La Costiera Amalfitana è un tratto di costa della Campania, a sud della Penisola Sorrentina, lungo la quale sorgono vari paesini sul mare, famosi in tutto il mondo come meta turistica d'eccellenza. Andiamo a scoprirne 6: Positano, Furore, Amalfi, Ravello, Cetara e Vietri sul Mare.

Positano

Chiamata Pusitàn’ nel dialetto locale, in greco antico era nota come Posidònion (da Poseidone, Dio del Mare). Ma non è soltanto la sua favolosa costa ad attirare i turisti: qui è infatti possibile visitare molte caratteristiche chiesette, tra cui Santa Maria Assunta con l’ormai famosa cupola in maiolica. 

La città si sviluppa tutta in verticale, perciò per visitarla occorre essere provvisti di una gran voglia di muoversi: tra scale e salite, muoversi alla scoperta di Positano si rivela anche un ottimo esercizio fisico! Un nome che la dice lunga è il Sentiero degli Dei, una passeggiata panoramica in uno dei più tipici – e affascinanti –tratti della costiera amalfitana. Tappe consigliate: Spiaggia grande e Fornillo. Proprio qui si trova una delle torri saracene che furono costruite come fortificazioni per difendersi dagli attacchi dal mare, e di cui in questi luoghi si trovano diverse testimonianze.

Furore

Come tutta la Costa d'Amalfi, Furore fa parte del Patrimonio Mondiale UNESCO. Rientra, inoltre, nel Club dei borghi più belli d'Italia. 

La vera particolarità del paese risiede nella formazione fisica del territorio: qui è possibile vedere, infatti, l’unico fiordo italiano.  

Sembra che il comune, denominato in passato “Terra Furoris”, prenda il nome proprio dal rumore delle onde che si infrangono furibonde sugli scogli del piccolo fiordo, scavalcato dalla strada statale mediante un ponte sospeso alto 30 m. Proprio qui, ogni estate, si svolge una tappa del Campionato Mondiale di Tuffi dalle Grandi Altezze. Al suo interno si trovano lo Stenditoio e la Calcara, due edifici utilizzati per le produzioni locali.

Amalfi

In questo elenco, ovviamente, non può mancare Amalfi.  

Il primo vanto della cittadina è quello di essere stata la più antica delle repubbliche marinare. Per lungo tempo, inoltre, è stata una delle tappe obbligate del Grand Tour, tanto da spingere Ferdinando II di Borbone a realizzare una strada litoranea che andava da Vietri sul mare a Positano. 

Il più importante monumento di Amalfi è il Duomo, che risale al IX secolo, anche se, nel corso del tempo, è stato più e più volte rimaneggiato. 

Un’altra importante testimonianza è costituita dagli Antichi Arsenali, dove venivano costruite le navi da guerra della repubblica marinara.

Famosa è anche la Piazzetta dei Dogi, su cui si affacciano le caratteristiche botteghe. 

Non dimentichiamo, però, il museo della carta: ad Amalfi c’è infatti una lunga tradizione legata alla lavorazione della carta a mano, la cosiddetta “bambagina”.

Ravello

La prima particolarità di Ravello è che, a  differenza della maggior parte dei paesi della Costiera Amalfitana, non si trova sul mare. È posizionato infatti a meno di 10 chilometri da Amalfi, alle pendici dei Monti Lattari.  

Il comune è stato eletto come luogo destinato agli eventi culturali: qui si svolgono infatti grandi rassegne come il Ravello Festival e i concerti da camera organizzati dalla Ravello Concert Society. 

Da sempre meta prediletta da intellettuali e artisti, ha ospitato nomi del calibro di Virginia Woolf, Richard Wagner e Winston Churchill. 

Un’architettura degna di nota presente sul luogo è Villa Rufolo – edificata nella seconda metà del 1200 – che si affaccia su Piazza Vescovado. 

Boccaccio ne scrisse perfino nel suo“Decameron”.  

Nel 1800, la Villa fu acquistata dal botanico Francis Neville Reid, che si è occupato del restauro dei giardini, inserendo alcune piante molto particolari. 

Ravello vanta inoltre uno splendido Auditorium insieme ai fantastici giardini sulle scogliere.

Cetara

Cetara si trova ai piedi del monte Falerio e si distende in una profonda vallata fiancheggiata da vigneti ed agrumeti. 

Questo piccolo comune è legato, per tradizione, alla lavorazione del pesce ed è sempre stato un luogo di pescatori; non a caso il suo nome deriva dal latino Cetaria, tonnara, o da cetari, venditori di pesci grossi. Famosa in tutto il mondo è la “colatura d’alici”, insieme al pregiato tonno che qui viene prodotto.  

Si tratta di un borgo marinaro davvero caratteristico: pescherecci, tonnare storiche, paesaggi delimitati da acque pulite e cristalline. Un luogo di pace, assolutamente da visitare.

Vietri sul Mare

Vietri sul Mare è stato denominato Prima Perla della Costiera Amalfitana. Simbolo riconoscibilissimo è la Cupola della Chiesa di San Giovanni Battista, rivestita da maioliche colorate a forma di pesce risalente al Cinquecento. 

L’attuale collocazione geografica di Vietri corrisponde all’antica Marcina, insediamento costiero prima etrusco-sannita, successivamente porto romano. 

Rinomata per ricchezza, eleganza e lusso, Marcina fu celebre nell’antichità per il culto delle arti e lo sviluppo del commercio marittimo e terrestre. 

La località è caratterizzata dalla massiccia presenza di spiagge e calette, meta da sogno per un gran numero di turisti. Dai Due Fratelli, gli scogli simbolo di Vietri, alle spiagge della Crestarella con la torre del Cinquecento, alla Bagnara, a Marina d'Albori, all'Acqua del Fico, al Fuenti.  

Oltre a possedere innumerevoli bellezze naturali, la cittadina è nota per la lavorazione di ceramiche artistiche. All’interno di Villa Guariglia si trova il Museo Provinciale della Ceramica, dove è possibile ammirare moltissime collezioni, dal vasellame agli oggetti a tema religioso.

Come visitare la Costiera Amalfitana

Naturalmente è possibile visitare la Costiera Amalfitana in totale indipendenza. Anche se, per un'esperienza più completa, è preferibile affidarsi a tour operator esperti, come ad esempio AmalfiDriver.

AmalfiDriver ha un vero e proprio giro dedicato alla Costiera, denominato "Tour Amalfi Coast", che si articola in una visita "Ravello+Amalfi+Positano". 

AmalfiDriver è nota per il rapporto amichevole che instaura con il cliente. Ciò che viene fornito è un servizio di "guida a bordo" che consiste nel dare informazioni storico-culturali sui luoghi visitati, insieme a consigli sulle cose più belle da vedere e i posti dove mangiare. 

AmalfiDriver organizza principalmente tour con le navi da crociera che si fermano nel porto di Napoli, ma si occupa anche di turisti che arrivano in treno da Roma. 

Questo tour operator può disporre anche di guide autorizzate e molto esperte - specie per i tour che riguardano i siti archeologici - a prezzi molto vantaggiosi. 

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Potrebbe interessarti