Un itinerario alla scoperta del borgo di Framura in Liguria, tra i più belli d'Italia.

Chi ama sia il mare che la montagna, non può certo perdersi una gita alla scoperta di Framura, un borgo ligure di circa 700 anime. Framura è nella lista dei Borghi più Belli d'Italia, un paradiso per chi ama le escursioni nella natura, ma anche gli sport acquatici e le attività marine. 

Le origini di Framura

Framura, in Liguria

Questa cittadina colorata e un po’ defilata nella provincia di La Spezia è uno spaccato di Liguria intimo e verace, meno appariscente delle vicine Cinque Terre ma con lo stesso carico di fascino mediterraneo. Proprio come le Cinque terre, Framura è incorniciata dall’azzurro della Riviera di Levante e da un paesaggio collinare che è un’esplosione di natura.

Il borgo ha origini antiche, risale infatti alle popolazioni liguri pre-romane. Il principale nucleo abitativo si formò nei pressi della chiesa di San Martino, costruita prima del 1128. Oggi qui è possibile ammirare la Pala d'altare della Madonna del Rosario, realizzata da Bernardo Strozzi, un artista genovese tra i massimi esponenti dello stile barocco italiano. 

La storia di Framura si lega a quelle dei Da Passano e dei Lagneto fino XIII secolo. Successivamente la cittadina è annessa alla Repubblica di Genova prima e alla Repubblica Ligure del periodo napoleonico poi. Rientra nella provincia di Levante del Regno di Sardegna e nel Regno d’Italia nel 1861.

Castagnola, Costa, Setta, Ravecca e Anzo sono i mini borghi che danno vita al nucleo principale, un agglomerato di piccole chiese gioiello, viuzze, scalinate, giardini pensili, distese di ulivi, baie nascoste e panorami infiniti che si perdono nel blu. 

Cosa vedere a Framura

Cosa fare a Framura

Il nostro itinerario di Framura comincia da Castagnola, la frazione più alta, un ottimo punto da cui partire in esplorazione circondati da un paesaggio agricolo d’alti tempi e dagli antichi sentieri medievali. La sua chiesa di San Lorenzo conserva la Deposizione di Luca Cambiaso: andate a vederla, è un'opera pregevole del più famoso artista ligure del Rinascimento.  

Proseguite in discesa lungo il crinale verso il borghetto di Costa, dove spicca un’imponente torre d’avvistamento carolingia del IX secolo adibita a campanile della pieve di San Martino. A seguire incontrerete Setta, insediamento del XII secolo riconoscibile dalle murature medievali e dagli archi in “pietra di Levanto”. Passeggiando tra i profumi di agrumi e erbe aromatiche vi imbatterete in romantici giardini pensili, in una torre di guardia del XVI secolo e in una bella chiesetta settecentesca. 

Seguono Ravecca e, poco più in basso, Anzo, l’agglomerato più vicino alla costa in cui i signori da Passano si trasferirono nel XV secolo. Qui le case sono circondate da mura difensive e ad aggiungere un’inconfondibile aria da luogo senza tempo ci pensano anche la torre del ‘500 e il castelletto in cui gli abitanti trovavano rifugio durante le incursioni piratesche. 

Anzo è stato a lungo luogo di villeggiatura dei nobili liguri, genovesi in particolare, e passeggiando tra le sue stradine assaporerete una sensazione di calma e rilassatezza. Entrate anche a visitare la cappella neogotica di Nostra Signora della Neve. 

Particolarmente pittoresco è il porticciolo turistico di Framura, in un’insenatura racchiusa dal più grade scoglio della Liguria, quello di Ciamia. Secondo la leggende, la formazione rocciosa celerebbe le fattezze di un drago, Panéa, che salvò Framura da una rovinosa frana impedendone la distruzione.

Cosa fare a Framura

Cosa fare a Framura

Trekking e pedalate in bicicletta a picco sul mare sono una buona alternativa per esplorare Framura e i suoi dintorni nei tanti sentieri che circondando la zona. I cinque borghi che formano il paese sono collegati dalla pista ciclabile che da Castagnola vi porterà dritti al porticciolo. Sempre da Castagnola parte anche il percorso verso Sant’Agata e le colline dell’entroterra, mentre da Costa ci si incammina verso il Monte Castellare con l’antico insediamento ligure.

Nei pressi della stazione di Framura si può imboccare la bella pista ciclo-pedonale che la collega a Levanto e percorrerne i 5 km che si snodano tra le vecchie gallerie ferroviarie e scorci panoramici a piedi o in bici, magari noleggiandone una proprio all’inizio del tragitto. Lungo la tratta potrete fare delle deviazioni e accedere a piccole baie e calette, come la spiaggia di Porto Pidocchio, dove se non vi va di fare un tuffo avrete la possibilità di dedicarvi al climbing su una parete attrezzata. 

Se passare da Framura in estate, sappiate che la prima domenica di agosto è dedicata alla Festa della Madonna del Mare, con le celebrazioni che animano il porticciolo di un suggestivo spettacolo pirotecnico. Il 10 agosto la notte di san Lorenzo di festeggia a Castignola con stand gastronomici in cui provare i piatti tipici e musica che vi trascinerà in divertenti danze sotto le stelle. L’ultimo sabato di agosto c’è la Festa del Turista, anche questa un’occasione per assaggiare pietanze locali tra Costa, Setta, Ravecca e Anzo.

Le spiagge di Framura

Le spiagge di Framura

Nei pressi di Framura troverete varie spiagge Bandiera Blu facilmente raggiungibili sia in auto che a piedi, magari percorrendo sentieri immersi nella natura boschiva tipica di questo tratto di costa. Alla Spiaggia di Fornaci potete ad esempio accedervi attraverso il percorso del monte Serro. La zona è perfetta per gli appassionati si sport acquatici e immersioni e vanta fondali davvero spettacolari.

Tramite il sottopassaggio della stazione ferroviaria raggiungerete la Via del Mare, la strada panoramica che vi porterà alle spiagge limitrofe. Anzitutto Torsei, affacciata sugli scogli di Furmigua e Agua, tra le più affollate dell’aera. E poi la piccola spiaggia sabbiosa di Vallà e la spiaggia di Arena, un’ampia baia particolarmente attraente inghirlandata dal verde della vegetazione. Chi vuole può raggiungerla dalla frazione di Anzo incamminandosi lungo un incantevole sentiero. 

Come arrivare a Framura

Come arrivare a Framura

È possibile raggiungere Framura in vari modi. Con l’auto si percorrere l'autostrada A12 Genova-Livorno con uscita a Deiva Marina. In treno, la linea da prendere è la La Spezia-Genova. La stazione è servita da treni regionali, un buon modo per spostarsi anche se avete in mente di continuare a perlustrare la Riviera Ligure e proseguire verso le Cinque Terre.

In alternativa, potete inforcare la bicicletta e arrivare a Framura pedalando dal vicino comune di Bonassola, a cui è collegata da una pista ciclabile. Viaggiate in aereo? Gli aeroporti più vicini sono quelli di Pisa e Genova, da cui proseguire noleggiando un’auto o in treno con cambio a Sestri Levante (se si parte da Genova) o La Spezia (se la partenza è da Pisa). 

Piaciuto l'articolo? Faccelo sapere

Potrebbe interessarti

Potrebbe interessarti