Esplora per categorie

Arte e cultura della Valle d’Aosta

La Valle d’Aosta è il connubio tra la creatività dell’uomo e le bellezze della natura. I castelli sparsi per tutto il territorio ne sono la prova tangibile. Quasi ogni paese aveva il suo castello, di alcuni restano solo rovine, altri invece sono attrattive ancora oggi attrattive per i turisti. Il Castello più famoso è quelli di Fénis.

Oltre a ospitare numerosi castelli, la Valle d'Aosta è una regione ricca di musei, dai piccoli musei comunali dislocati sul territorio regionali ai poli museali di maggiore rilevanza.

Cibo e sapori della Valle d’Aosta

I prodotti tipici della Valle d’Aosta raccontano la storia di un territorio immerso nelle montagne. I formaggi, i salumi, i vini e la frutta sono i prodotti di questa meravigliosa terra.

Le specialità più note: la Fontina, il Valle d'Aosta Fromadzo, il Jambon de Bosses e il Vallée d'Aoste Lard d'Arnad, da gustare in abbinamento con i migliori vini DOC della Valle d'Aosta.

Luoghi e itinerari della Valle d’Aosta

Aosta il capoluogo di regione situato in mezzo a importanti montagne vanta molti resti di origine romana: il teatro, l’anfiteatro, il ponte. Da non perdere sono vari castelli sparsi per tutta la regione. Il più conosciuto: Castello di Fénis.

Nella Valle d’Aosta la protagonista è la natura, ne è l’esempio lampante il Parco Nazione Gran Paradiso, uno dei più importanti parchi nazionali italiani, nonché il più antico. Courmayeur ai piedi del Monte Bianco è una meta molto ambita per le sue piste da sci durante i mesi invernali.

Storie e tradizioni della Valle d’Aosta

I rinvenimenti archeologici dimostrano la presenza dell'uomo in Valle d’Aosta già in età Neolitica. Divenne territorio del sacro romano impero, molte strutture ad Aosta testimoniano il passaggio dei conquistatoti romani.

Con i Savoia, la cittadinanza di Aosta ottenne un patto bilaterale che riconosceva alla regione diritti e una certa autonomia, questo fu il primo passo della Valle d’Aosta verso l’autonomia, rimasta viva attraverso i secoli. Caduta in decadenza la regione fu incorporata nella repubblica francese fino al 1814. Con la restaurazione della monarchia di Savoia la Valle d’Aosta fu restituita al ricostituito Regno di Sardegna, che nel 1861 divenne il Regno d’Italia.