Trieste è una bellissima città tra il mar Adriatico e l’altopiano del Carso, al confine con la Slovenia. E’ un luogo di grande importanza storica, che offre innumerevoli attrazioni artistico-culturali, una cultura cosmopolita e magnifici tramonti a nord-est!

La città, grazie anche alla sua posizione geografica, è stata sempre un luogo di passaggio e di incontro tra culture diverse e questo è visibile nell’architettura, nella gastronomia e nei prodotti tipici.
Trieste è’ una città con una storia importante ed antica: per 500 anni fece parte dell’impero Austro-Ungarico ed a livello economico era la seconda città più importante dell’Impero. Maria Teresa d’Austria amava molto Trieste tanto che si impegnò molto per il suo sviluppo commerciale ed economico.
La città divenne italiana solo dopo la prima guerra mondiale e dopo la seconda guerra mondiale, per 9 anni fu dichiarata “territorio libero”, di fatto ancora diviso tra Italia e Jugoslavia. Nel 1975 Italia e Jugoslavia si accordarono definitivamente e Trieste divenne ufficialmente italiana.
E’ facilmente raggiungibile in treno o bus dalle più importanti città del nord. Per chi viaggia in macchina, è consigliabile visitare la città a piedi perché il centro è chiuso al traffico.
Anche le attrazioni fuori dal centro storico sono raggiungibili a piedi o con i mezzi pubblici.

Cosa vedere a Trieste: un giro nel centro storico

Iniziamo la visita con una bella passeggiata nel centro storico di Trieste. Il percorso può iniziare da piazza sant’Antonio Nuovo, nel cuore del Borgo Teresiano, voluto da Maria Teresa d’Austria per lo sviluppo commerciale della città. Proprio qui troverete il Canal Grande attraverso il quale le merci un tempo arrivavano in città, il Ponte Rosso e la famosa statua di James Joyce che come tanti importanti intellettuali italiani e stranieri, frequentò i caffè storici di Trieste.
Proseguendo per le vie del centro, troverete viuzze tipicamente medioevali, ammirerete l’Arco di Riccardo costruito all’interno delle mura romane e poi palazzi in stile austriaco, liberty e barocco. Attraverserete quello che era il ghetto ebraico, sede di una delle più grandi comunità ebraiche in Europa.

Passeggiando, potrete visitare chiese di diverse confessioni che testimoniano l’incontro di più culture. Chiese cattoliche, una chiesa greco-ortodossa, una serba-ortodossa, una luterana e una sinagoga. La sinagoga di Trieste, una delle più grandi d’Europa, è particolarmente interessante ma è visitabile solo in giorni ed orari prestabiliti.
Tra una viuzza e l’altra, arriverete al Teatro Romano della città. Si tratta di un piccolo teatro, ai piedi del colle San Giusto, molto ben conservato. Da qui poi si arriva in uno dei luoghi simbolo della città: la bella piazza Unità d’Italia.
Questa è la piazza aperta sul mare più grande d’Europa! Qui si trovano edifici importanti come il palazzo del Municipio, quello che era il palazzo del governo austriaco, con all’esterno dei bei mosaici ed anche un bel caffè storico per un buon caffè con vista.
La passeggiata termina fronte mare, al Molo Audace, luogo da dove si ha una magnifica vista della città dal mare e da dove si possono ammirare bellissimi tramonti.


Il Castello Miramare

Il Castello Miramare è un’attrazione imperdibile. Il castello ed il suo parco sono facilmente raggiungibili in bus dal centro città.
Fu costruito per Massimiliano d’Austria e la moglie Carlotta che qui passarono un periodo sereno del loro matrimonio. All’interno è conservato ancora l’arredamento originale tra cui quadri dipinti da Carlotta che amava molto l’arte. Massimiliano invece era amante della natura e per questo volle un grande parco intorno alla sua residenza.
All’esterno, dalla terrazza panoramica e dal parco, si possono fare fotografie bellissime e godere di una bellissima vista sul golfo di Trieste.
Miramare è un luogo magico e molto romantico!

Il colle di San Giusto

Su questo colle nacque Trieste. Il colle è raggiungibile a piedi dalla centrale Piazza Goldoni. Qui si trovano dei monumenti simbolo della città: la cattedrale dedicata a San Giusto, il Castello di San Giusto ed i resti di edifici di epoca romana.
L’esterno della cattedrale è semplice in pietra carsica mentre all’interno si trovano un rosone gotico e dei mosaici bizantini dai colori molto belli.
Il Castello include un interessante museo, il Lapidario Tergestino con i reperti lapidei romani e una bella passeggiata lungo le mura con viste meravigliose sul golfo e sulla città.
Anche questo è un luogo imperdibile.
Per un po’ di pace e per godere di bellissimi panorami, c’è la bellissima strada Vicentina, un percorso di 5 km adatto a tutti. Il punto di partenza del percorso è l’Obelisco di Opicina, raggiungibile in macchina, in bus (n°2 o 4) o con il tram. Al momento il tram che collega Trieste ad Opicina è sospeso per manutenzione.
Il tram di Opicina è sicuramente il mezzo più caratteristico per raggiungere il punto di partenza della Napoleonica. Si tratta di un pittoresco tram in funzione dal 1921!
Camminare su questa strada circondati dalla natura e con una vista spettacolare su tutto il golfo, è il modo migliore per godere dell’atmosfera di questa bella città romantica.

La Risiera di san Sabba

La Risiera di San Sabba, raggiungibile in autobus dal centro città, era in origine una fabbrica per la lavorazione del riso. Divenne sotto il dominio fascista, l’unico campo di concentramento in territorio italiano, con un forno crematorio. Qui furono detenuti partigiani, politici italiani anti-fascisti, sloveni, croati ed ebrei. Oggi è un museo, un luogo della memoria. Una visita molto toccante che ci riporta alla triste storia della seconda guerra mondiale.
In un weekend potrete visitare questi luoghi e godervi l’atmosfera romantica e multiculturale di questa bella città, facendo anche delle pause “dolci” nei caffè storici di Trieste!

Trieste offre anche una buona varietà di musei, meravigliosi teatri, tanti percorsi a piedi sull’altopiano del Carso ed anche belle spiagge a pochi km dalla città.
Per gli amanti delle scienze naturali, a 30 minuti da Trieste, c’è la Grotta Gigante, una caverna creata da rocce calcaree, inserita nei guinness dei primati per essere la più grande grotta turistica naturale al mondo (alta circa 114 m. - lunga 280 m. - e larga 76,3 m.). Visite guidate sono disponibili tutto l’anno.
E se capiterete in città la seconda domenica di ottobre, assisterete alla famosa “Barcolana”, la regata che ogni anno si svolge a Trieste in questo periodo. Il golfo si riempie di barche per quella che nel 2018 è entrata nel guinness dei primati come la regata più grande al mondo per il numero di imbarcazioni iscritte.
Insomma, ce n’è per tutti i gusti e Trieste è una città dove è sempre bello tornare!

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti