Le origini del mito

C’era una volta un valoroso condottiero Romano, temuto da tutti per la sua abilità politica e militare.

Siamo in epoca Romana, quando il potere di Scipione l’Africano (202 a.c. cr), reduce dalla clamorosa vittoria su Annibale durante le Seconde Guerre Puniche, imperversava su tutta la Sicilia.

Si dice che Scipione fece dono alla città di Palermo, valida alleata nella guerra contro Annibale, di un genius loci e della sua rappresentazione scultorea.

Alto e aitante, indossa fiero la sua corona, mentre stringe fra le braccia un pericoloso serpente…

Rimane solo da chiedersi: chi è costui e cosa rappresenta?


Chi è il Genio di Palermo?

Molte sono le ipotesi fatte sulle raffigurazioni del Genio di Palermo, ma una delle più accreditate vuole che esso rappresenti la città di Palermo, il serpente, probabilmente, sarebbe lo stesso Scipione, qui a simboleggiare i Romani tutti, che dalla città vennero aiutati anche a costo di dure perdite nel conflitto contro Cartagine.

Nei secoli, questa figura ha rappresentato e rappresenta ancora, una sorta di protettore laico di Palermo, tanto da essere spesso associata a quella della patrona della città, S. Rosalia.

Le rappresentazioni più importanti sono 8 e sono sparse per tutta la città.

Scopritele con noi! Visitate alcuni dei luoghi più importanti di Palermo:

1 - Genio del Porto

La più antica rappresentazione risalente al XVI secolo, si trova in Via Emerico Amari vicino l’ingresso del porto. 

2 - Genio di Piazza Rivoluzione

Nel cuore della movida Palermitana, circondata da pub e altri luoghi di ritrovo, sorge una delle più grandi rappresentazioni scultoree del Genio, al centro di Piazza Rivoluzione

3 - Genio della Vucciria

Mercato di giorno, punto nevralgico per la vita notturna la sera, il quartiere della Vucciria nasconde una piccola edicola in Vicolo Paterna recentemente restaurata, con una piccola statua del Genio di Palermo.

4 - Genio di Palazzo Isnello

Delle 8 più importanti, l'unica rappresentazione pittorica si trova nella suggestiva cornice di Palazzo Isnello, in Corso Vittorio Emanuele, a pochi passi da Piazza Pretoria. 

5 - Genio di Palazzo Pretorio

Questa scultura, portata alla luce nel 1596, adesso è esposta nel cuore del centro storico della città, in uno dei luoghi più conosciuti, nonché sede rappresentativa del Comune di Palermo: Palazzo Pretorio. 

6 - Genio di Villa Giulia

Realizzata nel 1778, è forse il corpo scultoreo più imponente, a due passi dall'Orto Botanico, situato nell'elegante cornice di Villa Giulia. 

7 - Il Mosaico nella Cappella Palatina

Una delle opere più recenti, risalente al XIX secolo, si trova all'ingresso della Cappella Palatina (presso Palazzo dei Normanni), uno dei luoghi più importanti del Patrimonio dell'Unesco in Sicilia. 

8 - Genio di Villagrazia

È la raffigurazione più lontana è più difficile da scovare. Risale alla fine del XVII secolo e si trova all'esterno di Villa Fernandez, nel quartiere di Villagrazia.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti