Partiamo per un viaggio alla scoperta degli orafi di Vicenza e della loro ricca tradizione, tra le ville del Palladio e i vigneti del Veneto.

tickets banner

Vicenza è giustamente nota come città del Palladio, l'architetto del Rinascimento passato alla storia per le sue magnifiche ville, grazie alle quali il centro storico è patrimonio UNESCO dal 1994. C'è però anche un'altra tradizione che ha reso questo luogo famoso in Italia e nel mondo, quella degli orafi di Vicenza.


Oggi questa cittadina moderna, elegante, animata da una vivace vita culturale, non solo non ha dimenticato il proprio passato ma anzi, sa come valorizzarlo. In città c'è sempre tanto da fare e da vedere; accanto alle ville, alle chiese, ai musei e ai locali trendy ci sono anche tantissime botteghe dove gli orafi di Vicenza continuano a creare autentica bellezza, ora come sette secoli fa. 

Gli orafi di Vicenza: arte, artigianato e cultura

La tradizione degli Orafi di Vicenza

Palazzi bassi con i portoni in stile rinascimentale, eleganti piazze circondate da bar dove godersi uno spritz, e un fiume che l'attraversa. Vicenza, nel cuore del Veneto, ha tutte le caratteristiche di una tranquilla cittadina del Nord Italia, ma ad osservarla più da vicino ci si rende conto che ha tanti tesori da offrire ai propri visitatori, e non è soltanto un modo di dire.

Tanto il centro quanto la periferia sono pieni di gioielli architettonici, mentre nelle tantissime botteghe orafe che popolano la città trovi anche i gioielli veri e propri, molto spesso in oro, appunto, perché qui questo tipo di artigianato è una parte fondamentale della cultura locale. E non bisogna essere appassionati di oggetti di lusso per godersi lo spettacolo offerto dagli orafi di Vicenza. La loro maestria e la loro creatività, infatti, sono motivo di orgoglio non solo per la città, ma per tutta l'Italia. 

Se ami l'arte e l'artigianato italiano ricorda anche che Venezia è a meno di un'ora d'auto. Un soggiorno a Vicenza è l'occasione perfetta per visitare la città lagunare evitando la folla.

Visita Venezia con Venice Pass

Gli orafi di Vicenza, un passato glorioso e un futuro radioso

Orafi di Vicenza - artigianato

Quella degli orafi di Vicenza è una lunga storia iniziata tanti secoli fa. La lavorazione dei metalli, in Veneto, è praticamente sempre esistita e si sa per certo che gli artigiani locali avevano forge per realizzare pregiate fibule e splendidi gioielli già sei secoli prima della nascita di Cristo.

Ad ogni modo, se dovessimo identificare una data precisa per la nascita di questa ricca tradizione, sarebbe il 1339, anno in cui venne fondata la prima ricca e potente gilda degli artigiani orafi di Vicenza. Già allora l'ex foro romano, divenuto poi Piazza dei Signori, ospitava quindici botteghe orafe ma ce n'erano molte di più sparse nel resto del territorio.

Oggi Vicenza non è certo da meno e continua a portare avanti questa sua magnifica tradizione con musei, eventi, laboratori e anche importanti scuole per formare i giovani artigiani. Alle più raffinate tecniche artigianali, inoltre, si è affiancata via via la tecnologia, nel rispetto di una storia illustre, ma sempre con uno sguardo al futuro. 

Alla scoperta della tradizione degli orafi di Vicenza

Orafi di Vicenza - Palladio

Il cuore della tradizione orafa di Vicenza è sempre stata Piazza dei Signori. Il centro nevralgico della città che ospita tante attività, dai mercatini ai bar più trendy, è anche la casa di alcune importanti botteghe orafe. Qui e sul vicino corso Andrea Palladio, potrai ammirare alcune delle più scintillanti vetrine della città. Vicenza però ospita ben ottocento oreficerie, alcune piccole e a conduzione familiare, altre più grandi, ma in ogni caso per chi volesse dedicarsi allo shopping di lusso non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Piazza dei Signori, inoltre, ospita anche la meravigliosa Basilica Palladiana. Questo maestoso edificio non solo uno dei tesori architettonici firmati dal Palladio, è anche la sede del Museo del Gioiello, uno dei pochi al mondo interamente dedicati a questo tema. Qui si può ammirare tutta l'arte e la creatività dei maestri orafi di Vicenza ma anche del resto d'Italia. 

Non molto lontano si trova il Museo Diocesano, un museo eclettico che espone una lunga serie di manufatti che ripercorrono la storia del cristianesimo nella regione. Qui gli amanti dell'arte orafa troveranno però anche un modello tridimensionale del centro storico di Vicenza, interamente in argento e oro, proprio a testimonianza della tradizione della città.

Gli altri tesori di Vicenza, patrimonio UNESCO

Orafi di Vicenza - cosa vedere

Non sono solo gli orafi di Vicenza a rendere questa città un'ottima meta per una vacanza. Una passeggiata alla scoperta delle sue meravigliose architetture rinascimentali, ad esempio, vale di sicuro una visita. Molte di esse, naturalmente, firmate da Andrea Palladio che ha lasciato più di venti ville a Vicenza e nei dintorni.

Il Teatro Olimpico ad esempio, è un'opera magnifica, nonché il primo teatro coperto al mondo. È situato di fronte alla galleria d'arte di Palazzo Chiericati, anch'esso opera del Palladio. Al celebre architetto è inoltre dedicato un museo, ospitato in uno dei suoi stessi edifici, Palazzo Barbaran da Porto.

Poco fuori città si trova la villa detta Rotonda, tra le più famose opere del Palladio anche perché ha ispirato la Casa Bianca, sede del presidente degli Stati Uniti d'America.

In centro, invece, ci sono altri due importanti musei di Vicenza: la Galleria di Palazzo Leoni Montanari e il Museo di Storia Naturale e Archeologia.

Per finire, Vicenza si trova nel cuore di uno dei maggiori distretti vinicoli d'Italia. Qui sono di casa tanti importanti vini veneti, come ad esempio il celebre Amarone che nasce nella vicina Verona. La città famosa per essere la patria di Giulietta e Romeo si trova infatti a meno di mezz'ora d'auto.

Potrebbe interessarti


Potrebbe interessarti