aspetto migliore, anche grazie alla luce del giorno che diventa di giorno in giorno più lunga e calda. Allora non perdere l'occasione di visitare in primavera queste 5 attrazioni per godere della stagione della fioritura a Roma. Scopriamoli insieme.

5 posti da visitare a Roma in primavera

5 posti da visitare a Roma in primavera

La primavera a Roma è considerata l'inizio della bella stagione, con temperature calde ma non eccessive come in estate e la natura che sboccia in mille colori. Ecco perché è la stagione migliore per passeggiare nei parchi e nei giardini e godersi con la gente del posto la rinascita della città e le prime giornate di sole.

La primavera è anche il momento perfetto per visitare alcune delle rinomate attrazioni di Roma che in questa stagione sono piene di fiori e si presentano al meglio. Puoi inserirli nel tuo itinerario e, per rendere la tua visita a Roma indimenticabile, ti consigliamo la Visit Rome Pass, la card che ti dà la possibilità di visitare Roma facilmente con le attrazioni più famose incluse, salta la fila e viaggi illimitati con i mezzi pubblici. Vieni con noi a visitare 5 luoghi imperdibili di Roma in primavera.

Scopri Roma con Visit Rome Pass

5. Roseto comunale

Roseto comunale

Situato su uno degli storici sette colli di Roma, l'Aventino, con una vista prestigiosa sul Circo Massimo, le rovine del Palatino e il colle Celio, il roseto comunale è diviso in due sezioni dove ogni anno crescono e fioriscono più di 1200 varietà di fiori di rosa botanica, provenienti da tutto il mondo. Il sito venne utilizzato come giardino fin dal III secolo aC, ma fu alla fine della Seconda Guerra Mondiale che il roseto divenne la struttura che conosciamo oggi. Il Comune di Roma dà la possibilità di visitare gratuitamente il giardino nel periodo primaverile da aprile a giugno (a volte anche durante la fioritura autunnale in ottobre) e ospita ogni anno un concorso internazionale "il Premio Roma", che viene assegnato alle più belle nuove varietà di rose.

Esplora il colle Palatino con Visit Rome Pass

4. Laghetto dell'EUR

Situato nel quartiere EUR, nella zona sud della città, il Laghetto dell'EUR, così chiamato dagli abitanti del quartiere, è un'area lacustre artificiale realizzata alla fine degli anni '50 in vista delle Olimpiadi estive ospitate a Roma nel 1960. Lungo un chilometro e profondo tra i due e i quattro metri, il laghetto dell'Eur è circondato da un parco dove è possibile passeggiare a piedi o in bicicletta. Il parco è chiamato la Passeggiata del Giappone in onore del primo ministro giapponese che, durante una visita ufficiale in Italia nel 1959, donò migliaia di alberi di sakura (i ciliegi giapponesi) alla città di Roma. Ogni anno, durante la stagione della fioritura, tra marzo e aprile, locali e turisti celebrano al laghetto dell?EUR l'hanami, l'arte di contemplare i fiori, passeggiando sotto i ciliegi o facendo un picnic all'ombra dei rami fioriti.

3. Orto botanico

Nel cuore di Roma, a ridosso del quartiere Trastevere, adagiato tra il colle Gianicolo e il fiume Tevere, l'Orto Botanico è un'oasi di pace che su una superficie di 12 ettari, ospita migliaia di alberi e piante provenienti da tutto il mondo. Costruito nel parco di Villa Corsini (residenza storica italiana della regina Cristina di Svezia), l'Orto Botanico è un capolavoro della botanica a Roma con oltre 300 esemplari di alberi secolari monumentali, una foresta di bambù, una collezione di palme e soprattutto una serra con 400 specie di orchidee. Aperto tutto l'anno, in primavera l'Orto Botanico dà il meglio di sé grazie al giardino giapponese che comprende ciliegi, camelie e magnolie nel pieno della stagione della fioritura.

2. Giardini Vaticani

Situati all'interno del perimetro della Città del Vaticano, i Giardini Vaticani costituiscono la parte più grande dello Stato più piccolo del mondo e sono il luogo di riposo dei Papi fin dal XIII secolo. Decorati con statue, fontane e tempietti, i giardini vaticani ospitano fiori, arbusti, rampicanti e piante provenienti da tutto il mondo. Anche se meritano una visita in ogni mese dell'anno, in primavera i Giardini Vaticani appaiono meravigliosi con le loro tre sezioni principali - il giardino all'italiana, il giardino all'inglese e l'orto - colorate con tutte le sfumature del verde.

1.Villa Borghese

È uno dei parchi più grandi della città eterna, l'unico nel cuore del centro cittadino con il suo monumentale ingresso principale situato in piazzale Flaminio vicino a piazza del Popolo mentre altre porte d’accesso conducono al parco dalla porta spagnola Passo di Piazza di Spagna e da via Veneto a Porta Pinciana, Villa Borghese è uno dei luoghi più importanti da visitare a Roma. Costruito dal cardinale Scipione Borghese, il parco ospita uno dei musei più belli di Roma, Galleria Borghese, tempietti neoclassici, fontane e la terrazza del Pincio con una splendida vista sulla città eterna. Aperto tutto l'anno, in primavera è l'area verde preferita dai romani per fare un picnic, andare in bicicletta nei giardini segreti e noleggiare una barca per godersi una gita sul lago di Villa Borghese.

5 cose da fare a Roma in primavera: scegli la tua preferita

5 luoghi da visitare a Roma in primavera: scegli il tuo preferito

Dal centro città al quartiere EUR, dai giardini storici al Vaticano, non perdere l'occasione di goderti la stagione primaverile a Roma. Avrete infatti l'imperdibile occasione di visitare la città eterna decorata con gli incredibili colori della natura, con la stagione delle fioriture al suo massimo splendore e il clima soleggiato che vi coccolerà durante le vostre passeggiate.

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti