I 10 luoghi imperdibili per chi visita Trieste: una città romantica e vivace, con un'anima multiculturale, al tempo stesso antica e moderna.

Come ogni città di frontiera, Trieste ha un fascino indiscusso e reca le testimonianze di una storia complessa e interessante. Pur non trovandosi sulle principali rotte del turismo per chi visita l'Italia, merita sicuramente una sosta di qualche giorno almeno. Questa è decisamente una città da scoprire con calma, infatti si può visitare facilmente a piedi. Molte delle sue principali attrazioni sono a breve distanza l'una dall'altra, in aree pedonali, e la rete dei mezzi pubblici è molto efficiente.

Ecco una top 10 delle destinazioni di Trieste che non puoi proprio perderti.

1 - Il centro storico

Nel cuore di Trieste si trovano alcuni meravigliosi edifici ottocenteschi e la più grande piazza europea che affaccia sul mare, Piazza Unità d’Italia, con il Molo Audace e il lungomare che gli abitanti della città chiamano le Rive. Da qui, con una piacevole passeggiata, si raggiunge la Lanterna, l'antico faro. Fa parte del centro storico anche la Città Vecchia, con quello che un tempo era il Ghetto Ebraico. È un dedalo di vicoli che si inerpicano fino al Colle di San Giusto, lungo i quali passeggiare fermandosi di tanto in tanto a conoscere le bellissime botteghe artigiane, i piccoli bar e i negozi vintage.

2 - Il Colle di San Giusto

Dalla cima di questa collina si gode una bellissima veduta panoramica sui tetti di Trieste, ma non solo. Qui si trova uno dei tre castelli di cui la città è dotata, che porta lo stesso nome del colle. Nell'antica fortezza c'è un piccolo museo, ma ci sono anche Michez e Jachez, le due statue che originariamente scandivano le ore sulla torre dell'orologio del Municipio. Nel corso degli anni sono state sostituite, ma quelle originali sono state restaurate e ora sono gelosamente conservate come mascotte della città.  
20210518184948trieste-442587_1280.jpg

3 - Cattedrale di San Giusto

Merita decisamente una tappa questa chiesa che è l'edificio religioso più importante di Trieste. La sua costruzione risale al XIV secolo e ingloba due chiese preesistenti più antiche.
Nella sua austera facciata di pietra grigia sono stati inseriti diversi reperti marmorei di età romana, mentre il campanile ospita cinque enormi campane di bronzo. All'interno, i magnifici mosaici bizantini, opera di maestri di Venezia e di Costantinopoli, sono di certo uno spettacolo da non perdere.

4 - Castello di Miramare

Tornando verso il mare si raggiunge una delle mete più amate da chi visita Trieste. Si tratta del Castello di Miramare, che si trova poco fuori dal centro ed era un tempo la residenza privata di Massimiliano d'Asburgo. Edificato sul promontorio di Grignano, l'edificio è circondato da un bellissimo parco che comprende anche un giardino all'italiana restaurato di recente, che da solo meriterebbe una visita. In stile eclettico, il castello di Miramare ancora oggi conserva l'elegante arredamento originale.

5 - Castello di Duino

Il terzo castello di Trieste è quello più lontano dal centro, si trova a circa 20 km di distanza, ma offre un panorama veramente splendido sul golfo. È una costruzione massiccia, il cui primo impianto risale al XIV secolo, quando fu edificato sulle rovine di un avamposto romano. Sulle terrazze degradanti verso il mare hanno passeggiato personaggi illustri, tra cui anche Elisabetta d'Austria, la famosa principessa Sissi. All'interno, invece, insieme a cimeli storici e opere d'arte, si può ammirare una bellissima scala a chiocciola opera del Palladio.

6 - Museo Revoltella

Trieste è una città ricca di musei di diversi generi, e il Museo Revoltella, progettato dal celebre architetto Carlo Scarpa, è tra i più interessanti. Le collezioni al suo interno offrono un'imperdibile viaggio attraverso l'arte dall'inizio dell'800 fino ai giorni nostri. Dislocate su sei piani, le gallerie ospitano capolavori di pittura e scultura di maestri come De Nittis o Morelli, fino a Fontana, passando per gli artisti della Secessione Viennese. Praticamente rimasti intatti, con gli arredi originali ottocenteschi, sono da visitare anche gli appartamenti del Barone Revoltella, l'originale proprietario del palazzo. Fanno parte del museo, in fine, anche due importanti biblioteche: quella antica, che comprende l'eredità del Barone Revoltella, e quella moderna, consultabile dal pubblico. 

7 - I caffè

Trieste deve la sua fama, tra le altre cose, anche alla Bora. Se dovesse capitarvi di imbattervi nel terribile vento che di tanto in tanto sferza le sue strade e i suoi palazzi, optate per una sosta in uno dei celebri caffè del centro, dove un tempo sostavano Joyce, Svevo, Saba e tutti gli altri intellettuali che hanno animato la vita culturale della città nel corso dei decenni.
Molti di questi luoghi sono rimasti praticamente intatti nel corso dei decenni e offrono ai visitatori un'esperienza di grande fascino, oltre che un tuffo nel passato. Arredi, specchi, vetrate, stucchi, tutto è rimasto pressoché inalterato, anche il gusto della squisita torta sacher, retaggio del dominio austriaco, ma ancora molto popolare da queste parti. 

8 - Risiere di San Sabba

Triste testimonianza della permanenza nazista sul suolo triestino, la Risiera di San Sabba è un'altra importantissima testimonianza della storia recente. È stato l'unico campo di concentramento in Italia, utilizzato poi anche come campo profughi durante l'esodo dall'Istria, subito dopo la guerra. Già da diversi decenni è stato trasformato in Monumento Nazionale e poi in museo. Oggi ospita un memoriale, diverse mostre fotografiche, conferenze e offre inoltre attività didattiche per i giovani. Si trova poco fuori dal centro ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici o a piedi.

9 - Grotta Gigante

A una manciata di chilometri da Trieste si trova una grotta che è gigante di nome e di fatto. Al suo interno si trova un'aula lunga 280 metri e alta 114 metri, che è in effetti la sala naturale più grande al mondo, inserita anche nel Guinnes dei Primati. La grotta risale almeno a un milione di anni fa e ha tre accessi, di cui due costituiscono l'ingresso e l'uscita del percorso turistico. È un autentico spettacolo della natura, valorizzato da un impianto di illuminazione moderno ed ecosostenibile. Il centro visitatori ospita anche un interessante museo scientifico e spazi attrezzati all'aperto dove praticare in sicurezza l'arrampicata e altre attività.

10 - Il Carso Triestino

Chi ama la natura non può perdersi il vasto altopiano che circonda Trieste. Il Carso è costituito da valli e torrenti balneabili, diversi sentieri di trekking, pareti rocciose molto amate dai più sportivi e anche doline e grotte di diverse dimensioni. È un luogo davvero unico, con scorci mozzafiato e scogliere a strapiombo sul mare.

Anche la presenza umana ha però lasciato traccia degli eventi storici, come nel caso delle trincee scavate dall'esercito Austro-Ungarico, della strada Napoleonica, dei i depositi per le munizioni. Questo è, però, anche il luogo in cui si incontrano la cultura ladina, quella germanica e quella slava. Sono tanti infatti i piccoli insediamenti dove conoscere i prodotti tipici locali, le usanze e le feste popolari.


Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Unisciti alla Community più Esclusiva di Amanti dell'Italia nel Mondo