Simbolo della città, chiamato anche il Vaticano Viterbese, il Palazzo dei Papi a Viterbo è uno dei tesori nascosti del Lazio, vieni a scoprirlo!

tickets banner

Il Palazzo dei Papi a Viterbo rappresenta il vero simbolo della città, costruito in occasione del trasferimento della sede pontifica da Roma a Viterbo, decisa dal Papa Alessandro IV (1254-1261). Il Palazzo dei Papi ospitò per periodi più o meno lunghi oltre 40 papi e la loro corte, durante tutto il medioevo e il rinascimento. Il trasferimento in questa città fu scelto da Papa Alessandro IV, per allontanarsi dall’ostilità e dallo strapotere delle famiglie di alto lignaggio nobiliare, che a Roma stavano esautorando la legittimità della chiesa.

Viterbo è una bellissima cittadina fortificata di origine medievale, merita una gita se sei in viaggio a Roma, sia la città che i suoi dintorni sono ricchi di mete interessanti che ti permetteranno di allontanarti dal caos della capitale, ritrovando un ritmo più lento e dei sapori più genuini. Trovandoti nella città dei Papi, come ancora oggi viene chiamata, la tua visita non può che cominciare da una visita al Palazzo dei Papi.

Il Palazzo dei Papi a Viterbo: la guida definitiva

loggia delle benedizioni, palazzo dei Papi a Viterbo

Il Palazzo dei Papi fu costruito tra il 1255 e il 1266. Nel 1267 furono conclusi i lavori per l’elegante e armonioso loggiato in stile gotico. Agli inizi del XX secolo furono effettuati degli importanti lavori di ristrutturazione, per restituire al Palazzo lo stile originario, che nei secoli era andato perduto. Oggi il Palazzo dei Papi si presenta nuovamente come era stato concepito originariamente, con tutta l’austerità e solennità di una fortezza medievale. L’ambiente di maggior valore storico è la Sala del Conclave, dove si svolse la più lunga elezione di un papa della storia, per un totale di 1006 giorni tra il 1268 e il 1271.

Il Palazzo dei Papi a Viterbo fa parte del Polo monumentale Colle del Duomo, che comprende il Palazzo dei Papi, la Cattedrale di San Lorenzo e il Museo del Colle del Duomo. Il Palazzo dei Papi è il più importante monumento della città. Era considerato il Vaticano Viterbese negli anni in cui la città fu sede pontificia dal 1257 al 1281. In quel periodo il Papa si affacciava dalla Loggia per impartire benedizioni ai fedeli, da qui il nome di Loggia delle benedizioni.

Perché visitare il Palazzo dei Papi

Palazzo dei Papi a Viterbo, entrata principale

Vari i motivi che ci spingono a consigliarti questa visita. Il primo è di ordine storico, proprio nel Palazzo dei Papi a Viterbo nacque la parola conclave, con cui poi fu chiamata la famosa Sala del conclave. Quasi 8 secoli fa in questa sala si svolse la più lunga elezione di un Papa della storia, durata 1006 giorni. I cardinali chiamati a eleggere il Papa a causa di divergenze non riuscivano a trovare un accordo su chi dovesse essere il nuovo Papa. I cittadini viterbesi esasperati da una così lunga attesa segregarono il Collegio dei Vescovi all’interno del Palazzo, letteralmente furono chiusi a chiave (dal latino cum clave, da cui conclave) fino al momento in cui si avessero trovato un accordo. I cittadini arrivarono a scoperchiare il tetto della Sala per passare i rifornimenti ai cardinali.

Percorrere e visitare il Palazzo dei Papi a Viterbo ti farà camminare nella storia, ma non solo, avrai anche la possibilità di visitare la bellissima città di Viterbo e i suoi dintorni, immersi in una suggestiva area naturale, in cui si respirano ancora i ritmi lenti della campagna.

Cosa Vedere all'interno del Palazzo

Palazzo dei Papi a Viterbo, stemma con Leone

La facciata principale del Palazzo dei Papi e anche la più ricca è certamente quella che guarda Piazza San Lorenzo, con una merlatura guelfa, finestre monofore e bifore e soprattutto la famosa Loggia delle benedizioni, dove il Papa neoeletto si affacciava, come oggi si affaccia dal balcone della Basilica di San Pietro. È proprio dal loggiato che può iniziare la tua visita, qui una serie di eleganti archi a sesto acuto in stile gotico guardano il cielo, gli archi sono sovrastati da una serie di stemmi, tra i quali l’emblema della città di Viterbo rappresentato da un Leone. Raggiungendo la Loggia scorgerai un pozzo e una fontana del XV secolo.

La Loggia è fiancheggiata da una monumentale scalinata che porta dritta al portale, sovrastato da una lapide che ricorda Raniero Gatti, colui che ha curato i lavori del palazzo papale. Entrando nel Palazzo la sala che colpisce più l’attenzione è la Sala del Conclave, ampio e luminoso, grazie alla presenza di 12 bifore a tutto sesto. La tua visita proseguirà all’interno della bellissima Sala Gualtiero, interamente affrescata è qui che dal 2022 è stata esposta la pergamena del primo Conclave. La pergamena conserva ancora i sigilli in ceralacca originali dei cardinali elettori e della drammatica situazione in cui erano ridotti a causa della clausura imposta dalla cittadinanza. Dopo aver superato la Sala Gualtiero ti sarà possibile giungere alla torre, dove sono conservati numerosi documenti.

Il Polo monumentale Colle del Duomo

2024160103-cattedrale-di-san-lorenzo-viterbo.jpg

Cattedrale di San Lorenzo, Viterbo

Il biglietto che da l’accesso al Palazzo dei Papi è un biglietto unico che prevede l’ingresso a tutto il Polo monumentale Colle del Duomo. Oltre al Palazzo Papale potrai quindi visitare la Cattedrale di San Lorenzo, con un’imponente struttura romanica, risalente al XII secolo, ma che a causa di successivi rimaneggiamenti si presenta oggi come una struttura di stile rinascimentale. Questa cattedrale nel periodo in cui la città fu sede della curia pontificia assunse un particolare significato ed è collegata direttamente con il Palazzo dei Papi, all’interno ci sono 3 navate.

All’interno del percorso troviamo infine anche il Museo del Colle del Duomo, fondato in occasione del Giubileo del 2000. Il museo presenta una sezione archeologica, la sezione storico-artistica e la sezione di arte sacra in cui sono esposti paramenti sacri, reliquiari e calici e altri oggetti usati per le funzioni religiose a partire dal XV secolo. Anche il museo, come la chiesa e il palazzo Papale, è sito in Piazza San Lorenzo.

Come Organizzare la Visita

2024160244-palazzo-dei-papi-viterbo-fontana.jpg

Palazzo dei Papi, Viterbo

Se sei a Roma il modo più facile per raggiungere Viterbo è in macchina, il percorso dura circa un’ora e mezza e hai due opzioni, prendere l’autostrada A1 o in alternativa scegliere per la strada provinciale SP1. Se non disponi di un’auto l’opzione migliore è il treno, la linea ferroviaria regionale Roma-Civitacastellana-Viterbo, la durata del viaggio è sempre di un’ora e mezza.

Il Palazzo dei Papi nei mesi che vanno da aprile a novembre è aperto tutti i giorni dalle 10,00 alle 19,00; mentre nei mesi restanti è aperto dal lunedì al venerdì dalle 10:00-13:00/15:00-18:00, mentre il martedì è chiuso. Il sabato e la domenica orario continuato dalle 10:00 alle 18:00.

Opzioni di biglietto

Palazzo dei Papi, Viterbo, Lazio

È sempre meglio non lasciare nulla al caso per quanto riguarda la tua visita. Noi ti consigliamo di scegliere e pianificare con anticipo. Due opzioni di biglietto per te, a seconda delle tue esigenze. La prima merita attenzione perché incluso all’interno del biglietto Palazzo dei Papi: ingresso-guida-snack tipico, accompagnato da calici di vino. Naturalmente questo biglietto comprende l’accesso all’intero polo monumentale colle del Duomo con l’ausilio di una guida esperta.

La seconda opzione è un biglietto Palazzo dei Papi - salta fila, sempre comodo, veloce e senza stress. Anche qui è chiaramente incluso l’accesso a tutto il Polo monumentale con audio-guida inclusa.

Ultimi consigli

Un motivo in più per pianificare la tua visita per tempo è la festa di Viterbo, che si tiene ogni anno il 3 settembre, la festa della grande macchina di Santa Rosa, riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio immateriale dell’Umanità. Una spettacolare manifestazione che richiama ogni anno tantissimi visitatori, una vertiginosa macchina di 30 metri di altezza, pesante 5 tonnellate, viene sollevata e portata in giro da un centinaio di robusti uomini. Se sei a Roma in quel periodo dell’anno, oltre alle bellezze che hai pianificato di vedere nella capitale, ti suggeriamo caldamente di fare un giro fuori porta a Viterbo e al Palazzo dei Papi.  

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti