L'artigianato salentino è un'esplosione di creatività che ha mille forme e altrettante storie da raccontare. Ecco le quattro produzioni più amate. 

tickets banner

La Puglia è una regione che racchiude in sé tutte le bellezze d'Italia: un mare dai colori tropicali, incantevoli borghi fermi nel tempo, i sapori più genuini della cucina mediterranea e naturalmente l'artigianato salentino che trova espressione in tanti modi diversi.

Il Salento, nell'estremo sud dell'Italia, è da sempre crocevia di culture ed è ancora oggi uno scrigno di arte e tradizioni dove mani pazienti e sapienti hanno imparato a plasmare tanto la pietra, quanto la terracotta, tanto la stoffa, quanto la carta e anche molto altro. Un viaggio in questa terra meravigliosa ti permetterà di conoscere monumenti e natura di rara bellezza e anche di scoprire quali sono i prodotti più tipici e apprezzati dell'artigianato salentino.

La cartapesta, esempio di vera bellezza dell’artigianato salentino

artigianato salentino - pastori di cartapesta

Tra le produzioni dell'artigianato salentino più affascinanti e caratteristiche c’è la cartapesta

È una vera e propria arte, infatti i maestri cartapestai tramandano il loro mestiere di generazione in generazione. La maggior parte della produzione è quella di statue che raffigurano santi, personaggi del presepe, contadini e pescatori. Ma sono di cartapesta anche gli imponenti carri protagonisti delle sfilate di Carnevale, come quella di Putignano, nel nord della Puglia, che è tra le più colorate e famose d'Italia.

Queste opere, piccole o grandi, non sono affatto facili da realizzare, solo mani esperte riescono a curare ogni dettaglio.

Le materie utilizzate sono poverissime: carta straccia, colla d'amido, paglia e filo di ferro per la struttura dell'oggetto, mani, piedi e testa in terracotta. Non sembra vero che da queste povere materie escano fuori alcune delle eccellenze dell’artigianato italiano.

È davvero molto affascinante attraversare le stradine di Lecce e imbattersi in una piccola bottega di un cartapestaio: è come immergersi completamente in un altro universo. Se stai cercando un souvenir originale questo è il posto in cui essere.

La pietra leccese, la pietra tradizionale dell'artigianato salentino

Artigianato salentino - pietra bianca

La pietra leccese è una pietra calcarea tipica di Lecce ma diffusa in tutta la Puglia per la sua facilità di lavorazione. Per questo motivo è spesso usata nellarchitettura e nella produzione di qualsiasi oggetto.

Camminando per qualsiasi città del Salento si impara ben presto a riconoscerla. Dall'imponente facciata della cattedrale di Lecce, alla tranquilla abbazia di Santa Maria di Cerrate, questa candida pietra è nelle chiese, nei palazzi e nelle vetrine delle botteghe. Sono tante le produzioni in questo versatile materiale, dagli oggetti per la casa, agli arredi.

Se vuoi comprare qualcosa in pietra leccese, gira per i mercatini e troverai sicuramente qualcosa di bello e di caratteristico. Anche se monocroma, la Pietra Leccese illumina e porta un po’ di colore e di estate nelle case, è un valido motivo per scegliere come souvenir questo gioiello dell’artigianato salentino.

I fischietti di terracotta, l'artigianato salentino che piace anche ai bambini

artigianato salentino - fischietti

I fischietti di terracotta sono uno dei prodotti artigianali più particolari della tradizione dell'artigianato salentino. Fatti di argilla, sono di forme e colori diversi: semplici, ma ricchi di fantasia e frutto di un’accurata lavorazione manuale.

In tutta la Puglia se ne creano di bellissimi ma nel Salento sono diffusi soprattutto nella zona delle città di Grottaglie e Rutigliano, dove è comune una particolare argilla chiamata terra rossa.

Il primo fischietto realizzato è davvero antico; inizialmente era un richiamo per il bestiame, poi è diventato un gioco per bambini. Adesso i fischietti sono il simbolo di un’antica cultura contadina e allo stesso tempo portano fortuna a chi li prende per sé.

Il ricamo salentino: una tradizione antichissima

Artigianato salentino - telaio

Il ricamo è un'arte diffusa in tutta Italia, con diversi picchi di eccellenza, come ad esempio in Sardegna, ed è una tradizione ancora molto sentita soprattutto al sud. In particolare, il ricamo salentino è unico al mondo e realizzato con il classico telaio a pedali, in legno d’ulivo.

È magico osservare le donne mentre ricamano al telaio, o creare merletti e pizzi che sono un grandissimo vanto della cultura salentina. Tra i merletti c’è quello chiamato “chiacchierino”, realizzato con la spoletta sulle dita ed è basato su un lavoro rapido ma preciso, che permette di realizzare centrini, pizzi di finitura, guarnizioni per abiti e tanto altro.

Passeggiando tra le vie dei piccoli centri abitati del Salento, spesso incontrerai anziane signore che ricamano fuori dalle proprie case. È talmente importante il ricamo per la cultura salentina che a Castrignano dei Greci è nato il Museo del Ricamo a mano e dei Pizzi e dei Merletti.

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti