Viva il turismo! Gli italiani sono spesso ospitali e sicuramente abituati ai turisti, ma ci sono cose che vi consigliamo di non fare!

Siamo felicissimi che tu abbia scelto l'Italia come meta delle tue vacanze. Adesso ascolta qualche nostro piccolo consiglio, gli italiani sono spesso cordiali con i turisti, ma ci sono delle piccole cose che vi faranno guardare in modo strano. Ecco cosa non fare se visiti l'Italia!

13. Se visiti una grande città non visitare solo il centro

EUR Roma

Questo vale praticamente per tutte le principali città italiane. Se sei in visita a Roma, Napoli, Firenze, Milano, Bologna, Venezia o altro non limitarti a girare per i centri storici ma informati meglio su quanto da vedere anche al di fuori di essi.

C'è sempre qualcosa da vedere o da imparare, basti pensare a l'EUR o a Coppedè se siamo a Roma, a Posillipo o Fuorigrotta a Napoli, o Bicocca a Milano sono tutti luoghi con cose interessanti da vedere, fuori dai rispettivi centri storici. Informatevi sempre e poi esplorate!

12. Non date da mangiare ai piccioni

Non dare da mangiare i piccioni

Soprattutto nelle grandi città, il motivo è che non bisogna abituarli troppo al cibo umano perché potrebbero non volere altro. I piccioni inoltre già nidificano in città e spesso le amministrazioni utilizzano i falchi per allontanarli, in quanto possono portare malattie. 

10. Passeggiare con tacchi o scarpe scomode

Scarpe Comode

Molte città italiane posseggono centri storici molto antichi non pensati per i camminatori. Se avete intenzione di camminare tanto è sempre meglio scegliere un abbigliamento comodo, evitare scarponi pesanti e tacchi a spillo.

11. Fare grandi pasti salati la mattina

Colazione Italiana e Colazione Inglese

In Italia non siamo abituati a fare pasti molto grandi a colazione: la colazione tipica italiana è fatta con latte, caffè, cappuccino, biscotti, marmellate, fette biscottate, cerali. Se non siete in albergo che in genere offre una colazione internazionale è difficile trovare bar o ristoranti che al mattino possano cucinarvi salsicce, uova strapazzate, fagioli o altro.
Scegliete un cornetto e un cappuccino e preparatevi per un bel pranzo a base di pasta.

9. Evitare di toccare (o sedersi) sculture urbane e monumenti

Verona, casa di Giulietta

Questo in realtà vale per molti luoghi storici, possiamo capire la voglia di toccare con mano i marmi o le pietre delle sculture e delle fontane disseminate in giro per l'Italia. Bisogna sempre cercare di rispettare i luoghi ed evitare di avere qualsiasi comportamento che possa danneggiare accidentalmente l’opera.

Un esempio è la statua di Giulietta nel cortile della Casa di Giulietta a Verona. Si dice che toccare il seno destro porti fortuna in amore e quindi in molti lo fanno, comportando un'usura della statua. Per questa ragione, la statua originale è stata sostituita da una copia. 

8. Chiedere al ristorante piatti Italiani che non esistono

Salsa Alfredo

Tantissimi piatti all’estero vengono trattati come “italiani” mentre in realtà non fanno veramente parte della tradizione culinaria del bel paese. Da noi non esistono le fettuccine “Alfredo” né ovviamente la salsa Alfredo, che invece sembra essere conosciuta soprattutto nel continente americano. Se ordinate la Pizza ricordate di non chiedere nemmeno quella ai “Pepperoni” perché al posto dei salamini, potrebbero portarvi delle verdure. Se entrate in caffetteria non chiedete il Frappuccino perché probabilmente i baristi non sanno nemmeno che esiste.

7. Non bere il cappuccino a pranzo, a cena o ad altri “orari strani”

Cappuccino a pranzo

A proposito di cappuccino, ti consigliamo di non bere alcun prodotto di caffè durante il pranzo o cena, per un italiano è molto strano, ti consiglio piuttosto un bel bicchiere di vino da accompagnare su carne e pesce (ps. Mai mettere il parmigiano sul pesce) . Il caffè invece puoi chiederlo a fine pasto, mentre il cappuccino è esclusivamente per la mattina o per la colazione.

6. Evitare di girare senza contanti

Denaro in contanti

Sebbene l’Italia stia migliorando molto in termini di pagamenti digitali, è sempre bene avere con sé una buona dose di contanti, soprattutto se visitiamo i piccoli centri che potrebbero non accettare carte di credito, o pagamenti sotto un certo importo.

5. Non dire mai a nessuno che “La Gioconda non è italiana”

Monna Lisa

E’ verissimo la Gioconda si trova al Louvre, ed è praticamente quasi il simbolo stesso del grande museo di Parigi. Leonardo da Vinci (italianissimo, nato appunto a Vinci in toscana) visse però gli ultimi anni della sua vita in Francia e nel 1517 vendette il dipinto al re Francesco I, uomo colto e amante dell’arte italiana. Da allora il dipinto è stato praticamente sempre al Louvre.

4. Il Ketchup non si mette né sulla pasta né sulla pizza

No Ketchup

La tipica salsa agrodolce al pomodoro, di origine asiatica è molto apprezzata anche in Italia, ma solo sulle patatine fritte e negli Hamburger. Quindi attenzione, non metterlo su pasta e pizza, potresti suscitare critiche pubbliche a quest'azione!

3. Gli spaghetti non si tagliano col coltello

Arrotolare gli spaghetti

E’ una cosa veramente molto strana per noi vedere delle persone al ristorante tagliare gli spaghetti con il coltello e mangiarli con il cucchiaio. Per mangiare come un vero italiano devi lasciare che gli spaghetti si avvolgano attorno alla forchetta per poi avvicinarli alla bocca (senza fare rumore). Se proprio si ha difficoltà, si può appoggiare la forchetta in un cucchiaio come supporto per le prime volte (vedi foto). 

2. Non in tutte le città italiane si mangia una buona pizza

Pizza

Premesso che la pizza in Italia è qualcosa da provare assolutamente, è da sconsigliare in alcune località. Si pensi a Venezia dove c’è una legge che impedisce l’uso del forno a legna (necessario per una pizza di qualità). Se stai visitando quelle zone opta piuttosto per un buon piatto di pesce (decisamente unico a Venezia). L’Italia è un paese ricco di diversità regionali, valuta sempre con attenzione la zona che stai visitando prima di ordinare qualcosa.

1. Attenzione alle squadre di calcio del posto

Juventus e Napoli

Gli europei, ma soprattutto gli italiani amano il gioco del calcio, per alcuni è quasi religione. Se decidete di vestirvi con abbigliamenti comodi magari pantaloncino, maglia da calcio e occhiali da sole meglio optare per una squadra straniera. Una maglia rivale, soprattutto nelle grandi città, potrebbe garantirvi qualche brutta occhiata.

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti